BOUHANNI. «NON FARO' IL TOUR, POCHE OCCASIONI PER I VELOCISTI»

PROFESSIONISTI | 05/06/2020 | 11:10

Nacer Bouhanni non sarà al via del Tour de France: lo sprinter della Arkea Samsic lo spiega dopo aver preso la decisione insieme al suo team.
«Si tratta di una decisione collegiale, ci abbiamo riflettuto a lungo naturalmente. Mi ero già convinto dell’idea quando il Tour è stato presentato, perché è una corsa disegnata per gli scalatori. Certo, il Tour de France ha sempre un fascino speciale e resta uno dei miei grandi sogni quello di vincere una tappa, ma non sono ancora in grado di esprimermi al 100% in quella corsa, ma confido di esserlo in un prossimo futuro».

Un obiettivo che diventa anche quello di vincere tappe in tutti e tre i grandi giri.
«Certo che sì, visto che ho già conquistato tre tappe al Giro e altrettante alla Vuelta. Il Tour resta nei miei pensieri ma, lo ripeto, quest’anno il percorso è davvero esigente, ne ho parlato con il Général Manager dell’Arkéa-Samsic, Emmanuel Hubert, e abbiamo deciso di puntare ad altre corse in un calendario forzatamente contingentato. Se ci fosse stata la possibilità di misurarsi in 7-8 sprint sarebbe stato diverso, non ci sarebbe stata discussione, ma ho preferito essere onesto verso la squadra e verso me stesso. E poi non dovrò aspettare troppo: le prime tappe dell’edizione 2021 sono adattissime agli sprinter».

Quindi quali saranno gli obiettivi del 2020?
«Voglio divertirmi e vincere. Ho ritrovato sensazioni importanti arrivando alla Arkéa-Samsic. Abbiamo davanti a noi un calendario intenso: dovrei iniziare la mia stagione con la Vuelta a Burgos, poi avrò un agosto intenso con la Milano-Sanremo, il Campionato europeo se si disputerà come sembra a Plouay, cercando ovviamente di convincere il selezionatore Thomas Voeckler a convocarmi».

A commentare la scelta di Bouhanni è anche Emmanuel Hubert, general manager della Arkéa-Samsic: «Con Nacer Bouhanni abbiamo avuto un confronto franco, diretto. Non ha cercato di guadagnare ad ogni costo un posto per il Tour, ma ha subito puntato su altri obiettivi, alla luce del fatto che il Tour presenta un percorso molto selettivo e noi abbiamo due capitani adattissimi come Nairo Quintana e Warren Barguil. Non sono sorpreso delle parole di Nacer, perché in questi mesi di lavoro insieme ho imparato ad apprezzare tanto l’uomo quanto il corridore, così come la sua onestà intellettuale ed il suo spirito professionale».

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Nessuna imperizia, nessuna violazione del codice della strada, nessuna distrazione. Roberta Agosti, la ciclista uccisa nella mattinata di ieri durante un allenamento sul Basso Garda, è deceduta per una tragica fatalità. Dopo le prime, approssimative ricostruzioni, la testimonianza diretta dei...


Si sono presentate in cinque, sulla linea del traguardo della seconda tappa del Tour de France virtuale ed il successo è andato a Lauren Stephens del Team TIBCO - Silicon Valley Bank che ha preceduto Joscelin Lowden della Drops e...


Si torna finalmente a correre e per la D'Amico UM Tools di Ivan De Paolis e Roberto Portunato arriva il primo prestigioso successo. Merito di Nicolò De Lisi il talentuoso ciclistica di Acqui Terme, classe 2001, poi emigrato in Svizzera...


"Il mio rammarico più grande in carriera? L'aver perso il Giro Baby del 2000. La concorrenza era tanta, ma io mi addormentai un attimo durante una tappa di montagna e non recuperai più il margine sui fuggitivi". Così parlò Franco...


Vi siete mai chiesti quanto valga una grande corsa a tappe, in questo caso la più importante, dal punto di vista economico? E' quello che hanno analizzato alcune società specializzate in marketing sportivo e di siti di settore, come Sporteconomy,...


Proprio in questi giorni ha festeggiato i 45 anni della sua prima fotografia (scattata ad un vittorioso Beppe Saronni): Roberto Bettini - per tutti «Clic» - è uno dei protagonisti dell asedicesima puntata di BlaBlaBike. Il fotografo milanese, che sin...


Tra due settimane farà finalmente ritorno in Europa - il 19 luglio è in programma il volo che dalla Colombia porterà tutti i professionisti del Paese nel Vecchio Continente - e intanto Egan Bernal si allena sulle strade di Zipaquira...


"Potevo essere al mare, con un piatto di tagliolini, e invece scelgo di soffrire a quasi 400 watt..." Tra masochismo, speriamo sano, e piacere...  Questo video di Mario Cipollini merita i 3 minuti della sua durata. Guardalo! :-)


Dopo due stagioni alla corte dell’Astana il cambio di casacca: dal Kazakistan alla Spagna nella Movistar Team dove il faro da anni è uno dei campioni che ha scritto la storia del ciclismo: Alejandro Valverde. Stiamo parlando di Davide Villella,...


Tea è una bambina. Ha sei anni e un gatto che si chiama Ulisse, le piace giocare a nascondino e va matta per le polpette della nonna. Quando si avvicina l’estate, i genitori progettano una vacanza al mare e le...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155