TREK SEGAFREDO. MOLLEMA E NIBALI PER UN GRANDE LOMBARDIA

PROFESSIONISTI | 14/08/2020 | 10:34

Per un Lombardia che non ha orecedenti nella storia, la Trek Segafredo mette in campo due corridori che questa classica momumento l’hanno già vinta: Bauke Mollema (2019) e Vincenzo Nibali (2015 e 2017, oltre al secondo posto nel 2018).

Bauke Mollema arriva al Lombardia dopo aver ottenuto il secondo posto nella quarta tappa della Route d’Occitanie e il sesto nella classifica finale del Tour de l'Ain. «Tornare in Lombardia dopo la vittoria dello scorso anno, la più importante della mia carriera, è speciale. Ripenso ancora al momento dell'attacco e a tutto il finale, a quando ho potuto alzare le braccia al cielo. Ho voluto tornare quest’anno per onorare una delle gare che amo di più. Essere al via di un monumento con il numero uno è fantastico e mi rende assolutamente orgoglioso di quello che sono riuscito a fare».
E ancora: «Durante il lungo periodo di stop sono riuscito a mantenere un buon livello di condizione e le due gare a tappe mi hanno dato conferma della mia forma. Mi sono messo alla prova con rivali importanti e sono soddisfatto. Con un po’ più di fortuna, avrei anche potuto ottenere una vittoria, ma sono contento di dove sono. Con la gara di sabato inizia un periodo intenso che mi porterà al Tour de France. Ma il Lombardia non è una gara in preparazione della Grande Boucle, sono motivato e voglio puntare di nuovo alla vittoria».

Da parte sua Vincenzo Nibali non ha mai nascosto i suoi sentimenti affettuosi per la "Classica delle foglie morte": «Non ho mai nascosto che la Lombardia è la Classica che più si addice alle mie caratteristiche e quella che più mi attrae, tecnicamente parlando. Dal 2005, il mio primo anno da professionista e la mia prima esperienza in Lombardia, questa Classica ha sempre avuto un cerchio rosso sul mio calendario. Tuttavia, l'edizione di quest'anno è molto diversa rispetto al passato. Negli anni in cui ho dato il massimo, arrivavo a questa corsa con tanti giorni di gara nelle gambe. Di solito un finale di stagione intenso mi permetteva di portare il livello della mia condizione al massimo, o quasi al massimo. Ora, ho pochi giorni di competizione nelle gambe e, nonostante il feeling alla Milano-Sanremo sia stato buono, ci sono ancora troppe variabili da tenere in considerazione per sabato. È davvero difficile avere un'idea chiara di come potrebbe essere la gara, ma sono fiducioso e spero di poter fare una buona gara. Alla Milano-Sanremo mi è mancato un po' di brillantezza, ma i segnali sulla condizione mi hanno confermato che sono nella direzione giusta. Inoltre, non dimentichiamo che con me ci sarà una squadra ben attrezzata».

Gli italiani Giulio Ciccone, Gianluca Brambilla e Nicola Conci daranno il massimo supporto in salita ai due capitani così come Koen de Kort e Jacopo Mosca si metteranno a loro disposizione in ogni fase della corsa.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Festa grande, questa sera, nel ritiro della nazionale femminile per il bronzo conquistato da Elisa Longo Borghini. Una fetta di torta, un brindisi e un grande applauso ma... senza esagerare perché mercoledì c'è la Freccia Vallone e la stagione è...


In tre giorni Anna van der Breggen ha conquistato due maglie iridate. Dopo essersi aggiudicata il campionato del mondo a cronometro giovedì, è tornata ad alzare le braccia al cielo all'Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola imponendosi oggi...


A Imola questa mattina c’è stata la consueta conferenza con il presidente dell’UCI David Lappartient affiancato dal presidente della Federciclismo Renato Di Rocco. Tre i temi affrontati dal numero uno del ciclismo mondiale: il doping, la sicurezza e il cattivo...


Il nemico più infido e subdolo è ancora tra noi, lo sapete bene tutti, e non bisogna abbassare la guardia. Anzi, bisogna... alzare la mascherina. Lo spiega bene anche Valerio Agnoli in un breve filmato realizzato per la Regione Lazio...


Un grazie a tutte le sue ragazze e quella medaglia al collo che ha un sapore tutto speciale. E’ un bronzo diverso questo che da, ad Elisa Longo Borghini, certezze per il futuro, per essere lei, un domani, ad avere...


Dopo il titolo nazionale e quelli europei e mondiali a cronometro (e quello al Giro Rosa, tanto per gradire) Anna Van der Breggen mette in cascina in questo fantastico 2020 la vittoria ai Mondiali in linea femminili nell'Autodromo Enzo e...


Dopo aver conquistato il decimo titolo italiano tra le Donne Elite (29 in totale in carriera) Eva Lechner sarà impegnata in Coppa del Mondo MTB da martedì 29 settembre a domenica 4 ottobre a Nove Mesto nella Repubblica Ceca. Con...


Arrivano buone notizie per Remco Evenepoel. Venerdì, infatti, gli esami svolti all'ospedale AZ di Herentals hanno mostrato che il recupero di Remco Evenepoel dalla frattura pelvica sta procedendo nella giusta direzione. Finalmente il belga non ha più bisogno delle stampelle...


Filippo Baroncini, 20 anni del team Beltrami TSA Marchiol, ha vinto la gara nazionale di San Michele di Paive, nel Trevigiano, valida per il 27simo Memorial Polese per elite e under 23. Il corridore ravennate ha preceduto il tricolore a...


Il quartetto juniores del Friuli Venezia Giulia ha conquistato il titolo italiano dell'Inseguimento a squadre al velodromo Ottavio Bottecchia di Pordenone. Nella finale, Manlio Moro, Alessio Portello, Alessandro Malisan, Bryan Olivo e Jacopo Cia, quest'ultimo impiegato nelle qualifiche, hanno superato...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155