CI RISIAMO... DI NUOVO FERMATO DAI CARABINIERI IL CICLISTA PROVOCATORE. VIDEO

SOCIETA' | 07/04/2020 | 10:35
di Pietro Illarietti

Ci risiamo, fermato da Carabinieri. Tutto filmato. Succede sempre in Trentino dove l'ormai noto Marco Brazzo, in sella alla sua bici, viene invitato ad accostare da una pattuglia. Lui riparte con la solita arringa documentata con smarthphone. 


Abbiamo parlato con lui proprio durante una puntata di Bla bla bike, ed era parso ragionevole, ma ora questo suo comportamento non è più accettabile. Il momento è difficile per tutti e le battaglie ideologiche è bene rinviarle ad un secondo momento, quando la situazione sarà tornata alla normalità. Invitiamo Brazzo, e tutte le persone, a rispettare le regole e le forze dell'ordine che stanno lavorando come non mai per questa lotta al nemico invisibile che è il Covidid.


 

Copyright © TBW
COMMENTI
Marco Brazzo
7 aprile 2020 11:11 maxspeed2
Io credo che sarebbe meglio non scrivere piu' nulla su questo personaggio . A lui interessano solo i media e farsi vedere. La miglior cura e' l'indifferenza e che la magistratura faccia il suo decorso

...no comment
7 aprile 2020 11:45 noccio
possiamo evitare di dare ancora spazio a questo personaggio?!....

Condivido in pieno
7 aprile 2020 12:38 venetacyclismo
Ma scusate perchè date spazio a questo individuo, per favore eppure siete un giornale serio , basta

Basta!
7 aprile 2020 12:54 Francodatreviso
Isoliamo questo squallido personaggio ai limiti del TSO! Complimenti a Polizia di Stato e Carabinieri per la pazienza... ma spero che la prossima volta la perdano!

Approposito di persone
7 aprile 2020 14:34 Peuz75
È una persona che vuole farsi strada tra il popolo dei C... Senza vergogna sono a casa i campioni lui no, almeno aver rispetto per tutte le persone in sofferenze atroci difendo il proprio diritto a vivere e purtroppo tanti non ce la fanno.

nemici
7 aprile 2020 14:54 francesco5714
caro ciclista, il nemico/i sono: il covi-19 e quelli stupidi come Lei

Quando
7 aprile 2020 16:14 cocco88
Si parla di sequestro della bici e per soggetti come questi ...

Rieccolo!
7 aprile 2020 17:32 ilNik
Questo Marco Brazzo, evidentemente uno dei tanti che per qualche oscura "ragione" non riesce a capacitarsi di dover limitare gli allenamenti in questo periodo, si sente in grado di giocare con qualcosa di più grande di lui: una pandemia planetaria. Arguzie e sottigliezze lo fanno sentire un uomo di molto superiore alla media e, soprattutto, al di sopra delle leggi in quanto NON "persona fisica"...!!!! Spero che la giustizia faccia il corso naturale e coerente, un allenatore professionista non ha l'obbligo di allenarsi! in questo periodo può sempre approfondire le sue conoscenze tecniche consultando tomi di ogni genere e diventare il più grande preparatore professionista mai esistito sula faccia della terra.

Non capisco
7 aprile 2020 17:50 trifase
Ma se il tizio andava a lavorare in bici quale era il problema.? Bstava controllare (telefonare) alla ditta. Se poi la ditta era sua tanto meglio...

Forse non è così difficile bloccare questo soggetto.
8 aprile 2020 11:55 Bastiano
Da come si muove, da come dimostra di approcciarsi alle regole, forse basta fargli un controllo antidoping al momento in cui lo fermano ed un altro prima che riprenda a gareggiare e forse ci si libera di lui per sempre.

