KONYCHEV E L'EMOZIONE DEL DEBUTTO

PROFESSIONISTI | 15/02/2020 | 07:25
di Francesca Cazzaniga

Si avvicina il grande giorno anche per Alexander Konychev. Il 21enne figlio d’arte racconta a tuttobiciweb le sue sensazioni alla vigilia dell’esordio on i colori della Mitchelton-Scott: «Sono molto emozionato, domani sarà uno di quei giorni in cui si diventa un po’ più grandi, sarà uno di quei momenti che rimangono impressi nel cuore, per sempre. Sono certo che la Mitchelton-Scott mi farà crescere molto sia come corridore che come uomo».

Domani correrà la Clasica de Almeria. Come si sente?
«Lo scorso anno ho fatto lo stagista con la Dimension Data, quindi più o meno so cosa mi aspetta. Sicuramente sarà una grande emozione, finalmente la stagione inizia anche per me».

Cosa le ha insegnato il ciclismo?
«Il ciclismo mi ha completamente cambiato la vita. Ho capito davvero cosa vuol dire dedicarsi ad uno sport al 100%. Al giorno d’oggi sono i dettagli a fare la differenza. È uno sport che richiede uno sforzo fisico e mentale quotidiano. Per correre ad alti livelli ci vogliono determinazione e costanza».

Qual è il suo ricordo più bello sin qui?
«Senza ombra di dubbio la vittoria all’Etoile d’Or, la passata stagione. Mi ha regalato un’emozione diversa dalle altre vittorie».

Quello più brutto invece?
«La caduta durante l’ultima tappa del Giro d’Italia Under 23, quella con arrivo sul Passo Fedaia. Pochi giorni dopo c’era il Campionato Italiano a cronometro e, come conseguenza della caduta, non sono riuscito a presentarmi al massimo della condizione. Peccato, era uno dei miei grandi obiettivi della scorsa stagione».

Quali sono invece gli obiettivi di questa stagione?
«Sicuramente fare tanta esperienza ed essere d’aiuto alla squadra. Sarò al via delle Classiche in Belgio, se si dovesse presentare qualche occasione, perché no...».

Se non fosse stato un ciclista, sarebbe stato...
«Un calciatore. Prima di correre in bici, ho giocato per undici anni a calcio. Il ciclismo poi mi ha conquistato».

Qual è il suo sogno nel cassetto?
«Mi piace sognare in grande. Su due piedi, direi vincere un Mondiale».

C’è qualcuno a cui vorrebbe dire grazie?
«Vorrei ringraziare la mia famiglia. Ringrazio anche me stesso per aver avuto la forza e la tenacia di arrivare fino a qui. Quando ho iniziato a correre in bici, molti mi remavano contro. La gelosia è proprio una brutta bestia. Vorrei dire grazie anche alla mia prima squadra, l’Ausonia Pescantina juniores. Mi hanno accolto a braccia aperte, nonostante non fossi mai salito su una bicicletta fino a quel momento e mi hanno insegnato davvero molto».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Un uomo solo al microfono, la sua maglia è stata rosa, azzurra, iridata... il suo nome è Gianni Bugno! Nella nuova puntata di BlaBlaBike il due volte campione del mondo ripercorre tutta la sua carriera, confessa di non aver rimpianti...


Primo arrivo in salita della stagione e primo colpo importante per Egan Bernal che chiarisce subito le cose con gli avversari e forse anche in seno alla squadra. Il colombiano della Ineos ha vinto infatti per distacco la terza tappa...


Con un attacco secco nel corso dell'ultimo giro, Gorka Izagirre ha messo la sua firma sulla prima edizione di una corsa unica come il Grande Trittico Lombardo. Il basco della Astana è stato bravo ad infilarsi nel gruppetto dei migliori...


E’ tutto pronto! Domani, martedì 4 agosto, scatta la Giornata del ciclismo Lombardo che segna la ripresa dell’attività per il ciclismo giovanile in Lombardia, voluta dalla Federciclismo e dal Comitato Regionale Lombardia, grazie al supporto di Fondazione Ambrogio Molteni, sponsor...


Il Team Ineos è sempre stato tra i più dubbiosi nel pensare alla ripresa, soprattuto per quanto riguarda le condizioni di sicurezza per i propri corridori e lo staff. E alla prima occasione in terra di Francia, la formazione che...


Un’altra tragedia si abbatte sul mondo del ciclismo. A Karbach, in Germania, il diciassettenne Jan Riedmann è morto a causa di un grave infortunio alla testa dopo essere stato coinvolto in un incidente mente si allenava sabato a Sugenheim. Riedmann...


Guardiamo il bicchiere mezzo pieno, il ciclismo tiene in piedi la rete, in questo caso Rai 2, che sabato scorso ha trasmesso le immagini di una fantastica Strade Bianche. Ascolti buoni per essere un 1° agosto pomeridiano: 689.000 gli utenti...


Sono stati necessari alcuni giorni di lavoro, ma alla fine è stato trovato un accordo tra Comune di Alessandria e organizzatori della Milano-Sanremo, per il passaggio della Classicissima in città. Dopo il "no", annunciato in un primo momento dell’amministrazione, è stato...


Per gli amanti del ciclismo e degli approfondimenti arriva un nuovo punto di riferimento nell'offerta televisiva. Da martedì 4 agosto (e fino a martedì 10 novembre) sul nuovo canale Bike (canale 259 del digitale terrestre e disponibile gratuitamente anche...


Bel colpo di mercato in chiave tedesca: Nils Politt correrà per i prossimi tre anni con la BORA - hansgrohe. «È fantastico che alla fine abbiamo trovato l’accordo - spiega Ralph Denk, team manager della formazione tedesca -. Già in...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155