LOPEZ. «UNA VITTORIA PER MIA MOGLIE E MIO FIGLIO»

PROFESSIONISTI | 16/09/2020 | 20:34
di Francesca Monzone
La Colombia oggi è tornata a far festa: anche se sono lontani i giorni pieni di colore sui Pirenei e dei balli di gruppo, Miguel Angel Lopez ha onorato il suo popolo. “Per me vincere su queste montagne a oltre 2300 metri di altitudine, è stato come correre sulle strade di casa”.
Il colombiano dell’Astana è nato a Pesca a oltre 3000 metri di altitudine e in molti, sapevano che oggi lui sarebbe stato uno dei possibili vincitori. “Con la squadra eravamo molto fiduciosi, aspettavamo questa tappa, perché era un terreno adatto a noi. Abbiamo veramente lavorato tanto e abbiamo lottato per conquistare questa vittoria”.
Vincere oggi non era facile, il finale è stato terribile con 21 chilometri di salita fino al traguardo di Meribel con il Col de La Loze, che hanno fatto saltare tanti corridori. Commosso Lopez, fino alle lacrime mentre raccontava la sua impresa: questa vittoria è per la sua famiglia, per sua moglie e suo figlio, nato lo scorso anno poco prima del Giro d’Italia. Un legame forte quello tra il capitano dell’Astana e la sua famiglia, tanto che la sua squadra per lui ha creato dei programmi di allenamento speciali,che può seguire rimanendo nella sua terra.
Lo scorso anno venne raggiunto in Colombia da due compagni di squadra e un massaggiatore, per permettergli di rimanere vicino alla moglie nell’ultimo periodo di gravidanza. “Questa vittoria è per mia moglie e per mio figlio. Per me è molto difficile stare lontano da loro, ma questo è il mio lavoro e loro sono sempre nei miei pensieri. Sono così emozionato per questa vittoria, è difficile spiegare la mia felicità. Abbiamo lavorato veramente tanto, non è stato facile raggiungere questo obiettivo e già pensiamo a quello che possiamo fare nei prossimi giorni per migliorare”.
Lopez oggi ha vinto e alle sue spalle Roglic è arrivato con 15” di ritardo, con Pogacar terzo a 30”. E’ cambiata quindi anche la classifica generale, con Lopez adesso sul terzo gradino del podio a 1’26” dal leader.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Festa grande, questa sera, nel ritiro della nazionale femminile per il bronzo conquistato da Elisa Longo Borghini. Una fetta di torta, un brindisi e un grande applauso ma... senza esagerare perché mercoledì c'è la Freccia Vallone e la stagione è...


In tre giorni Anna van der Breggen ha conquistato due maglie iridate. Dopo essersi aggiudicata il campionato del mondo a cronometro giovedì, è tornata ad alzare le braccia al cielo all'Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola imponendosi oggi...


A Imola questa mattina c’è stata la consueta conferenza con il presidente dell’UCI David Lappartient affiancato dal presidente della Federciclismo Renato Di Rocco. Tre i temi affrontati dal numero uno del ciclismo mondiale: il doping, la sicurezza e il cattivo...


Il nemico più infido e subdolo è ancora tra noi, lo sapete bene tutti, e non bisogna abbassare la guardia. Anzi, bisogna... alzare la mascherina. Lo spiega bene anche Valerio Agnoli in un breve filmato realizzato per la Regione Lazio...


Un grazie a tutte le sue ragazze e quella medaglia al collo che ha un sapore tutto speciale. E’ un bronzo diverso questo che da, ad Elisa Longo Borghini, certezze per il futuro, per essere lei, un domani, ad avere...


Dopo il titolo nazionale e quelli europei e mondiali a cronometro (e quello al Giro Rosa, tanto per gradire) Anna Van der Breggen mette in cascina in questo fantastico 2020 la vittoria ai Mondiali in linea femminili nell'Autodromo Enzo e...


Dopo aver conquistato il decimo titolo italiano tra le Donne Elite (29 in totale in carriera) Eva Lechner sarà impegnata in Coppa del Mondo MTB da martedì 29 settembre a domenica 4 ottobre a Nove Mesto nella Repubblica Ceca. Con...


Arrivano buone notizie per Remco Evenepoel. Venerdì, infatti, gli esami svolti all'ospedale AZ di Herentals hanno mostrato che il recupero di Remco Evenepoel dalla frattura pelvica sta procedendo nella giusta direzione. Finalmente il belga non ha più bisogno delle stampelle...


Filippo Baroncini, 20 anni del team Beltrami TSA Marchiol, ha vinto la gara nazionale di San Michele di Paive, nel Trevigiano, valida per il 27simo Memorial Polese per elite e under 23. Il corridore ravennate ha preceduto il tricolore a...


Il quartetto juniores del Friuli Venezia Giulia ha conquistato il titolo italiano dell'Inseguimento a squadre al velodromo Ottavio Bottecchia di Pordenone. Nella finale, Manlio Moro, Alessio Portello, Alessandro Malisan, Bryan Olivo e Jacopo Cia, quest'ultimo impiegato nelle qualifiche, hanno superato...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155