FROOME. «STO LAVORANDO PER L'UNICO OBIETTIVO CHE HO, IL TOUR»

PROFESSIONISTI | 18/01/2020 | 17:30

Chris Froome torna a parlare per la prima volta in questo 2020 e lo fa dal ritiro in Gran Canaria, dove ha ripreso a lavorare duramente per recuperare dal bruttissimo incidente di cui è stato protagonista nello scorso mese di giugno.

«Finalmente ho ricevuto semaforo verde per tornare ad allenarmi con intensità, ora sto seguendo il passaggio dal riposo all’allenamento completo. Tutto sta procedendo per il meglio, la mia forma fisica è perfettamente sotto controllo ma so che mi attendono mesi molto duri. Ci sarà molto lavoro da fare, molta strada per tornare dov’ero. In questo periodo devo gettare le basi per il lavoro che dovrò svolgere più avanti. Devo recuperare tutte le ore di bicicletta che non ho potuto fare in questi mesi e sicuramente mi attende una delle sfide più difficili della mia carriera».

E ancora: «È difficile ripartire da un punto tanto basso, ma non ho mai perso la concentrazione, ho fatto tanta fisioterapia e ogni settimana ho visto miglioramenti costanti. Ora essere qui e fare gli stessi lavori dei miei compagni è fantastico. L'unico obiettivo che mi sono dato per quest'anno è il Tour de France. Ogni settimana continuerò a cercare di migliorarmi e cogliere il massimo da ogni camp e da ogni corsa. Spero di arrivare a Nizza pronto per lottare per la vittoria. La prospettiva di correre per la quinta maglia gialla è davvero meravigliosa. È una grande motivazione, ma tornare a correre dopo l’infortunio lo è ancora di più. Non ci sono garanzie nello sport, non si sa se potrò davvero tornare a conquistare la maglia gialla, ma io darò tutto ciò che ho».

Infine una confessione e un messaggio: «Ho potuto trascorrere tanto tempo con la mia famiglia: almeno questo è stato fantastico è stato fantastico. Ho un solo messaggio da mandare ai miei tifosi: un grandissimo grazie. Questi sei mesi sono stati probabilmente i più duri per me, ma ora posso guardare indietro e dire che una delle cose che mi hanno aiutato di più sono i messaggi che mi hanno inviato i tifosi, che volevano rivedermi in bicicletta e al Tour de France».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

A soli 20 anni Andrea Bagioli sta vivendo le sue prime pedalate da professionista con la Deceuninck - Quick-Step e ci racconta i suoi pensieri.«Le prime settimane della nuova stagione sono andate molto bene. Ho fatto due camp di addestramento...


Luca Guercilena e la sua Trek Segafredo, la più ‘italiana’ fra le formazioni World Tour e Gianni Savio e la sua Androni, la più vincente fra le formazioni italiane. Saranno questi gli ospiti di Radiocorsa, in programma stasera alle...


Reduce da un'intervento all'acetabolo destro (la parte di bacino su cui articola la testa del femore) pochi giorni fa, Matteo Moschetti è già risalito su una bici, seppur indoor, per pianficare il suo rientro. Le immagini sono a dir poco...


È l'apertura tradizionale della stagione - la Coppa San Geo - e segna anche l'inizio della corsa verso l'Oscar tuttoBICI Under 23. Sabato avremo la prima corsa e la prima classifica della challenge che in questa edizione sarà promossa dalla...


  Nell’anno di ricorrenze particolari su Gastone Nencini, 90 anni dalla nascita (1 marzo 1930), 60 dalla vittoria al Tour de France (17 luglio 1960), 40 dalla morte (1 febbraio 19080), si è inserita la cerimonia svoltasi al “Nencini Bike”...


Volata serratissima sul traguardo di Lagos, dove si è conclusa la prima tappa della Volta ao Algarve e successo per il campione olandese Fabio Jakobsen che ci è ripetuto a distanza di un anno. È stato Viviani, che aveva battezzato...


Mentre in Andalusia e Algarve i grandi big del ciclismo mondiale cominciano a mettere chilometri sulle gambe in vista di una lunga stagione, alcuni pesci più piccoli, ma per questo non meno importanti, sono pronti a darsi battaglia sulle strade...


Subito spettacolo alla Vuelta a Andalucia: il Puerto de Palomas (13 km al 5, 9%), ultima salita di giornata, ha ispirato Jakob Fuglsang della Astana e Mikel Landa della Bahrain McLaren, che si sono involati a metà salita e non...


La Casillo Petroli Firenze Hopplà arriva ai primi appuntamenti della stagione con tranquillità e serenità. Le prime sfide motivano i ragazzi di Matteo Provini e Gianni Faresin che saliranno sul palcoscenico agonistico quattro volte nell’arco di quarantotto ore.Pronti dunque i...


Si è presentata ufficialmente stamattina l’Androni Giocattoli Sidermec nell’ormai abituale sede dell’hotel Concorde di Arona, sul lago Maggiore a due passi dagli stabilimenti del main sponsor Androni Giocattoli, oggi rappresentata da Paolo Scolè, con Mario Androni assente all’ultimo a causa...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155