Warning
8 aprile 2020 12:21 FrancoPersico
Redazione, amici che commentate fate attenzione. Non mi stupirei che il dott. Brazzo non vi quereli tutti. Sapete che in Italia se ricevete una denuncia poi dovete difendervi, a prescindere da chi vi querela. Cosa dire del dott. Brazzo? Fermarlo come prevede la legge e non dar lui visibilità come va cercando per il suo presunto sito internet e chissà cos'altro. STOP

Solito italiani furbetto ma poco intelligente
8 aprile 2020 19:35 macons
In Italia purtroppo ce una grande quantità di menefreghisti ignoranti che non rispettano nessuno, io dico i soliti italiani, siamo in un momento particolare in cui stiamo facendo dei sacrifici per uscire il prima possibile da questa situazione e come al solito ci sono molti italiani che vogliono e pretendono di fare i propri comodi fregandosene del prossimo, ma che dire i soliti italiani

Solidale
9 aprile 2020 21:50 libero pensatore
Questo Signore non è un pecorone come noi fa bene a fare quello che si sente di fare se prende la multa se la paga Lui non le anime belle che lo criticano.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
«Michele Bartoli è stato un campione straordinario, buono come il pane. E con me ha vinto sette classiche, dico sette...». Giancarlo Ferretti, il sergente di ferro, apre il suo cuore nella nuova puntata di BlaBlaBike e racconta i suoi campioni,...


È stata la riunione più veloce della storia di Zoom: non per problemi tecnici, anzi, ma per l'accordo praticamente unanime sulla decisione da prendere: conferma totale delle indicazioni espresse dai lettori di tuttobiciweb, Marco Villa conquista l'Oscar tuttoBICI come miglior...


Il campione kazako Alexey Lutsenko ha rinnovato il suo contratto con l’Astana - Premier Tech per un'altra stagione, mentre il canadese Steve Bauer e il kazako Dmitriy Muravyev entreranno nel team come direttori sportivi. Così l’Astana- Premier Tech ha completato...


Dallo scorso 11 ottobre, dopo la corsa a Montecatini Terme in Toscana, ha attaccato la bici al chiodo e ha già trovato lavoro, ma il suo obiettivo è arruolarsi nell’Esercito. Questa è la storia di Aldo Caiati, nato il 19...


«Mi sentivo come su un Ferrari nel traffico di Milano alle 8 del mattino... magicamente questo test negativo mi ha proiettato direttamente nell’autodromo di Monza ! Finalmente!»: Filippo Ganna esulta e torna finalmente libero. Il quarto tampone ha dato esito...


La data è di quelle da ricordare: il 25 novembre del 1945, a poco più di 13 anni e mezzo, con tanto di documento “aggiustato” per raggiungere l’età consentita, Ernesto Colnago varcava i cancelli della “Gloria” e iniziava ufficialmente il...


I medici in questo periodo fanno, comprensibilmente e giustamente, più notizia degli sportivi. Non è però per questo che Matteo Bellia ha deciso di appendere la bici al chiodo e indossare il camice. Il 23enne di Domodossola, fino a quest’anno...


La loro è una storia d’amore nata sulla bici in Slovenia e oggi vengono considerati la coppia più bella del ciclismo. Stiamo parlando del vincitore del Tour de France Tadej Pogačar e di Urška Žigart, entrambi campioni nazionali, che stanno...


Enrico Battaglin, Bardiani-CSF-Faizanè, Capitolo II. I Reverberi lo avevano lanciato nel mondo dei grandi nel 2012 e ora, cinque anni dopo l’arrivederci, lo riaccolgono, ritrovando un corridore più maturo, consapevole dei propri pregi e difetti, e con ancora tanto da...


Ha portato in Belgio l’orgoglio tipico dei lombardi, è stato un ciclista professionista e negli anni Ottanta a guidarlo c’era Giancarlo Ferretti: da anni però è lui che dall’ammiraglia conduce i corridori verso il successo. Valerio Piva classe 1958, da Ceresara...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155