CASSANI ALLA FESTA DEL TEAM SCULAZZO. «IL MONDIALE, LA MIA CORSA»

NEWS | 15/11/2019 | 12:35
di Angelo Costa

’Quando salgo in bici, ritorno bambino’, confessa Davide Cassani mentre l’affollata sala di Campagnola Emilia in cui si celebrano i vent’anni del Team Sculazzo sprofonda in uno di quei silenzi ricchi di significati che soltanto il grande Martini sapeva generare. Già, l’Alfredo, ‘il mio maestro di vita’, ribadisce Cassani rivelando che ‘avrei tanto desiderato che lui mi vedesse sull’ammiraglia che era stata sua: purtroppo, se n’è andato un mese prima’.

Eppure di sogni con la bici l’attuale ct azzurro ne ha realizzati tanti: in sella prima, poi al microfono della Rai, adesso alla guida della Nazionale che per lui da sempre è qualcosa di speciale. ‘La mia corsa è il mondiale: lo era da corridore, perché ci tenevo in modo particolare ad esserci e infatti ne ho corsi nove col privilegio di essere il regista di Martini in gara, lo era da commentatore tv perché quel giorno lì non aprivo nemmeno il computer pur di godermi quell’emozione, lo è a maggior ragione adesso che lo inseguo guidando gli azzurri’, dice Cassani col solito sorriso che lo illumina quando parla della maglia alla quale è più legato.

Da lì è facile tornare all’ultimo mondiale, raccontato con la consueta serenità: ‘Nello Yorkshire quest’anno ho vissuto la giornata più intensa di sempre: in ammiraglia, ma anche a bordo strada, mi sono fermato a guardare la Nazionale che correva come fosse radiocomandata, pur non avendo le radioline. Gli ultimi metri li ho seguiti alla radio, quando ho sentito il nome di Pedersen mi sono sentito crollare il mondo addosso: vincere avrebbe suggellato una grande stagione azzurra, avrei potuto salutare tutti e tornarmene a casa. Sono andato al tendone per abbracciare Trentin, che era con la sua famiglia, e quando mi sono ritrovato da solo lì dentro, ho pianto: non per la rabbia, ma perché vivere emozioni così è davvero una cosa unica’.

Unica è anche la passione di un uomo che gira l’Italia e il mondo a spiegare quanto sia bello godersi la bicicletta, descrivendo salite, incorniciando sensazioni, ricordando a tutti ci si batte per la sicurezza sulle strade non pretendendola e basta, ma dandone anche agli altri. Un uomo che ai ragazzi del Team Sculazzo, cento iscritti per fare soprattutto mountain bike, confida con gioia che ‘ho appena ritirato la bici nuova: non vedo l’ora di provarla’: proprio come un bambino.  

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Il Tour de l'Oman quest'anno non si correrà. L'edizione 2020, l'undicesima della serie, è stata cancellata per lutto: il 10 gennao scorso, all'età di 79 anni è morto il sultano Qabous ibn Saïd. Nell'emirato sono stati proclamati 40 giorni di...


È partita ufficialmente da Gorizia la stagione olimpica dei gemelli Daniele e Luca Braidot. I due biker hanno illustrato il loro programma in un incontro conviviale che si è svolto nella calda atmosfera del Birrificio Antica Contea... per leggere l'intero...


Quello che vedete è l'emozionante video promozionale della terza Granfondo Michele Scarponi e il 19 aprile vieni a pedalare a Filottrano (An) in onore del grande campione marchigiano. «Ti aspettiamo per vivere un’indimenticabile giornata sui pedali e per percorrere insieme alcune delle strade sulle quali l’Aquila di Filottrano amava...


Roberto Bressan, il suo mentore, è convinto che Jonathan Milan abbia i numeri. Vedendolo in bicicletta, con i suoi 194 centimetri e il 46 di scarpe, siamo sicuri che i numeri li darà. La storia di Milan in bicicletta inizia...


Anima d'acciaio: Columbus e il design della bicicletta", la mostra ospitata presso la Galleria Antonio Colombo Arte Contemporanea dal novembre scorso ha riscosso un notevole successo di pubblico e così gli organizzatori hanno deciso di prorogarla. Leggi la news su...


Il trionfo è doppio. UYN – Unleash Your Nature conquista ben due ISPO Award, il più alto sigillo di qualità per articoli sportivi, con le rivoluzionarie scarpe UYN X-Cross Tune e con l’intimo tecnico Energyon. Il riconoscimento viene assegnato ogni anno da ISPO, il più importante...


SIXS, storica azienda produttrice di capi intimi per l’outdoor, ha fatto negli anni grandi passi avanti affinando il Carbon Underwear®, il segreto che rende le maglie intime SIXS così apprezzate dagli atleti. per leggere l'intero articolo vai su tuttobicitech.it


È un volto arcinoto nel mondo del ciclismo, un personaggio che affascina con il suo slang italo statunitense, un amico di tuttoBICI anche se - formalmente - veste la maglia della concorrenza. Lui è Gregor Brown, giornalista nato in Oklahoma,...


  La vera e propria novità per la stagione 2020 potrebbe giungere nelle prossime settimane. La Pitti Shoes-Cicli Taddei-Vibert Italia ha infatti richiesto con la squadra juniores, un’affiliazione plurima con il Team Masciarelli, società abruzzese assai nota per i trascorsi...


La bicicletta l'ha messa in garage e la usa solo per qualche passeggiata con Cecilia, ma nel cuore di Ignazio Moser la due ruote un posticino ce l'ha sempre. E lo ha dimostrato anche oggi, in occasione della presentazione ufficiale...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155