I VOTI DI STAGI. LA SECONDA PERLA DI EVENEPOEL, LA GRANDE RABBIA DI GESINK

I VOTI DEL DIRETTORE | 08/09/2022 | 19:23
di Pier Augusto Stagi

Remco EVENEPOEL. 10 e lode. Lo si vede bene, ad occhio nudo, con la sua bella maglia rossa sulle spalle, ma il bimbo belga a questo punto e dall’Alto del Piornal vede Madrid. Seconda vittoria di tappa, 35° successo in carriera a soli 22 anni, prossimo a riportare in Belgio un Grande Giro a 44 anni di distanza da quel Johan De Muynck che seppe vincere il Giro d’Italia. A questo punto la Vuelta la può perdere solo lui.


Enric MAS. 9. Oggi non si risparmia, prova fino alla fine a tenere testa al bimbo belga, che però ha un altro passo. Ha altra classe e cilindrata.


Robert GESINK. 9. Fa tutta la giornata in fuga e assapora il gusto della vittoria che svanisce proprio all’ultimo chilometro. Meritava ben altro, dopo tanta fatica, dopo tanto pedalare. L'ultima vittoria in carriera l’aveva riportata proprio alla Vuelta, nel 2016 sull'Aubisque. È difficile farsene una ragione e lo comprendiamo.

Juan AYUSO. 8. Lotta come un gladiatore, mostrando in questa terza settimana i segni della fatica, ma è in questi momenti che si giudica un corridore.

Carlos RODRIGUEZ. 5,5. È probabile che paghi anche la caduta di oggi, sicuramente paga la terza settimana, nella quale mostra stanchezza, ma anche talento. Perde una posizione, in favore di Miguel Angel Lopez.

Miguel Angel LOPEZ. 7. Sempre attento e nel vivo dell’azione, non si distrae un solo attimo e quando può, fa un passettino in avanti: è quarto.

Richard CARAPAZ. 8. Entra nella fuga dei 41 da solo. Entra e fa incetta di punti. La maglia a pois blu alla fine sarà sua.

Fausto MASNADA. 7. Il ragazzo della Quick Step entra nella fuga di giornata che si forma solo dopo 50 km di autentica battaglia sul filo dei 55km/h. Con Masnada ci sono anche Jan Bakelants (Intermarché Wanty Gobert), Marc Soler (UAE), Dario Cataldo (Trek Segafredo), Raul Garcia (Kern Pharma), Davide Villella (Cofidis), Vincenzo Nibali (Astana), Xandro Meurisse (Alpecin), Lawson Craddock (Bike Exchange), Omer Goldstein e Alessandro De Marchi (Israel Premier Tech), Rudy Molard e Thibaut Pinot (Groupama FDJ), Richard Carapaz e Tao Geoghegan Hart (Ineos), Nicolas Prodhomme (Ag2r Citroen), Nelson Oliveira e Carlos Verona (Movistar), Gotzon Martin e Mikel Iturria (Euskaltel), Jose Manuel Diaz, Daniel Navarro e Jetse Bol (Burgos), Sam Oomen, Robert Gesink e Mike Teunissen (Jumbo Visma), Sergio Higuita, Danny Van Poppel e Matteo Fabbro (Bora Hansgrohe), Gino Mader, Edoardo Zambanini e Jasha Sutterlin (Bahrain Victorious), Daniel McLay, Elie Gesbert, Lukasz Owsian e Clement Russo (Arkea Samsic), Merhawi Kudus, James Shaw, Mark Padun, Julius Van den Berg e Hugh Carthy (EF).

Jay VINE. 17. L’obiettivo di giornata è uno e uno solo: difendere la maglia a pois dall’assalto di Richard Carapaz che è lì a 29 punti dal corridore della Alpecin. La giornata per l’australiano inizia però nel peggiore dei modi: dopo soli 20 km finisce per le terre con Carlos Rodriguez, Quentin Pacher, Mads Pedersen, Mark Padun e altri corridori. Prende una bella botta e si deve ritirare. Peccato.

Samuele BATTISTELLA. 19. Il ragazzo dell’Astana era una delle note liete di questa Vuelta, il nome nuovo che noi tutti appassionati abbiamo incominciato ad imparare. Niente da fare, anche lui deve fare armi e bagagli e tornarsene a casa con febbri e bronchiti, al pari di Bruno Armirail.

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Carlos Rodriguez
8 settembre 2022 19:51 Bosc79
Voto 10 con lode! Un esempio di volontà di non arrendersi e resilienza da grande campione!!! Impressionante Eric Mass se avesse metà del coraggio di questo ragazzo sarebbe lui in maglia rossa!!!

@ bosc
8 settembre 2022 21:18 titanium79
Si, lo penso anch'io. Sto' ancora ridendo che Nibali non ha mai fatto bene in 2 Gt annui ( citazione presa da chi di ciclismo ne sa' 🤣 ). Eh...questi account cattivi che ce l'hanno con lui. 🤣

Incredibile Stagi!
8 settembre 2022 23:15 pickett
"é probabile che Rodriguez paghi la caduta"Ma l'ha visto com'era ridotto?E ha pure avuto il coraggio di dargli un'insufficenza!

Vittoria di tappa
9 settembre 2022 00:01 Bullet
Se avesse vinto gesink penso non avrebbe rubato niente ma lo hanno preso lo stesso. Io non vedo evenepoel con tutto questo margine, fortuna sua non c'è una squadra che possa fare un attacco frontale forte su più salite.

Se la memoria non m’inganna
9 settembre 2022 00:28 speed
2010 : 3 al giro - 1 alla vuelta -
2013 : 1 al giro - 2 alla vuelta -
2017: 3 al giro - 2 alla vuelta -
Mentre i gt , giro tour o tour vuelta mai andati a genio

Mas poca personalità
9 settembre 2022 07:38 Plinio di Lato
Magari se avesse continuato nel suo passo ed avesse staccato tutti, tranne Evenepoel ovviamente, non improbabile che arrivati in due soli all'arrivo, lo Evenepoel lo avrebbe fatto vincere (ce lo si poteva attendere da Evenepoel). Invece, senza coraggio, si è beccato un secca sconfitta.

@ speed
9 settembre 2022 08:41 titanium79
Ricordi bene, esatto. Il problema e' che nel forum , secondo un'utente, non e' cosi. Il bello poi, che se sceivi qualcosa, vieni additato ad account multiplo.

@ Bosc79
9 settembre 2022 10:18 Albertone
Rodriguez è da 11. Davvero impressionante la resilienza di questo ragazzo.
Se Evenepoel vincerà a Madrid, deve dire anche grazie anche a chi non ci ha creduto fino in fondo

x titanium79
cosa dirti ? i fatti dimostrano che spesso è meglio tacere, piuttosto che sparare sentenze su tutto e tutti, andando a cozzare contro statistiche e albi d'oro.

Resilienza
9 settembre 2022 12:03 Bosc79
@titanium79 @Albertone è questa la parola chiave che la federazione ciclistica dovrebbe sponsorizzare a grande voce ai comitati regionali/provinciali per vedere crescere i nostri giovani ciclisti!! Watt e vittorie hanno poca importanza o meglio sono secondarie invece di cercare delle società Irlandesi........

Esilarante
9 settembre 2022 12:59 Buzz66
Mi fate morire dal ridere…pur di non riconoscere il merito ad Evenepoel di aver dominato la Vuelta, finora…ci si attacca al; “può ringraziare chi non ci ha creduto fino in fondo..”
Pazzesco.😂😂😂
Poi, se dovesse succedere il ribaltone, tutti pronti con…”lo avevo detto, io”!
La proverbiale obiettività del tifoso italiano medio

remco e la tappa di ieri
9 settembre 2022 13:56 italia
Se fossi stato in remco ieri avrei fatto vincere Mas; il quale sarebbe stato appagato della vittoria e sarebbe stato più tranquillo. Forse remco ha pensato di essere piu' forte di questi e quindi non ha bisogno di dare piaceri; ma mi domando se oggi non so a 25 km dall'arrivo cade, fora pensate che Mas non lo aspetti o lo attacchi?

@Buzz66
9 settembre 2022 14:00 Bosc79
Obiettività del Tifoso medio Italiano? Ma da quale mente geniale sorge questa considerazione? Mahhh......mi stupisco che nel 2022 non si possono avere pensieri e idee diverse!!! Dilettante!!!

fortuna
9 settembre 2022 14:43 fransoli
il pizzico di buona sorte ci vuole, il ritiro di Roglic ha senza dubbio tolto parecchio al finale di Vuelta, e pertanto il risultato finale sarà sempre messo in discussione dai "ma se" come il Tour di Nibali (anche in quel caso gli avversari più ostici si ritirarono ed erano dietro in classifica).. comunque si potrebbe anche dire che gli altri sono fortunati visto che Evenepoel in salita sta correndo praticamente senza squadra... dimostrando una grande resilienza

Rosiconi
9 settembre 2022 15:01 lupin3
X la vostra gioia l'infante vince la sua prima corsa a tappe di tre settimane, dopo liegi e San Sebastian sappiamo come. Vai Remco falli rosicare

@ bosc79
9 settembre 2022 17:59 titanium79
Notare che per sviare l'attenzione dalla boiata detra su Nibali, a ruota escono 3 account a darsi man forte. Incredibile. 🤣

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Alla presentazione degli eventi primaverili RCS la scorsa settimana c'era pure Moreno Moser, vincitore nel 2013 della Strade Bianche. Dalla corsa senese giovane ma già mitica, e rinnovata quest'anno con doppio circuito finale e distanza complessiva di 215 chilometri, parte...


Il mese di marzo è alle porte e si comincia a sentire profuno di primavera, almeno per quel che riguarda il ciclismo. E la primavera, come preambolo alle grandi classiche, porta con sé l'appuntameto con le prime gare a tappe...


Q36.5 introduce Elemental: la nuova collezione per la primavera e l’estate del 2024. La nuova collezione si compone di due linee capisaldo del marchio bolzanino: Dottore Pro e Gregarius Pro. Nei prodotti Dottore Pro, Q36.5 utilizza un tessuto tridimensionale caratterizzato da un tempo di asciugatura più...


La Coppa San Geo che si corre sabato 24 febbraio con partenza da Ponte San Marco e arrivo a San Felice del Benaco, fin dalla sua prima edizione è stata seguita, descritta, corteggiata e vinta da giornalisti e corridori che...


Il più giovane della squadra è il lucchese Pini che compirà 19 anni il 7 marzo prossimo; quello con la maggiore età invece Senesi classe 2002. E’ una squadra giovane, tutta di under 23 la lucchese Gragnano Sporting Club-La Seggiola,...


“Aspettando…… il Tour de France” che partirà da Firenze il 29 giugno, arriva sabato prossimo la Firenze-Empoli, la classica promossa dai compianti Paolo Marcucci e Renzo Maltinti nel 1988 e che da allora apre in Toscana la stagione dei dilettanti....


Oggi, 14 anni fa, morì Vanni Pettenella. Grazie al Comune di Milano, e in particolare al Municipio 9, ho dato parole e voce a questo podcast sulla vita e i miracoli di un pistard geniale e semplice. A ricordo di...


La tappa più dura del Tour du Rwanda arriva già al terzo giorno su otto: sette Gran Premi della Montagna in 140 chilometri a premiare il giusto mix di tenuta e potenza. Un tragitto da Huye a Rusizi che premia...


In un ciclismo amatoriale che oggi sembra trasformato, continua a crescere la passione per il Gravel, del resto è piuttosto evidente che i nuovi appassionati si moltiplichino alla velocità della luce e con loro le manifestazioni dedicate in tutta la...


Un vero e proprio festival della UAE Team Emirates nella seconda tappa dell'UAE Tour, la crono di 12 km disputata con partenza e arrivo ad Al Hudayriyat Island. Ad imporsi è stato Brandon McNulty che ha pedalato a 53, 978...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi