L'ESSERE, L'APPARIRE E I BUONI PROPOSITI PER IL CICLISMO

LETTERA APERTA | 11/12/2023 | 08:10
di Fiorenzo Alessi

Caro Direttore, si dice, e ancora lo si sostiene, che il confronto e il contraddittorio siano parti essenziali di ogni comunità che individui nel miglioramento, o "progresso" che dir si voglia, la finalità fondante il proprio determinarsi ed agire.


Se così è, anche perchè non è del tutto pacifico che lo sia per tutti, è ben condivisibile l'auspicio che formuli nel tuo recente Editoriale per questo santo mese di dicembre nei seguenti ed accorati  termini:


«...Vorrei e mi auguro che nella nostra grande famiglia del ciclismo, il prossimo anno chiamata a rinnovare le cariche, prevalga il senso di responsabilità e comunità... Spero e mi auguro che... si sappia lasciare da parte i rancori e i veleni che ci accompagnano da troppo tempo... C'è bisogno di... un patto tra le parti: per il bene di tutti, per il bene del ciclismo... Abbassiamo i toni... Non è sopportabile questo clima da guerriglia tra bande... Vogliamo provare a fare il bene del ciclismo tutti assieme?...».  

Ineludibile, e almeno qui voglio credere che davvero si sia tutti d'accordo, «...Nel frattempo, Buon Natale».

Tutto molto bello, tutto molto ecumenico. Tutto molto difficile, però.

Sai bene del mio gran brutto vizio di dire ciò che penso e, quel che a volte è ancora peggio, del mio fare poi ciò che dico. Di questi tempi, in cui a ben pochi è ancora risaputo cosa significhi la parola data, l'esprimersi con chiarezza, il dire le cose come stanno senza accettare compromessi o lusinghe, viene scambiato per intransigente determinazione. Ed è ovvio che sia così, quando della coerenza, per non parlare della vergogna, se ne sono ormai perse le tracce.

D'altra parte, non conta forse solo vincere, senza farsi troppi scrupoli del come si è prevalso o di chi ne siano effettivamente i meriti? Non è costante refrain quello della Federazione plurimedagliata, dimenticando e omettendo quanto tempo hanno richiesto certi prestigiosi risultati, e chi vi ha contribuito con professionalità e con il proprio lavoro quotidiano? Che dire, poi, dell'apparire in ogni occasione nella quale, neppure a dirlo, valga la pena di esserci e del totale tacere, di un silenzio imbarazzante ed insieme disarmante, quando invece proprio chi ha oneri e responsabilità istituzionali dovrebbe essere in prima fila per tutelare il movimento ed il patrimonio Ciclistico nazionale?

Di certo, da apprezzato direttore di lungo corso in contesti ciclistici e, non lo si dimentichi, da presidente dei Giornalisti Sportivi della Lombardia, se menzioni espressamente un insopportabile "...clima di guerriglia tra bande..." in quella che - forse un tempo - poteva definirsi la "...nostra grande famiglia del ciclismo..." avrai le tue sicure fonti e altrettante buone ragioni per un'affermazione così grave, più adatta ad una consorteria criminale che ad una Federazione sportiva. Spero tu abbia torto, ma magari hai ragione.

Però, se così fosse, con altrettanta sicurezza hai già risposto al tuo auspicio, stroncandolo sul nascere: NON CE LA FACCIAMO. 

Sarà pure dicembre e, tra non molto, sarà anche Natale, ma per quanto si sappia, d'ordinario la guerriglia tra bande trova conclusione solo quando si sono definitivamente "regolati i conti". Vince chi prevale, e non si fanno prigionieri.

Cordialità.

Fiorenzo Alessi

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il Centro Ricerche Mapei Sport è lieto di tornare a organizzare il suo consueto convegno annuale in presenza. Sabato 23 marzo presso l’Hotel Double Tree by Hilton di Solbiate Olona (Varese) preparatori, medici e atleti attivi nel mondo dello sport...


Ribaltone al Tour du Rwanda. Il britannico Joseph Blackmore mette a segno il colpo doppio e corona il grande lavoro della sua Israel Premier Tech. La sesta tappa ha portato il gruppo da Muzanze al monte Kigali per 93, 3...


Gioele Bertolini è un atleta che ha bisogno di poche presentazioni, una certezza, un punto fermo della mtb italiana e del ciclocross internazionale.In questo 2024 il team brianzolo vuole puntare sull’ atleta di Talamona, classe 1995, soprannominato “Il Bullo”.  Gioele...


Il Training Camp in Spagna ad Albir, in Costa Blanca, è stato il momento in cui affinare la condizione per il rinnovato Team Technipes #inEmiliaRomagna. La formazione guidata dal presidente Gianni Carapia, nata nel 2019 da un'idea di Davide Cassani...


La prima sfida della stagione sarà di lusso. Domani nella Firenze-Empoli-Memorial Renzo Maltinti infatti 30 le squadre presenti per poco meno di 180 corridori a garantire emozioni e spettacolo. Tutti i team nazionali rappresentati a questa classica organizzata dalla Maltinti...


Si completa il ciclo d'interviste di Federico Guido all'evento RCS-Credit Agricole della scorsa settimana a Milano. Con Vincenzo Nibali si è parlato soprattutto di grandi classiche e dei grandi interpreti stranieri e italiani. Da non perdere la sua "ricetta" per...


Si avvicina la storica partenza del Tour de Frane dall'Italia e dagli archivi eerge la storia di una corsa unica che ha legato i due Paesi: la 17a edizione della Parigi-Nizza, infatti, ha portato il gruppo da Parigi... a Roma...


Il Presidential Cycling Tour of Türkiye è stato il suo ultimo impegno agonistico del 2023, la sua ultima uscita ufficiale con la maglia della Team Corratec - Selle Italia, ora però Alexander Konychev è pronto a ripartire, e lo farà...


Inizia dalla Toscana la stagione agonistica del Team Bike Sicilia - Multicar Amarù. La prima sfida sarà sabato alla 37^ edizione della Firenze Empoli sulla distanza di km 149: a disposizione dei Ds Paolo Tiralongo e Leonardo Giordani, ci saranno...


Se siete rimasti piacevolmente colpiti dalla nuova colorazione Team Replica della formazione Bahrain Victorius e volete pedalare la nuova stagione su una delle quattro versioni Limited Edition sappiate che l’italia è il primo paese a livello globale a rendere disponibili queste splendide Merida. per leggere...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi