MONDIALI. I BOOKMAKERS DICONO VAN AERT E ALAPHILIPPE

MONDIALI | 24/09/2020 | 14:58

Potrebbe essere una rivincita della Milano-Sanremo. Così gli analisti di Stanleybet.it vedono i campionati mondiali di ciclismo su strada, in programma domenica sul circuito di Imola, con partenza e arrivo nell’Autodromo. I favoriti sono infatti Wout van Aert e Julian Alaphilippe, proprio i due che all’inizio di agosto si sono giocati la Classicissima. Il belga potrebbe bissare il successo ottenuto in Riviera, visto che ha la quota più bassa, 4,00, mentre il francese si ferma a 6,00. 


Il tracciato (quasi 260 chilometri) è duro, con nove giri di un circuito che presenta tratti superiori al 10% di pendenza. Adattissimo anche al veterano danese Jakob Fuglsang, che ad agosto ha vinto il Lombradia, poi si è nascosto: a 10 il suo successo iridato.  Dura per gli italiani, anche se la tradizionale compattezza della squadra azzurra ha fatto talvolta miracoli. Ulissi, riporta agipronews, è a 20, Nibali addirittura a 30, il giovane Bagioli a 75. Tra i nomi più accreditati, i due sloveni che hanno monopolizzato il Tour de France: il battuto, Primoz Roglic, vale 10, mentre il vincitore, il baby fenomeno Tadej Pogacar, si gioca a 12.  Quanto agli altri, occhio al canadese Michael Woods e allo svizzero Marc Hirschi, che con le sue fughe a lunga gittata ha animato più di una tappa del Tour: entrambi sono a 12 su Stanleybet.it, mentre il polacco Michal Kwiatkowski è dato a 15.


Copyright © TBW
COMMENTI
quote
24 settembre 2020 15:20 fransoli
Valverde a 20 è da giocarsi senza indugio, fra l'altro la Spagna mi pare la squadra più attrezzata per controllare la corsa su un percorso duro come quello che affronteranno. Sinceramente Alejando lo metterei sullo stesso livello di Van Aert, Fuglsand e Alaphilippe. Il francesino perà mi lascia qualche perplessità, l'ultima settimana di tour mi pare sia andata un pò in calando. Il Belgio è la squadra con più talento, avere diversi soluzioni può essere un vantaggio se non si innescano gli antagonismi in seno alla squadra. Pidcock a venti mi pare una follia, va bè che è giovane e forte, che ha stravinto il giro u23, ma se vince il mondiale si devno ritarare in diversi. Piuttosto non capisco l'assenza deli Yates, soprattutto Simon io lo avrei messo fra i papabili vinctori

quote bis
24 settembre 2020 15:25 fransoli
Roglic a 10, addiruttura dato a meno di Pogacar (12) mi pare sballato, vista la condizione fisica e morale con cui sono usciti dal Tour. Hirshi lo danno a 12, ma non è più che un outsider secondo me, anche lui deve fare i conti con i postumi di una caduta.

G b
24 settembre 2020 18:00 fido113
PIDCOK favorito, ha sempre gareggiato per vincere e non teme nessuno. Io me lo gioco
secco.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Nella giornata in cui il Giro d'Italia è tornao a Madonna di Campiglio, Mario Cipollini è intervenuto a “Sulle strade del Giro”, la trasmissione di Radio 1 Rai dedicata alla trasmissione in diretta delle fasi finali della tappa della corsa...


Primo atto della "due giorni della verità" di questo Giro d'Italia 103. I 203 km dolomitici da Bassano del Grappa a Madonna di Campiglio premiano l'australiano Ben O'Connor della NTT, che con un attacco decisivo a 8 km dall'arrivo cancella la...


Il direttore del Giro d'Italia Mauro Vegni ha confermato in diretta tv il cambiamento della tappa di sabato: «Sullo Stelvio ci andiamo sicuramente - ha esordito Vegni - ma siamo costretti ad annunciare il cambiamento della penultima tappa del Giro....


Yves Lampaert scrive il suo nome nell'albo d'oro della Tre Giorni di La Panne vincendo per distacco l'ultima classica belga della stagione. Classica peraltro condizionata dal forte vento, al punto che gli organizzatori sono stati costretti a cancellare un giro...


F come fantasmi. Nel senso di team che sono in gara, ma nessuno se ne accorge. Corrono all’insaputa di tutti, a volte anche di loro stessi. E’ una vecchia abitudine della corsa rosa, col tempo diventata obbligo: per regolamento deve...


Il timbro verrà messo tra poche ore, ma ormai è certo che non si disputerà nella sua forma originale la tappa numero 20 del Giro d'Italia, quella dell'Agnello e dell'Izoard. Come avevamo riportato questa mattina, le previsioni meteo annunciano neve...


Tutti si aspettano la tappa di domani, con arrivo a Cancano, per le dure salite che i concorrenti troveranno lungo il percorso. In realtà, dettaglio da non sottovalutare, sarà la discesa della Stelvio. 21 km dentro un freezer. Sulla cima...


Tornava ieri a correre inun grande giro dopo due anni, ha subito accumulato un distacco importante - più di 11 minuti - ma non si è aasolutamente preoccupato. Stamame, infatti, Chris Froome twitta così dalla Spagna:«Battesimo del fuoco per il...


La decisione definitiva verrà presa domani, alla luce delle più aggiornate previsioni meteo, ma di ora in ora calano le possibiltà di salire al Colle dell'Agnello e quindi all'Izoard. Le previsioni meteo, infatti, in questo momento non danno grande speranza...


È veramente difficile trovare ultimamente un marchio oltre a POC che si sia distinto di più per il design dei prodotti, forme innovative sempre connesse alla performance, questo sia chiaro. Il noto brand svedese ha portato una vera ondata di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155