DUMOULIN. «SONO FELICE COME UN BAMBINO»

PROFESSIONISTI | 17/06/2021 | 08:17
di Francesca Monzone

Tom Dumoulin è tornato a vincere, non solo sulla strada, ma anche nella sua vita, perché il titolo nazionale a cronometro conquistato ieri per l’olandese è il più bello di tutti.


Per Dumoulin questo è il quarto titolo nazionale a cronometro e durante la gara ha fatto registrare anche il tempo parziale più veloce, un risultato importante che fa ben sperare per le Olimpiadi di Tokyo.


«Nella seconda parte della gara il caldo è aumentato. Le gambe si sono leggermente stancate. È stata dura - ha detto Dumoulin sorridendo -, ma posso dire di aver recuperato bene dopo la settimana di corsa in Svizzera. Ho fatto un'ottima cronometro inseguendo i miei obiettivi. Se avessi corso una cronometro in questo modo qualche anno fa, sarei stato molto soddisfatto».

L’olandese lo scorso dicembre aveva deciso di prendersi una pausa e scendere dalla bici, perché non sentiva più l’amore per le corse e il ciclismo. Poi all’improvviso ha deciso di tornare e in Svizzera ha ripreso a gareggiare. «Adesso so di essere vicino al livello che voglio raggiungere. In Svizzera la mia condizione è migliorata giorno dopo giorno, sono tornato ad amare le corse e a riprovare quella sensazione ha continuato a crescere. Sono molto contento del titolo che ho conquistato, perché questa è davvero una vittoria per me stesso».

Una vittoria cercata e voluta e una prova che ha portato consapevolezza a Tom Dumoulin, che adesso può guardare alle Olimpiadi con più serenità. «Non è facile tornare al livello che avevo, ma sto migliorando in modo graduale. Questi chilometri sulla bici da crono sono molto importanti in vista dei Giochi. Solo la mia base deve diventare un po’ più stabile e adesso sono più fiducioso per il futuro. Sono felice come un bambino per questa vittoria. Era passato molto tempo dall'ultima volta che avevo vinto una gara. Dei quattro titoli a cronometro che ho conquistato ai Campionati Nazionali Olandesi, questo mi sembra il più speciale».

Copyright © TBW
COMMENTI
Grande
17 giugno 2021 15:49 frakie
Bravo. Un mastino. Spesso ha lottato solo, senza squadra a supportarlo. Qualche volta ha perso, vedi la vuelta di Aru, altro volte ha vinto, vedi il giro d'Italia, che rischiava di perdere per un disturbo intestinale in un'epica tappa col doppio Stelvio. Per me un grande.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Se non l'avessi vissuta dal vivo, stenterei a crederci. È successo davvero: l'Italia del ciclismo è nell'Olimpo. Il quartetto azzurro si è tramutato d'oro firmando un nuovo record del mondo: 3'42”032. La Danimarca, che tanto ci ha fatto innervosire negli...


Doppio colpo per la Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux che annuncia l'ingaggio dei norvegesi Alexander Kristoff, vincitore di 79 gare tra i prof, e di Sven Erik Bystrøm, ex campione del mondo U23. L'esperto duo di Stravanger sta attualmente gareggiando per l'UAE Team...


Sventola la bandiera colombiana sul traguardo della seconda tappa della Vuelta Burgos 2021. Juan Sebastian Molano, velocista 26enne della UAE Team Emirates, ha ottenuto la prima affermazione stagionale anticipando sulla linea bianca il veneto Alberto Dainese (Team DSM).Terzo gradino del podio...


Anche in Romania sventola il tricolore. Andrea Guardini si è aggiudicato la prima tappa del Tour of Szeklerland, da Târgu Mureș a Odorheiu Secuiesc di 124 chilometri. Lo sprinter del team Giotti Victoria Deu Savini ha regolato l'austriaco Daniel Auer...


Cambia decisamente volto la Bora Hansgrohe per le prossime stagioni e lo fa annunciano i contrati triennali firmati con Jai Hindley, Sergio Higuita e Marco Haller. «La firma di Jai, Sergio e Marco è un passo importante verso un'ulteriore mutamento...


Doppio annuncio per la Groupama FDJ che ingaggia per le prossime due stagioni Quentin Pacher e Michael Storer. Il 29enne francese e il 24enne australiano, recente vincitore del Tour de l'Ain, rafforzeranno il gruppo degli scalatori del team francese. ...


Grandissima emozione in casa Biesse Arvedi Premac! Il nostro Francesco Lamon, con Simone Consonni, Jonathan Milan e Filippo Ganna regala un oro storico all'Itala nel quartetto e il record del mondo. Francesco ha sposato il progetto Arvedi Cycling, fortemente voluto...


Ivano Fanini nella sua carriera di scopritore di talenti, ne ha lanciati davvero tanti e tra questi c'è anche Marco Villa, attuale tecnico della nazionale italiana e responsabile della pista. Con Fanini, Villa ha vinto un mondiale, quindi è naturale...


L’avventura olimpica della nazionale italiana al velodromo di Izu continua domani con l’omnium che vedrà impegnato a Elia Viviani.Il veronese è campione olimpico uscente anche se la specialità da Rio 2016 è completamente cambiata: allora erano sei specialità in due...


Il primo vagone, colui che apre le danze, che fa carburare i motori e lancia i compagni. Francesco Lamon verrà ricordato come il grande apripista di questo quartetto azzurro che ha fatto la storia: «La partenza è delicata perché non devo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI