CON IL TEAM UCRAINO, IL «BELVEDERE» CORRE PER LA PACE

DILETTANTI | 14/04/2022 | 14:02

E’ ufficiale: il Giro del Belvedere si prepara ad accogliere una 35a formazione, lunedì 18 aprile a Villa di Cordignano (Treviso). Il Team Eurocar-Grawe, squadra di categoria UCI Continental proveniente dall’Ucraina, sarà ai nastri di partenza della classica internazionale U23.


Un gesto all’insegna della solidarietà per gli organizzatori della Pro Belvedere, possibile grazie all’intermediazione di Lorenzo Carrara, nei confronti di un team che sta vivendo le sofferenze del conflitto bellico in atto. La compagine ucraina guidata dal direttore sportivo Oleksii Kasianov, ha infatti sede a Vyshgorod, un quartiere di Kiev, e annovera tra le proprie fila soltanto atleti locali.  


“A 10 km dalla nostra sede il territorio ucraino è stato occupato dai separatisti, che hanno distrutto edifici di ogni tipo e commesso le peggiori atrocità contro il nostro popolo – ha commentato Kasianov -. Siamo rientrati in Ucraina il 23 febbraio dopo un buon training camp in Turchia e pronti a venire a correre in Italia, ma il giorno dopo è scoppiata la guerra e siamo dovuti rimanere ad aiutare il nostro paese”.

Il team ucraino è infatti arrivato in Italia solamente il 31 marzo e ha debuttato pochi giorni dopo al Trofeo Piva. A Pasquetta sarà ai nastri di partenza del Giro del Belvedere e già questo rappresenta una grande notizia: “Dopo un mese rinchiusi nei rifugi anti-bomba, abbiamo lasciato famiglie e amici per lottare sul nostro fronte, quello del ciclismo – ha proseguito Kasianov –. Parlare di obiettivi sportivi oggi ci risulta difficile perché in Ucraina non ci siamo allenati per un mese, ma per noi prendere parte a questa corsa rappresenta già un successo. Nelle gare italiane vediamo un livello molto alto, sia negli atleti che nell’organizzazione delle corse.”

Soddisfatto anche il responsabile del Comitato Organizzatore Gianfranco Carlet: “Da qualche settimana lavoravamo a questa operazione, ma fino all’ultimo non c’era la certezza che sarebbe andata in porto. Abbiamo comunque conservato il 35° posto a disposizione al Team Eurocar-Grawe perché ci tenevamo a regalare un momento di serenità attraverso il ciclismo a ragazzi che stanno soffrendo in prima persona in questo triste momento per tutto il mondo”. 

NOVITA’ SULLA GRIGLIA DI PARTENZA

Un’altra novità dell’ultim’ora, dovuta ai numerosi infortuni di questo inizio di stagione, è il doppio avvicendamento nella lista delle squadre ai nastri di partenza: gli olandesi della WPGA Cycling Amsterdam subentrano agli statunitensi della EF Education-Nippo, mentre lo Zappi Racing Team (Regno Unito) prende il posto dei polacchi della  HRE Mazowsze Serce Polski.

Il percorso dell’83a edizione del Giro del Belvedere è quello classico di 166,2 Km, caratterizzato da due anelli da ripetere rispettivamente 14 e 2 volte. Nella prima parte il momento clou è in corrispondenza della salita della “Conche”, mentre nel circuito finale la gara avrà i suoi highlights sull’ascesa del Montaner dal versante di Borgo Canalet, e sull’impegnativo strappo di Via delle Longhe.

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il dramma di Davide Rebellin sembra non voler trovare una conclusione: l'autopsia, inizialmente fissata dalla Procura di Vicenza per il 13 dicembre, è stata infatti spostata a lunedì 19. Ad eseguirla è stato chiamato il medico legale Vito Cirielli. Lo...


Chi pedala per necessità in città lo sa bene, freddo e pioggia possono diventare una vera noia da affrontare negli spostamenti di tutti i giorni. Il commuter urbano avrebbe bisogno di una giacca versatile, calda, impermeabile, antivento e dotata anche...


È tutto finito. La B&B Hotels abbassa la saracinesca, non ci sarà una prossima stagione. Lo ha comunicato questa mattina Jerome Pineau, come riporta il quotidiano Le Telegramme. In una call conference durata due ore con tutti i corridori e...


Non era mai stato fermo così tanto tempo: Primoz Roglic ha ripreso a pedalare la settimana scorsa dopo uno stop di otto settimane a seguito dell'inervento chirurgico subito alla spalla, lesionata nella caduta della 16a tappa della Vuelta España. «L'intervento...


Nairo Quintana si è deciso al grande passo: dopo quattordici anni di vita in comune e due figli, il campione colombiano ha chiesto a Yeimy di sposarlo. E per farlo ha scelto di rispettare le tradizioni: proposta fatta in...


E’ nata il 6 dicembre Sofia Sangalli. E’ la primogenita di Giovanni Sangalli, il figlio dello storico cartografo delle corse rosa e altro ancora, Cesare Sangalli, i cui lavori sono distinti dalla celebre sigla “C.San.”, riconosciuto marchio di qualità, scomparso...


Non ha ancora un contratto per il 2023, ma da più di un mese Edward Ravasi è tornato ad allenarsi a buona intensità in vista della nuova stagione. Il 2022 è stata una di quelle annate da lasciarsi rapidamente alle...


Dopo i Beat Yesterday Awards di giovedì scorso, abbiamo raccolto qualche battuta da Filippo Ganna, reduce dall'intervento agli occhi che gli permetterà di affrontare il ritiro Ineos di Maiorca e tutto il resto della sua carriera e della sua vita...


La morte di Davide Rebellin approda al Parlamento Europeo. «Il 30 novembre scorso, l'ex campione di ciclismo Davide Rebellin, è morto investito da un camion durante un allenamento in bicicletta in provincia di Vicenza. Secondo le ricostruzioni della procura, l'investitore...


Gli olandesi Nki Terpstra e Yoeri Havik sono i primi leader della Sei Giorni di Rotterdam. Per i due tulipani ès tata una serata perfetta, la prima di gara, vistoc he hanno guadagnato un giro sugli avversari grazie ai 100...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach