UNGHERIA, NAUFRAGA IL PROGETTO EPOWERS FACTORY TEAM

NEWS | 21/11/2019 | 21:54
di Guido La Marca

Il progetto EPowers Factory Team resterà un bel sogno nel cassetto. Prima ancora di affrontare la Commissione delle Licenze Uci - il team era in corsa per ottenere una licenza Professional - il naufragio del progetto si concretizza sulle rive del Danubio.

È proprio l’Ungheria, infatti, che boccia la formazione alla quale stavano lavorando Tamas Pocze ed Hering Zoltan. Restano a piedi quindi tutti coloro che avevano firmato un contratto - corridori e staff - e che stavano attendendo il varo della società di gestione, come aveva spiegato a tuttobiciweb Sandro Lerici, che si stava occupando del lato agonistico dell’operazione.

Per la giornata di domani, si fa sapere dall’Ungheria, è atteso un comunicato ufficiale. Se arriverà, sarà solo per sancire l'addio di un team mai nato.

Copyright © TBW
COMMENTI
TEAM SENZA UMILTA'
22 novembre 2019 04:59 venetacyclismo
Non è possibile fare firmare 45 persone senza avere la sicurezza base di una fideiussione bancaria a copertura, mancanza di professionalità e soprattutto umiltà, spero solo che tutte queste persone abbiano già altre strade per il futuro, chi ha fatto firmare questi contratti non posso pensare che possa dormire sonni tranquilli, la responsabilità è tanta, anche se carta straccia. morale.

Giovani Bruciati
22 novembre 2019 05:32 Principino
Buongiorno caro direttore Stagi , sono vostro lettore da molteplici anni . Mi permetto per la prima volta di inviarle un commento alla notizia - Mi spiace molto che questo progetto sia naufragato prima di iniziare . Penso ai ragazzi neo pro che hanno firmato ed ai quali è svanito il sogno di poter calcare grandi palcoscenici -
una domanda :
La federazione penserà di tutelare questi ragazzi ???
Svanendo questa struttura il 40% dei neo pro italiani anno 2019 e a piedi !!!
Il personale senza lavoro
Si è persa una grande opportunità
Mi rammarica nelle ultime stagioni stagioni un team ungherese con radici italiane ha fatto da chioccia a ragazzi ungheresi
Mi Domando come mai non ed stata data loro questa possibilità di crescita
Distinti saluti



CVD
22 novembre 2019 10:59 limatore
te l'avevo detto......

resposnabilita
22 novembre 2019 11:27 Line
a chi ha fatto firmare dei contratti senza prima avere una sponsorizzazione

La Gente crede alle favole............
22 novembre 2019 12:15 9colli
Ma mi domando chi ci credeva a questa Favola??? Penso e spero nessuno, per quanto riguarda quelli che hanno firmato dico solo: Ma prima di firmare un contratto, non vi guardate intorno???

Partenza
22 novembre 2019 15:29 cocco88
Si sono presi la partenza del Giro d’Italia facendo questa finta squadra ... una volta svelato il percorso ecco qua il crac della squadra ... spero che paghino ... vicino agli atleti e al personale...

Critiche
22 novembre 2019 15:51 blardone
Bravi tutti a puntare il dito con chi sbaglia ...Non credo che uno si alzi al mattino e si invanta tutto questo ? Qualcuno avra speso delle parole e se npn sbaglio ci sono avvocati di un certo nome dietro a queste facenda !!!! Però chi pagherà sarà sempre l ultima ruota del carro e tutti si laveranno le mani........ spiace tanto per i ragazzi però chi volesse lo spazio lo troverà ugualmente ..... l importante e avere la voglia .... parla uno che si e bruciato in una cosa cosi e solo gli amici veri mi sono stati vicino ........ in bocca al lupo a tutti . BLARDONE ANDREA

Blardone
22 novembre 2019 21:02 Tuttinodivengonoalpettine
Lo spazio lo troveranno se le squadre non hanno già chiuso organici e budget....altrimenti finiranno in squadrette a quasi gratis con poche corse poca motivazione...speriamo bene va che alla fine sono sempre gli atleti che ci rimettono
Buona fortuna a tutti

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Ci risiamo, fermato da Carabinieri. Tutto filmato. Succede sempre in Trentino dove l'ormai noto Marco Brazzo, in sella alla sua bici, viene invitato ad accostare da una pattuglia. Lui riparte con la solita arringa documentata con smarthphone.  Abbiamo parlato con...


Ai tempi della guerra fredda c’era la linea rossa rovente, ora i tempi si sono evoluti ed è la banda larga ad essere rovente... Si stanno intrecciando, infatti, le conference call tra l’Uci e gli stakeholders del ciclismo, tra le...


La notizia poteva per noi europei anche passare inosservata, perchè postata sui social in polacco, in pratica ad uso della sua nazione Michał Kwiatkowski si conferma ragazzo sensibile e mette a disposizione dei medici e degli infermieri della sua nazione...


Se ne parla ormai da giorni ma l'ipotesi sta prendendo via via maggiore concretezza: il Tour de France sta lavorando ad un rinvio di quattro settimane della corsa. Da sabato 25 luglio a domenica 16 agosto: ecco le nuove date...


Che passioni si coltivano ai tempi del coronavirus? Giacomo Nizzolo ne ha tre: la moda, i motori e... la barba. «A dire la verita - ha spiegato il ciclista della NTT nel corso dell'intervista realizzata per la nuova puntata di...


Tatiana Guderzo è salita in bicicletta anche quest’anno perché aveva un obiettivo da conquistare a tutti i costi: la sua quinta Olimpiade. La campionessa marosticense è fra i pochissimi atleti italiani in attività che possono vantare la partecipazione a quattro...


  La “Pedala con i Campioni”, da vent’anni classico appuntamento cicloturistico dell’8 dicembre nel Varesotto da sempre a scopo benefico, scende in campo per la lotta contro il Coronavirus. Gli ex professionisti della  provincia di Varese capitanti da Dario Andriotto,...


La Adriatica Ionica Race va ad allungare la già interminabile lista di gare ciclistiche che non andranno in scena nelle date programmate a causa del Coronavirus. Benché prevista nel calendario internazionale dei professionisti dal 14 al 18 giugno – l’UCI...


“Al ritorno del Trofeo Melinda 2009 litigai con Scinto e mi fece scendere dalla macchina. Mi lasciò a Padova”. Giovanni Visconti è un fiume in piena durante al diretta con LelloFerrara3.0 su Instagram. "Comunque poi sapevo che dietro c'era Pelosi,...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155