FIANDRE 2021. SCATTA L'ALLARME PIPI': «DOVE CI FERMEREMO A FARLA?»

MONDIALI | 21/09/2021 | 13:52
di Francesca Monzone

Un Mondiale ha tante problematiche e tra queste c’è quella sollevata dai corridori sugli spazi in cui potranno fermarsi per fare pipì. Potrebbe sembrare un problema da poco, magari un problema che fa sorridere, ma così non è affatto: a causa del numero elevato di spettatori previsti sulla strada, i corridori hanno chiesto degli spazi appositi dove potersi fermare per i loro bisogni fisiologici.


È stato il corridore Yves Lampaert a sollevare il problema in TV dopo la cronometro di domenica, quando ha visto la gran quantità di tifosi accalcati lungo il percorso. «Domenica prossima ci saranno ancora più persone sulla strada - ha detto Lampaert -, spero che ci vengano segnalate zone dove possiamo fermarci lungo il lato della strada. Perché correre 270 chilometri senza nemmeno poter fare pipì non è facile».


La risposta è arrivata dagli organizzatori che consigliano ai corridori di cogliere il prima possibile, uno spazio per momenti di pipì. «La folla sarà su tutto il ciglio della strada dall'inizio alla fine della corsa e in quale modo noi potremo trovare il giusto spazio per le nostre necessità»? Ma se ci saranno le zone per gettare carte e borracce, non ci saranno spazi designati per permettere ai corridori di fare pipì lungo il percorso, per tanto dovranno fermarsi appena troveranno un punto adatto, cercando di organizzarsi tutti insieme.

«Non ci saranno aree speciali senza pubblico – ha detto Van Herreweghe, autore del percorso Mondiale -. Tra Anversa e Lovanio, vale a dire nel tratto in linea, ci saranno alcune zone con vegetazione e isolate e i corridori potranno fermarsi lì e dovranno sfruttare quei momenti».

Ma se Lampaert ha sollevato il problema, la soluzione è stata trovata da Thomas De Gendt, che ha suggerito l’utilizzo di una borraccia vuota. «L’unica soluzione è svuotare la borraccia e utilizzarla per le nostre necessità – ha detto De Gendt –: mi viene in mente il Tour, anche li il pubblico è veramente tanto, ma troviamo sempre degli spazi dove fermarci e lo facciamo in gruppi numerosi da 50 o 60 corridori. Poi se proprio non dovessimo trovare spazi liberi, l'unica altra opzione,sarebbe quella di svuotare una bottiglia d'acqua e poi farci la pipì dentro».

Copyright © TBW
COMMENTI
Questione non semplice.
21 settembre 2021 21:08 Albertone
Lassu' si corre in strade fazzoletto con persone ovunque. Non è certo semplice. Nel caso basta chiedere al CT Fransoli. Ha la soluzione per tutto su questo forum. Girategli la questione

Mondiali
23 settembre 2021 11:28 Ugomari0505
Forse era un problema da porsi diverso tempo prima e non a ridosso della manifestazione, comunque dei bagni chimici come usano mettere a qualsiasi festa campestre e cantiere edile potrebbe essere la soluzione

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Reduce da un 2021 tormentato - dall'infortunio al ginocchio che lo ha costretto allo stop per diversi mesi, fino alla ricerca di una vittoria solo sfiorata sulle strade della Vuelta - Andrea Bagioli rinnova il contratto e rimarrà con la...


Gianni Moscon lascerà oggi l'ospedale universitario Torrette Lancisi di Ancona con un sorriso in volto largo così: il trentino, infatti, non dovrà subire alcun intevento al cuore. Gli esami svolti ieri dal professor Antonio Dello Russo, affiancato dal dottor Roberto...


«Ero un ragazzino scatenato, uno "da collegio" e posso dire che la bicicletta e il ciclismo sono stati la mia salvezza, mi hanno evitato di prendere strade sbagliate quando avevo 16-17 anni». È un Vincenzo Nibali con tanta vogla di...


Alejandro Valverde non si ferma ma rilancia per l'ultima volta: «Lo dico con assoluta chiarezza: il 2022 sarà il mio ultimo anno da ciclista professionista. Non ci sarà una pagina ulteriore della mia storia in bici» ha detto il quarantunenne...


Athletica Vaticana è diventata membro ufficiale dell’Unione ciclistica internazionale e domani ci sarà il battesimo ufficiale. Il riconoscimento per Vatican Cycling (sezione della polisportiva Athletica Vaticana) è avvenuto venerdì 24 settembre a Leuven, grazie all'abile lavoro diplomatico sportivo di Renato...


Il Team BikeExchange si assicura la medaglia olimpica Kelland O'Brien per le stagioni 2022 e 2023. Il 23enne australiano ha conquistato il bronzo nell'inseguimento a squadre a Tokyo e ora concentrerà tutta la sua attenzione sulla strada con il team...


La stagione agonistica si è appena conclusa e ancora una volta chiediamo ai lettori di esprimere il proprio voto per eleggere il miglior tecnico italiano della stagione. Insieme ad alcuni grandi saggi, abbiamo selezionato una rosa di sette tecnici per...


L'Oscar tuttoBICI Gran Premio Mapei riservato alle Allieve vede quest'anno il netto trionfo di Federica Venturelli, portacolori della Cicli Fiorin Lombardia. Federica ha dominato la stagione chiudendo con 186 punti, ben 70 in più rispetto a Valentina Zanzi della POL....


Anticipata dal Resto del Carlino, la notizia del ritorno del Giro d’Italia a Reggio Emilia dopo cinque anni trova subito conferma in un messaggio via social del sindaco Luca Vecchi. «E’ ufficiale: il Giro d'Italia 2022 farà tappa a Reggio...


A poco più di sei mesi dallo spettacolo dell’edizione 2021, il Tour of the Alps è pronto a svelare le proprie carte per il 2022, quando dal 18 al 22 Aprile i più importanti campioni internazionali di ciclismo torneranno a sfidarsi sulle strade dell’Euregio,...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO
SONDAGGIO
OSCAR TUTTOBICI 2021. SCEGLIETE IL MIGLIOR TECNICO ITALIANO DELL'ANNO
I voti dei lettori saranno conteggiati insieme a quelli di una giuria di addetti ai lavori e giornalisti specializzati





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI