L'ORA DEL PASTO. L'ANGELO DEI NAVIGLI

NEWS | 27/01/2022 | 07:58
di Marco Pastonesi

E’ l’Angelo dei Navigli. Non vola, ma pedala, rema, si tuffa e nuota. E recupera. Finora – non ha mai tenuto il conto, ma più o meno - ottocento biciclette e un imprecisato numero di monopattini e scooter.


Simone Lunghi ha cinquant’anni, è di Vigevano, non ha sfondato né negli studi (Isef abbandonata sul più bello, pentendosene) né nello sport (però nazionale di canoa, mai vantandosene), ha collezionato una quantità di lavori tutti nello sport (istruttore di nuoto, allenatore di pallanuoto, insegnante di fitness, tra i pionieri dello spinning e dello step), non solo in Italia ma anche all’estero (perfino a Manhattan), poi si è innamorato dei Navigli, i canali che ancora attraversano Milano, e lì ha moltiplicato la propria attività. Di lui e con lui si parlerà oggi, alle 19, nello Sport Photography Museum di Miano (via Niccolò Jommelli 24, ingresso libero con regole anti Covid).


“I Navigli – spiega Lunghi – sono il cuore e l’anima della città. Senza i Navigli non ci sarebbe stato il Duomo, non ci sarebbero stati né il Milan né l’Inter, neanche la Settimana della moda, e la Milano-Sanremo sarebbe partita da un’altra parte. Li ho percorsi avanti e indietro da canoista e canottiere, da sub e con la voga veneta. Sono stato il primo a circumnavigare Milano, un giro di 200 chilometri, in canoa e bicicletta. Li ho esplorati e conosciuti per valorizzarli e difenderli. La prima azione, istintiva, è stata quella di pulirli. Ho cominciato raccogliendo bottiglie e lattine, sono passato ripescando ruote e biciclette, quasi tutte appartenenti ai bike-sharing. Prima le bici le tiravo su io, adesso ne segnalo la posizione alle varie società. Non è che mi sia tirato indietro, è che così si evitano altri atti vandalici mentre le bici, sui bordi dei canali, aspettano di essere recuperate e, se possibile, risistemate”. Una volta Lunghi ha ritrovato due bici legate insieme: “Una Rossignoli e una senza marca. Il bello è che la Rossignoli ha sede a Milano in corso Garibaldi e l’altra aveva un adesivo che ne certificava il passaggio a Pavia in corso Garibaldi. Insomma, era stato il destino a unirle. Slegate e restaurate, sono state poi messe all’asta per beneficenza”.

L’Angelo dei Navigli (“La qualifica mi è stata data da un giornalista, è piaciuta, si va avanti così”), con tanto di Ambrogino d’oro (premiato nell’edizione 2021), è vulcanico: “I Navigli sono strade liquide e palcoscenici mobili. Organizzo gite ed escursioni sui Navigli, perché bisogna riscoprire le radici, ma anche le alghe, della nostra città. E organizzo anche concerti in canoa e in tandem. L’acqua è musica, la bici è musica, la vita è musica e sport”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Dries DE BONDT. 10 e lode. Il 30enne passistone belga fa filotto e si porta a casa di tutto e di più: traguardi volanti e quello finale. Prende di tutto, perché lui dopo la beffa di Reggio Emilia (è stato...


Ancora un secondo posto al Giro per Edoardo Affini, il corridore della Jumbo-Visma che dallo scorso ann, sta inseguendo una vittoria di tappa alla corsa rosa. Affini oggi aveva deciso di provare a vincere, con la consapevolezza che le uniche...


Come già accaduto nella prima tappa, Remco Evenepoel impone la sua legge nella terza frazione del Tour of Norway, la Gol - Stavsro di 175 km. Il belga della Quick Step Alpha Vynil a staccato tutti per andare a cogliere...


Non sono su Twitter (per incassare insulti mi basta Facebook, almeno non sono anonimi), non sono su Twitter eppure alla partenza mi mostrano un tweet di Jacopo Guarnieri: “C'è qualcosa di peggio dei giornalisti che si lamentano di una corsa...


Ha vinto un miracolato. Lo sa, lo dice, lo racconta: «Sul traguardo ho lanciato un urlo di incredulità! Ho sempre cercato di inseguire i miei sogni, sono diventato sempre più forte e oggi ho realizzato quel sogno. Siccome più è...


Dopo tante corse al servizio di Girmay e Kristoff, Andrea Pasqualon si ritaglia un giorno da protagonista e vince il Circuit de Wallonie. Nel classico appuntamento belga, il veneto della Intermarché ha preceduto l francese Zingle della Cofidis con Phikippe...


Quarto posto di Davide Gabburo nella diciottesima tappa del Giro d’Italia, con arrivo a Treviso. Tappa che avrebbe dovuto essere l’ultimo arrivo per velocisti della Corsa Rosa, ma i 4 attaccanti impongono un ritmo forsennato e sorprendono tutti. Tra loro...


Velocisti beffati, De Bondt in festa, Affini con il sogno infranto. E la maglia bianca di Lopez finita lontano lontano. Sono questi i verdetti della diciottesima tappa del Giro d'Italia, la Borgo Valsugana-Treviso che tutto è stato tranne che una...


Il francese Jason Tesson ha vinto allo sprint la prima tappa della Boucles de la Mayenne. Il portacolori della St Michel Auber ha preceduto sul traguardo di Andouillé l'olandese Bram Weletn e il francese Thomas Boudat. Per Tesson si tratta...


Grande serenità da parte dei primi tre in classifica dopo il ritiro di Joao Almeida, contagiato dal covid: «Nessun pericolo, sulle salite si è sempre mantenuto a distanza da noi». Imbarazzo di Carapaz e Hindley per le critiche che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach