ALAPHILIPPE: «IN MAGLIA IRIDATA HO VISSUTO UN ANNO STRAORDINARIO»

MONDIALI | 22/09/2021 | 10:42
di Francesca Monzone

Sabato scorso la Francia ha salutato il suo Julian Alaphilippe che proprio in Belgio, alla Primus Classic, per l’ultima volta ha indossato la maglia arcobaleno, prima di rimetterla in palio la prossima domenica a Lovanio. La maglia bianca con l’arcobaleno sul petto, Alaphilippe adesso l’ha dovuta mettere nel cassetto, anche se, tutti lo sanno che campioni del mondo si rimane per tutta la vita.


La Primus Classic è stato il capolinea di un anno che si è tinto di arcobaleno per il francese, che lo scorso il 27 settembre 2020, all'autodromo di Imola, ha regalato al mondo intero uno spettacolo straordinario. Sono state le campane del campanile della chiesa di Brakel, nelle Ardenne fiamminghe a dare il via all’ultima corsa di Alaphilippe con la maglia iridata. Con lui c’era la compagna Marion Rousse e il loro piccolo Nino. L’ultima notte in maglia iridata il francese l’ha trascorsa con la sua squadra, la Deceuninck-Quick Step, all'hotel Schamrock di Tielt e proprio in questo hotel, Lulù ha voluto scattare un’ultima foto con i suoi compagni che per un anno hanno corso intorno a quella maglia iridata.


Tanti i pensieri nella testa del campione, perché per lui il 2021 resterà un anno speciale, quello della vittoria al Tour con la maglia di campione del mondo e quello della nascita di suo figlio Nino. «La squadra mi aveva consigliato di correre quest’ultima gara prima del Mondiale – ha raccontato Alaphilippe all’Equipe – ed è stato meglio correre che rimanere da solo ad allenarmi tante ore al giorno. La Primus Classic, nella mia vita resterà per sempre l'ultima gara da campione del mondo».

Sono stati 198 i chilometri percorsi dalla maglia iridata di Alaphilippe e ad ogni chilometro,il francese ha fatto le sue riflessioni, attimi indimenticabili di un anno che per lui resterà irripetibile. «Ogni chilometro percorso, mi sono ripetuto che sarebbe stato un chilometro in meno alla fine di un anno così speciale». La corsa è stata un tributo ad Alaphilippe con la vittoria di un uomo della Deceuninck, il connazionale Florian Sénéchal, che dopo il traguardo ha aspettato Lulù per abbracciarlo e che domenica vedremo ancora correre insieme con la maglia dei Blues.

Selfie e autografi, hanno fatto da sfondo a quelle ultime ore di Alaphilippe con la sua maglia bianca e l’arcobaleno infinito. Julian poi è tornato da Nino e Marion e gli ultimi abbracci e foto con quel simbolo così forte sono stati per loro. Alaphilippe dopo la Primus Classic, è rimasto in Belgio e ieri il tecnico francese Thomas Voeckler ha comunicato i nomi dei suoi uomini, che domenica cercheranno di difendere il titolo conquistato un anno fa. Con Alaphilippe ci saranno altri 8 corridori, perché la Francia, grazie al titolo conquistato lo scorso anno, avrà un uomo in più. Ci saranno Christophe Laporte, Florian Senechal e Anthony Turgis, uomini perfetti su un percorso da Classica. Con la maglia blu ci sarà anche Benoit Cosnefroy, terzo agli Europei di Trento la scorsa settimana, e ancora Remi Cavagna, Valentine Madouas, Arnaud Demare e Clement Russo.

Copyright © TBW
COMMENTI
Straordinario si
22 settembre 2021 19:29 titanium79
Ma un'annata come il 2019, dove perse la gialla a pochi giorni dalla fine, temo non la vedremo piu'. Involuzione ?

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Lo straordnario bagno di folla con cui la Gran Bretagna accolse il Tour de France nel 2014 (edizione poi vinta da Vincenzo Nibali, che mise la sua firma anche in Inghilterr, vincendo la tappa di Sheffield e conquistando la...


Reduce da un 2021 tormentato - dall'infortunio al ginocchio che lo ha costretto allo stop per diversi mesi, fino alla ricerca di una vittoria solo sfiorata sulle strade della Vuelta - Andrea Bagioli rinnova il contratto e rimarrà con la...


Gianni Moscon lascerà oggi l'ospedale universitario Torrette Lancisi di Ancona con un sorriso in volto largo così: il trentino, infatti, non dovrà subire alcun intevento al cuore. Gli esami svolti ieri dal professor Antonio Dello Russo, affiancato dal dottor Roberto...


«Ero un ragazzino scatenato, uno "da collegio" e posso dire che la bicicletta e il ciclismo sono stati la mia salvezza, mi hanno evitato di prendere strade sbagliate quando avevo 16-17 anni». È un Vincenzo Nibali con tanta vogla di...


Alejandro Valverde non si ferma ma rilancia per l'ultima volta: «Lo dico con assoluta chiarezza: il 2022 sarà il mio ultimo anno da ciclista professionista. Non ci sarà una pagina ulteriore della mia storia in bici» ha detto il quarantunenne...


Athletica Vaticana è diventata membro ufficiale dell’Unione ciclistica internazionale e domani ci sarà il battesimo ufficiale. Il riconoscimento per Vatican Cycling (sezione della polisportiva Athletica Vaticana) è avvenuto venerdì 24 settembre a Leuven, grazie all'abile lavoro diplomatico sportivo di Renato...


Il Team BikeExchange si assicura la medaglia olimpica Kelland O'Brien per le stagioni 2022 e 2023. Il 23enne australiano ha conquistato il bronzo nell'inseguimento a squadre a Tokyo e ora concentrerà tutta la sua attenzione sulla strada con il team...


La stagione agonistica si è appena conclusa e ancora una volta chiediamo ai lettori di esprimere il proprio voto per eleggere il miglior tecnico italiano della stagione. Insieme ad alcuni grandi saggi, abbiamo selezionato una rosa di sette tecnici per...


L'Oscar tuttoBICI Gran Premio Mapei riservato alle Allieve vede quest'anno il netto trionfo di Federica Venturelli, portacolori della Cicli Fiorin Lombardia. Federica ha dominato la stagione chiudendo con 186 punti, ben 70 in più rispetto a Valentina Zanzi della POL....


Anticipata dal Resto del Carlino, la notizia del ritorno del Giro d’Italia a Reggio Emilia dopo cinque anni trova subito conferma in un messaggio via social del sindaco Luca Vecchi. «E’ ufficiale: il Giro d'Italia 2022 farà tappa a Reggio...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO
SONDAGGIO
OSCAR TUTTOBICI 2021. SCEGLIETE IL MIGLIOR TECNICO ITALIANO DELL'ANNO
I voti dei lettori saranno conteggiati insieme a quelli di una giuria di addetti ai lavori e giornalisti specializzati





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI