SCINTO. «NIENTE COMPUTER IN CORSA, IMPARATE A CONOSCERVI»

PROFESSIONISTI | 24/01/2020 | 07:50
di Giulia De Maio

Un viaggio aereo può essere l'occasione per una bella chiacchierata. Ieri durante il lungo viaggio che ci ha portato dall'Italia all'Argentina ci siamo confrontati con Luca Scinto, direttore sportivo della Vini Zabù KTM. Il Pitone, come è soprannominato in gruppo l'ex pro' toscano, ci ha svelato che da quest'anno ai corridori del suo team ha vietato l'uso di potenziometro e cardiofrequenzimetro in corsa. D'accordo con il general manager Angelo Citracca e il capitano Giovanni Visconti, da domenica, giorno in cui scatta la Vuelta a San Juan, dovranno correre “a sensazione”.

«In tanti ormai sono ossessionati dai valori che leggono sul computerino e si fanno condizionare nella prestazione. Dopo la gara si giustificano dicendo: “Non riuscivo a superare i 300 watt...” o “quando tizio è scattato eravamo già a 400 watt”. Voglio che tornino a correre liberi, che imparino ad ascoltare il loro corpo, avendo come riferimento solo la velocità a cui stanno pedalando e i chilometri percorsi» spiega Scinto, che riconosce quanto l'evoluzione tecnologica sia imprescindibile in allenamento.

«Un conto è farsi guidare dai dati per svolgere dei “lavori” e rispettare le tabelle date dal preparatore, un altro è esserne succube in gara. Soprattutto per i giovani sono deleteri, alcuni sono proprio in “fissa” e non sanno gestirsi. Più di uno ha storto il naso quando abbiamo comunicato questa scelta del team, ma vogliamo vedere come reagiscono e siamo fiduciosi che farà bene a tutti i ragazzi».

A riprova ci ricorda un episodio della sua carriera: «Mi viene in mente il giorno della cronometro a Disneyland, penultima tappa del Tour de France 1997. Ero stanco morto e avevo il terrore di non riuscire ad arrivare a Parigi. Baffi, che partiva prima di me, mi consigliò: “Se la tua soglia è 170 battiti pedala a 165-168 così sarai sicuro di arrivare entro il tempo massimo”. Ero così cotto che al massimo raggiunsi i 150 battiti. Ero disperato, invece riuscii a terminare la prova e il giorno dopo a concludere la Grande Boucle. I numeri sono importanti e utili, ma bisogna saperli leggere e prima di tutto bisogna saper ascoltare cosa ci dice il nostro corpo».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Alexander Vinokourov non ha esitato a comunicarlo: «Il budget del team non ci consente di continuare a lavorare insieme. Sono sicuro che López non avrà difficoltà a trovare una nuova squadra»;  «Probabilmente il Giro sarà l'ultima gara di López con l'Astana». E...


È stata ancora una volta un’Androni Giocattoli Sidermec protagonista quella che ha disputato le ultime corse prima del grande appuntamento del Giro d’Italia che partirà il 3 ottobre prossimo. La squadra in questi ultimi giorni si è divisa con la...


Il colombiano dell’Arkea-Samsik Nairo Quintana, attraverso i social network, ha confermato di essere indagato dalle autorità francesi per sospetto uso doping e ma difende dalle accuse. Quintana assicura di essere pulito e spiega che nella sua stanza sono stati rinvenuti...


La nuova puntata di BlaBlaBike si occupa di due grandi appuntamenti: il primo appena terminato, e ci riferiamo al Tour de France, ed il secondo ormai all'orizzonte, e si tratta chiaramente del campionato mondiale. È Marco Marcato, gregario di fiducia...


Caro Direttore, quando si sostiene che il Ciclismo è uno Sport non si dice tutta verità. È molto di più di una forma di atletismo fisico, che già di suo ha i crismi della disciplina, ovvero di regole alle quali...


Direzione Veneto e Toscana per la formazione della Delio Gallina Colosio Eurofeed di Cesare Turchetti. Archiviata la trasferta in Polonia (Tour Malopolska), e l'internazionale Trofeo città di San Vendemiano in cui Luca Paladin ha raccolto una significativa nona posizione, la...


Finalmente i tifosi possono tornare a incitare i propri campioni dal vivo. Rispettando la distanza di sicurezza e indossando la mascherina, gli appassionati di ciclismo potranno assistere al Campionato del mondo UCI 2020 a Imola, in Emilia-Romagna. Da oggi sul sito ticketone sono in vendita gli ambiti...


Lo storico marchio transalpino ha recentemente presentato la nuova 765 Optimum+, una bici che fa della versatilità la sua arma migliore e punta a conquistare quel gruppo di ciclisti che non è ossessionato dal performance a tutti i costi. Questo...


Novità in casa Bardiani Csf Faizanè: con l’arrivo di Kevin Rivera e Jonathan Canaveral, entrambi già professionisti, il team della famiglia Reverberi abbandona dopo un decennio la linea interamente italiana, pur mantenendo le caratteristiche di Greenteam, basato su atleti giovani...


Sono ancora in custodia cautelare le due persone coinvolte nel caso di doping che ieri ha fatto tremare il mondo del ciclismo, al termine del Tour de France. Secondo il quotidiano L’Equipe, si tratterebbe del medico personale e del fisioterapista...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155