UAE. ULISSI E GAVIRIA PUNTE PER IL GIRO

PROFESSIONISTI | 30/09/2020 | 09:26

Con ancora negli occhi le immagini del successo al Tour de France, l’UAE Team Emirates focalizzerà la sua attenzione sul prossimo capitolo della stagione, ovvero il Giro d’Italia, in programma dal 3 al 25 ottobre.


La corsa prenderà il via dalla Sicilia e proporrà già alla terza tappa l’arrivo in salita sul Monte Etna, test importante per chi coltiverà ambizioni di classifica. Il percorso si snoderà poi lungo la penisola per terminare a Milano con una cronometro individuale.


La formazione emiratina affronterà la gara con varie opzioni, a partire da Fernando Gaviria per le volate, in aggiunta a Diego Ulissi, Valerio Conti e Joe Dombrowski come uomini in grado di animare la corsa, così come mostrato nella scorsa edizione della Corsa Rosa.

Il Team Manager Matxin Fernandez (Spa), assieme ai direttori sportivi Marco Marzano (Ita), Bruno Vicino (Ita) e all’assistente tecnico Paolo Tiralongo (Ita), guideranno i seguenti 8 atleti: Fernando Gaviria (Col), Brandon McNulty (USA), Max Richeze (Arg), Joe Dombrowski (USA), Sebastian Molano (Col), Diego Ulissi (Ita), Valerio Conti (Ita) e Mikkel Bjerg (Den).

Matxin Fernandez (Team Manager) commenta: “Abbiamo dato corpo a questa formazione partendo da varie considerazioni. Vorremmo dare a Brandon McNulty l’opportunità di mettersi in luce e di vedere fino a che livelli può arrivare, senza però caricarlo di pressioni o ponendo rigidi obiettivi. Diego Ulissi e Valerio Conti sono corridori affidabili e rodati per questo scenario, avranno la libertà di muoversi per andare a caccia di successi di giornata. Dombrowski ha già dimostrato un buon feeling con il Giro d’Italia, ci aspettiamo una sua conferma. Mikkle Bjerg avrà un posto di valore assieme a Maximiliano Richeze e Juan Sebastian Molano nel treno che avrà il compito di condurre Gaviria nelle volate. Inoltre, sia Bjerg che McNulty potranno misurarsi nelle prove a cronometro”.
 
Diego Ulissi a sua volta aggiunge: “Sono come sempre entusiasta all’idea di partire per il Giro. Senza un leader designato per la classifica generale, potremo muoverci con una buona libertà, sia nelle frazioni mosse che in quelle dal profilo altimetrico meno impegnativo.
Arrivo all’appuntamento rosa al termine di un buon periodo di preparazione, dopo aver finalmente trovato in Lussemburgo il successo che avevo sfiorato quest’anno in più occasioni. Mi auguro di rivivere sulle strade del Giro le stesse sensazioni. Potremo contare anche su due giovani talentuosi, come Brandon e Mikkel, sarà interessante aiutarli e consigliarli con la mia esperienza al loro debutto al Giro”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il nuovo leader della Vuelta di Spagna è l'ecuadoriano Richard Carapaz, che ha tolto a Primoz Roglic la maglia rossa della classifica generale. Adesso il corridore della Ineos Grenadiers è al comando della corsa con un vantaggio di 18” su...


Caro Nibali, finisce qui il calvario. Per te e per noi. Non neghiamolo: si avverte anche un certo senso di liberazione. In un Giro nato di suo già parecchio sconclusionato, per i motivi inevitabili che sappiamo, s'è dovuto incassare pure...


D come dubbio. Nel senso di incertezza, dilemma. Al Giro ne sono stati sollevati di continuo: la maggior parte sono rimasti sospesi in aria. Bellino è il direttore generale di Rcs o un giudizio tecnico su questo Giro? Perché si...


Tao Geoghegan Hart ce l’ha fatta, ha vinto il Giro d’Italia. I pronostici non avevano sbagliato, sulla carta veniva dato come netto favorito nei confronti di Jai Hindley e alla fine la strada lo ha confermato. Una crono incredibile, la...


Palermo, Camigliatello Silano, Valdobbiadene e Milano: Filippo Ganna firma uno straordinario poker in un Gior d’Italia che non potrà mai dimenticare e che lo consacra tra i grandi. Per la prima volta, dopo aver divoratouna pizza nella lunga attesa sulla sedia...


Vincenzo Nibali ha chiuso il suo Giro d'Italia con il trentesimo posto nella cronometroa 1'27" da Super Ganna e con il settimo posto finale a 8'15" dal sorprendente vincitore Tao Geoghegan Hart. «E’ stato un anno difficile, complicato, nel quale...


Jai Hindley è lo sconfitto di giornata, anche se il suo Giro d’Italia è stato davvero eccezionale. «Ovviamente in questo momento sono molto deluso e il risultato è difficile da accettare. Ma sarò sempre orgoglioso di quello che ho fatto...


Ion Izagirre mette a segno il colpaccio nella sesta tappa della Vuelta, la Biescas - Sallent de Gállego. Aramón Formigal di 146. km. Lo spagnolo della Astana è stato il migliore sui Pirenei spagnoli, è entrato nella fuga che ha...


Al termine dell'edizione 103 del Giro d'Italia il presidente Renato Di Rocco ha commentato: "Milano ha accolto il Giro con un disciplinato entusiasmo, dimostrando ancora una volta la maturità del pubblico del ciclismo. La corsa rosa ci dice che lo...


Tao Geoghegan Hart è il re del Giro d'Italia, Filippo Ganna firma il poker di vittorie. È questo il verdetto della crono decisiva della corsa rosa: i 15, 7 chilometri della Cernusco sul Naviglio-Milano hanno regalato al campione del mondo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155