DUE GIORNI MARCHIGIANA. DA DOMANI I BIG SI DANNO BATTAGLIA A CASTELFIDARDO

DILETTANTI | 20/05/2022 | 13:36
di Alessandro Brambilla

Domani col Gran Premio Santa Rita scatta la Due Giorni Marchigiana 2022. Le due competizioni unite da una challenge a punti si svolgeranno con partenza e arrivo nel territorio comunale di Castelfidardo, attiva cittadina adagiata sulle colline dell’entroterra di Ancona. L’egida organizzativa della Due Giorni è dello Sporting Club Sant’Agostino di patron Bruno Cantarini. Domani gli elite e under 23 disputeranno il Gran Premio Santa Rita di 172 chilometri, gara dall’altimetria molto impegnativa con partenza alle 13, 30. Inizialmente verrò ripetuto 13 volte un circuito di 6, 200 chilometri. Ultimata la percorrenza del tredicesimo giro i concorrenti faranno rotta verso Sant’Agostino di Castelfidardo, percorrendo un tratto in salita. Da Sant’Agostino inizierà la serie dei 7 giri finali.


Al Gran Premio Santa Rita parteciperà Michael Belleri, vincitore di una delle due prove della Due Giorni Marchigiana 2021. Belleri avrà il numero uno e la maglia della Biesse-Carrera. Il team di matrice bresciana ha iscritto al “Santa Rita” anche il veronese Carlo Alberto Giordani reduce da cimenti su pista in cui ha indossato la maglia della Nazionale. La Zalf-Euromobil-Desiree per il Santa Rita punterà sui passisti scalatori, in particolare Riccardo Verza, Simone Raccani e Davide De Pretto. Gli sportivi presenti sulle colline di Castelfidardo potranno incitare i corridori dell’Aran – Vejus, della Beltrami-Tsa-Tre Colli che schiererà, tra gli altri, il cronoman azzurro Andrea Piras e Thomas Pesenti. Domani a Castelfidardo correranno altresì gli alfieri Sissio Team, Calzaturieri Montegranaro, Campana Imballaggi Geo Tex. I promettenti Giosuè Epis e Christian Bagatin sono tra gli iscritti della Carnovali-Rime-Sias, mentre le Cycling Team Friuli dovrebbe schierare Matteo Milan e Daniel Skerl. Il bresciano Matteo Furlan sarà la punta della D’Amico, e nel cast ci saranno pure i boys in maglia nero-orange della Futura Team Rosini gestita da Franco Chioccioli, vincitore del Giro d’Italia 1991. Riguardo gli iscritti alla gara di domani, c’è Walter Calzoni che correrà griffato Gallina-Ecotek-Lucchini con quotazione in rialzo. La General Store -Essegibi-Curia punterà al successo con Samuele Carpene e Francesco Busatto, la Hopplà-Petroli Firenze farà altrettanto con Lorenzo Quartucci e Luca Cretti. Emanuele Ansaloni è uno dei corridori iscritti a Castelfidardo da Michele Coppolillo, diesse del team InEmilia Romagna, il neozelandese Paul Wright invece correrà alla Due Giorni con maglia MG.K Vis – Colors For Peace, team che farà gareggiare anche italiani.


Il lecchese Andrea Colnaghi è nato nel ’97 e con la maglia Onec Team vorrebbe prendersi delle belle soddisfazioni. La Due Giorni Marchigiana è per lui una ghiotta occasione. In gara ci saranno anche i ragazzi della Valle Seriana-Cene, Solme Olmo, Parkpre Racing Team. La Corratec dovrebbe avere il ligure Marco Murgano particolarmente agguerrito. Contribuiranno a rendere elettrizzante la gara  i portacolori di Gaiaplast Bibanese, Trentino Cycling Team, Trevigiani-Energia Pure, Velo Racing Palazzago, Viris Vigevano. La Work Service ha iscritto al Gran Premio Santa Rita anche Samuele Zambelli, vincitore della Coppa San Geo 2022. Al Santa Rita si vedranno le maglie delle Nazionali di Ucraina, Uzbekistan,  e il team UC Monaco.   

Il Trofeo Comune di Castelfidardo di 180 chilometri costituirà la seconda prova della Due Giorni Marchigiana; è in programma domenica (ore 13, 30) con un profilo altimetrico che strizza l’occhio ai passisti veloci. Saranno dieci i giri da compiere con rettilineo d’arrivo adiacente alle scuole Cerretano, ovvero nella parte bassa di Castelfidardo. Le squadre di scena saranno le medesime del Santa Rita, ma con svariate differenze tra i titolari. La Zalf ad esempio punterà sulle doti da velocista di Cristian Rocchetta ( numero 1 di gara, vincitore passata edizione ). Sempre in riferimento agli iscritti, tra quelli della Work Service c’è l’azzurro della pista Davide Plebani. In ogni prova della Due Giorni è prevista la partecipazione di 173 corridori. 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Nella giornata più difficile per la Jumbo-Visma, Primož Roglič ancora una volta è stato il corridore che ha dovuto pagare il conto più alto. Lo sloveno è finito a terra insieme a Caleb Ewan, a causa di una balla di...


Simon Clarke ha realizzato il suo sogno. L’australiano della Israel-Premier Tech, che lo scorso inverno era ancora senza contratto ed è tormatoin sella grazie alla fiducia che gli è stata data dal suo nuovo team, ha realizzato il suo sogno...


Tadej Pogačar è stato ancoa una volta il migliore fra gli uomini di classifica e archivia con un sorriso la temutissima tappa del pavé: «Temevo tutti i pericoli che oggi potevano accadere, ho sentito parlare della caduta nel gruppo ma...


Simon CLARKE. 10 e lode. Il 35enne australiano fa vedere a tutti come fa un ciclista finito per la fatica a vincere con quel poco e con quel tutto che gli rimane. Colpo di reni, colpo di mano, colpo d’occhio,...


«Bisogna conoscere il pavé» vale per tutti: corridori, pubblico e addetti ai lavori. Detto che oggi al Tour ne abbiamo viste di tutti i colori - quello che forse le telecamere non mostrano alla Roubaix perché concentrate solo sui battistrada...


Incredibile Primož Roglič! Lo sloveno della Jumbo Visma si è lussato una spalla nella caduta di cui è stato vittima e se l'è rimessa a posto da solo, prima di ripartire. «Una moto staffetta ha colpito una una balla di...


Spettacolo e risultati clamorosi ci si attendeva dalla tappa del pavé: non siamo stati delusi. C'è un vincitore di tappa che è Simon Clarke che batte al fotofinish Taco van der Hoorn, c'è un vincitore di giornata per quanto riguarda...


Ancora Vos, è la trentaduesima volta per l’olandese nella corsa rosa: 32 successi al Giro in una carriera costellata di successi. Appena qualche giorno fa la “cannibale” aveva sbaragliato la concorrenza con una volata incredibile ad Olbia, con tanta emozione...


Silvia Persico l’aveva sognata, sperata e anche studiata per bene. Oggi si arrivava a “Berghem” la sua città, una piccola capitale e centro di una tradizione che solo la gente che è cresciuta qui può veramente capire. La portacolori del...


Si è spento nella giornata di ieri Gedeone Rebellin, papà di davide, il corridore più esperto del gruppo professionistico. Era statp lui, grande appassionato di ciclismo, a mettere in sella il figlio: Davide racconta infatti che «Da bambino papà Gedeone...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach