L'ORA DEL PASTO. ELIO VA A ROTTA DI COLLO

LIBRI | 26/12/2021 | 08:15
di Marco Pastonesi

“Gentili signore e signori buon giorno, buona visione e buon ascolto da Barcellona, in Spagna, e più precisamente dal circuito del Montjuich, da dove stiamo per trasmettervi le fasi della partenza del Campionato del Mondo di ciclismo professionisti su strada...”.


Elio. Trent’anni. Grafico aspirante fumettista. Ha avuto momenti migliori, nella vita. Adesso, senza genitori, senza fidanzata, senza amante, senza lavoro, si aggrappa al ciclismo. La sua passione. Mette su una videocassetta e se la gode.


“Ultimi trecento metri. Merckx, Ocana! Lo sprint è lanciato! Lo scatto di Maertens! Lo affianca Gimondi! Gimondi! Gimondi! Gimondi!! Gimondi!!! E’ Campione del Mondo!!! Felice Gimondi è Campione del Mondo!!!”.

Valerio Aiolli ha scritto “A rotta di collo” (edizioni e/o, 214 pagine, 14 euro), un libro del 2002, miracolosamente ritrovato in un bookcrossing, crocicchio di libri e viandanti, libri per viandanti e viandanti per libri. Il suo Elio scandisce i giorni, le azioni, gli episodi a suon di pedali e pedivelle. Merito del nonno, che lo interrogava sulla storia del ciclismo.

“Millenovecentotrentasei. Quante tappe?”. Se non specifica, intende il Giro d’Italia. “Ventuno” risposi sicuro. “Chilometri totali?”. “Tremilasettecento...”. “Ventuno!” quasi gridò il nonno. “Tremilasettecentoventuno. Ventuno tappe e tremilasettecentoventuno chilometri. E’ facile!”.

Mica tanto.

“Media oraria finale di Bartali?”. “Trenta chilometri l’ora?” buttai là. “Trentuno!” ribatté il nonno con un principio di indignazione. “Trentuno e spiccioli!”.

Gli esami non finiscono mai.

“Proviamo col Giro di Lombardia del quarantasei” mi salvò il nonno. “I primi tre”. Ma ormai ero troppo confuso per riuscire a rispondere. Balbettai a fatica un: “Coppi...”, ma fu il nonno a dover aggiungere: “... Casola e Motta!”. Lo stavo deludendo come non lo avevo mai deluso. Tentò ancora con la media finale di Coppi al Tour del quarantanove, ma quando titubante risposi: “Trentuno?”, il nonno capì che non c’era niente da fare. “Trentadue!” sbraitò picchiando un pugno sul tavolo. “Trentadue e spiccioli! Mi dici che cosa ti succede, Elio?”.

Succede che Elio è coinvolto in una storia di speculazioni e corruzione. E rimpiange il candore di quando pedalava. “Ottenuto il permesso di spostarmi in bicicletta per tutta la città – un lunedì di settembre del 1973, il giorno dopo la vittoria di Gimondi al Montjuich – non ho più alzato, per così dire, il culo dal sellino”. Era “quello aerodinamico ma impegnativo della Bianchi-Campagnolo (con il doppio cambio, per i rocchetti e per la moltiplica. Con il manubrio ricurvo fasciato di nastro adesivo assorbente grigio. Con le guaine verdi dei fili dei freni che si incrociavano sopra la ruota anteriore. Con la sella dura, attenzione ai foruncoli, e il cinturino per fissare il piede al pedale da stringere prima della volata. Con il portaborraccia e la borraccia, le ruote senza i parafanghi. In cinque parole: la bicicletta di Felice Gimondi)”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Con la cronometro a squadre all'interno del Velodromo Monti di Padova è scattato il Giro del Veneto per dilettanti che si concluderà sull'Ossario del Pasubio il 2 luglio. Successo della Zalf Euromobil Désirée Fior (Acco, Cattelan, Faresin, Guzzo, Portello, Rocchetta,...


È stata presentata questo pomeriggio a Sarnico la sesta tappa del giro d'Italia Donne, la Sarnico-Bergamo, che si disputerà il prossimo 6 luglio. La corsa rosa, organizzata dalla PMG Sport di Roberto Ruini, potrà godere quest'anno di due ore di...


Ancora il Team Bahrain Victorious nell'occhio del ciclone a pochi giorni dalla partenza del Tour de France. L'indagine di polizia iniziata un anno fa al Tour, promossa dalla procura di Marsiglia, torna d'attualità in maniera prepotente e il team ha...


Giovedì 30 giugno il via del Girodonne 2022 vedrà in partenza anche una nutrita selezione del Team Isolmant Premac Vittoria, alla sua seconda presenza in questa manifestazione (la quinta in assoluto). “Per noi rimane la manifestazione più importante della stagione...


La Quick Step Alpha Vynil annuncia gli otto per il Tour de France ma, e non potrebbe essere diversamente, a far notizia sono i nomi che mancano: Julian Alaphilippe e Mark Cavendish. Se del velocista britannico si sapeva da tempo,...


Senza Miguel Angel Lopez ma con tanta Italia: è questa la formazione che la Astana Qazaqstan schiera per il Tour de France, che scatta venerdì a Copenaghen. Alexey Lutsenko è il leader della squadra: dopo il settimo posto dell'anno scorso,...


Torna questa sera alle 20.30 su Bike l'appuntamento con Scatto e Controscatto, la rubrica settimanale dedicata al grande ciclismo. In studio ci saranno Francesca Cazzaniga e Pier Augusto Stagi e come ospite in collegamento Filippo Zana, il nuovo campione italiano,...


La Trek Segafredo ha scelto gli otto uomini che prenderanno parte al Tour de France: al via ci saranno Mads Pedersen, Bauke Mollema, Jasper Stuyven, Giulio Ciccone, Alex Kirsch, Toms Skujins, Quinn Simmons e Tony Gallopin. «Il grande obiettivo -...


L’UAE Team Emirates ha svelato i nomi dei corridori che parteciperanno al Tour de France 2022, in programma dall’1 al 21 luglio con partenza da Copenaghen, Danimarca. La formazione emiratina affronterà le 21 tappe guidata dal vincitore delle ultime due...


Dieci giorni in maglia rosa e maglia bianca sulle spalle alla fine di un Giro d’Italia durissimo. Juan Pedro Lo­pez è stato la sorpresa più interessante delle scorse tre settimane. Il 24enne basco della Trek Segafredo è sbocciato sulle strade...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach