EVENEPOEL. «IL LOMBARDIA SARA' IL PRIMO MONUMENTO DELLA MIA CARRIERA E IO...»

PROFESSIONISTI | 10/07/2020 | 11:33

Remco Evenepoel si sta allenando con i compagno di squadra della Deceuninck Quick Step in Val di Fass e tra meno di tre settimane si schiererà al via della Vuelta a Burgos, la prima gara ufficiale UCI della squadra dopo la pandemia di COVID-19. Pochi giorni dopo, lo attende il Tour de Pologne, che rappresenterà il suo debutto stagionale nel WorlTour.

«Sarà la mia prima volta in Polonia e non vedo l'ora di esserci -, ha detto Remco -. Correrò senza alcuna pressione, anche perché i miei obiettivi principali sono più avanti nella stagione. Ma vedremo come mi sentirò e se l'occasione si presenterà, di certo non la sprecherò. Se mi sentissi davvero bene, potrei comunque puntare ad una tappa o anche alla classifica generale, vedremo».

Ma la grande attesa è per sabato 15 agosto: Il Lombardia sarà il primo “monumento” che Evenepoel affronterà in carriera. «Cercherò di arrivarci in ottime condizioni. È una gara bellissima e prestigiosa e ne ho già parlato con il team. Avremo una formazione forte in quanto sarà molto dura: se devo confrontarlo con una gara che ho già fatto, penso alla Clasica San Sebastian, ma mi aspetto che sia ancora più dura. Il clima sarà un fattore quest'anno con temperature che potrebbero facilmente superare i 30 gradi. Mi aspetto tante difficoltà, altrimenti che monumento sarebbe?».

Dopo Il Lombardia, Evenepoel affronterà il campionato nazionale a cronometro prima di difendere il suo titolo europeo nella stessa specialità. «Come campione europeo e medaglia d'argento ai campionati del mondo, non posso mirare a nient'altro che alla vittoria nel campionato nazionale. Sarebbe sciocco se dicessi che punto alla top 5, anche se avrò avversari di altissimo livello. Ci sono almeno altri cinque cronometri di livello mondiale in Belgio, quindi finire quinto ad un paio di secondi dal vincitore è uno scenario perfettamente realistico. I campionati nazionali saranno la mia prima crono dallo scoppio del coronavirus. L'unico modo per esercitarsi nelle prove a cronometro è di simularli sull'allenamento: è un appuntamento che sto preparando bene e sarò pronto per il 20 agosto. E a seguire, punterò a confermarmi campione europeo della specialità».

Nell’ultimo fine settimana di agosto, Evenepoel farà il suo debutto nelle gare di un giorno vicino a casa, ovvero la Druivenkoers Overijse il 29 agosto e la Brussels Cycling Classic, il giorno successivo: «Non vedo l'ora di trascorrere il weekend di corsa nella mia città natale . Una delle salite nel Brussels Cycling Classic, la Keperenberg, è a soli tre chilometri da dove vivo, quindi conosco bene i percorsi. Sarà bello correre così vicino a casa con il Wolfpack».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Su un percorso completamente rinnovato rispetto alle passate edizioni, quelle che si sono concluse con la doppia scalata del Colle di Superga, torna in scena oggi la Milano-Torino che riscopre il suo vecchio ruolo di apripista per la Sanremo. Proprio...


Qualità e tecnicità sono due voci che precedono da sempre il marchio Assos e nessun appassionato ne fa mistero, posizionando spesso quanto prodotto dalla storica azienda svizzera ai primi posti delle proprie preferenze. Il completo Equipe RS rappresenta la punta...


Montegrotto Terme (Pd) riparte dal ciclismo con una volata lunga un intero mese. Il Campionato Italiano Juniores allestito dal Gs Work Service Brenta, inizialmente programmato per il 14 giugno scorso, si disputerà sabato 5 settembre.La macchina organizzativa condotta dal patron Massimo...


Il conto alla rovescia è terminato, tutto è pronto per la partenza del 77esimo Tour de Pologne - UCI World Tour che prenderà il via oggi dallo stadio Slaski di Chorzów con una tappa di apertura lunga 198 km. I...


Dopo la cancellazione della quasi totalità degli eventi in programma, l’agosto 2020 della categoria Under23-Elite si profilava come un mese desolante. La voglia di fare qualcosa per uscire dallo stallo di questa situazione, ha portato Gianni Pederzolli - team manager...


  Alla fine ce l'hanno fatta, correndo da grandi protagonisti anche l'ultima serata: Davide Plebani e Stefano Moro (Rosti) si sono aggiudicati al Velodromo "Attilio Pavesi" di Fiorenzuola d'Arda (Piacenza) la 23^ edizione della 6 Giorni delle Rose, con 100...


Italiani in bella evidenza anche sulle strade della Svizzera in quello che è stato il weekend di riapertura del grande ciclismo. Domenica a Isikon, alle porte di Zurigo, infatti, il Velo Club Mendrisio ha potuto festeggiare il terzo posto...


  E’ alto e magro, maldestro e sbadato, ottimista e fedele. Non a caso è un cane. Però cammina su due piedi e non a quattro zampe, è nato negli Stati Uniti, parla inglese (anche italiano, e chissà quante altre...


Davide Cimolai è pronto per le corse di casa. Il corridore classe 1989 della Israel Start Up, dopo un ottimo quarto posto alla Vuelta a Burgos sul traguardo Roa, la scorsa settimana, adesso vuole dimostrare le sue capacità in Italia....


Nel cuore della splendida Rocamadour, uno dei più bei villaggi del Lot, Benoit Conefroy ha conquistato uno splendido successo, mettendo la sua firma sulla tappa conclusiva della Route d'Occitanie. La frazione è stata animata dalla solita lunga fuga che ha...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155