EUROTRACK, IL DOMINIO E' OLANDESE

PISTA | 21/10/2019 | 07:51

Con la vittoria dei danesi Michael Morkov e Lasse Norman Hansen nella Madison Uomini, si è conclusa ad Apeldoorn (Paesi Bassi) l’edizione 2019 dei Campionati Europei su pista per la categoria Elite. All’evento hanno preso parte 274 atleti (154 uomini e 120 donne), in rappresentanza di 25 nazioni, in un impianto che ha fatto registrare complessivamente circa 15.000 spettatori nelle cinque giornate, a conferma dell’alto livello tecnico della rassegna continentale la cui prima edizione si è disputata nel 2010 e che quest’anno si è proposta come uno degli ultimi appuntamenti internazionali in vista dei Giochi Olimpici di Tokyo in programma il prossimo mese di agosto.

Ad imporsi nel medagliere sono stati i Paesi Bassi, nazione ospitante, che con 5 medaglie d’oro, 4 d’argento e 4 di bronzo, hanno preceduto la Francia, seconda con un bottino complessivo di 8 medaglie (5, 1 e 2) e la Russia che ha chiuso con 3 ori, 2 argenti e 1 bronzo. Sotto l’aspetto tecnico da segnalare le prestazioni di alcuni tra gli atleti più in vista del panorama internazionale, non solo per quanto riguarda la pista.

Il Campione Europeo su strada ed oro olimpico nell’Omnium a Rio de Janeiro 2016, l’italiano Elia Viviani, si è imposto nella prova dell’Eliminazione. Di spessore sono state anche le prove dei francesi Benjamin Thomas e Bryan Coquard, vincitori rispettivamente delle medaglie d’oro nell’Omnium e nella Corsa a Punti ma soprattutto quella del quartetto danese che nel primo turno dell’inseguimento a squadre ha fatto registrare il tempo di 3’48”762, a 750 millesimi di secondo dal record del mondo.

I Paesi Bassi si confermano come una delle nazioni di riferimento per quanto riguarda il settore della velocità grazie ai successi nella Velocità a squadre con Hoogland (primo anche nello Sprint), Van den Berg e Lavreysen, quest’ultimo vincitore anche del titolo nel Keirin e con il secondo posto di Theo Bos nel KM da fermo vinto dal francese Quentin Lafargue.

In campo femminile la stella di casa Kirsten Wild ha perfettamente rispettato i pronostici chiudendo i suoi campionati europei con due ori: Eliminazione ed Omnium, mentre la sprinter russa Anastasiia Voinova ha dimostrato ancora una volta di essere una delle atlete di riferimento conquistando i titoli nella Velocità, nei 500 metri e nella Velocità a squadre (con Ekaterina Rogovaya e Daria Shmeleva). Tra le altre conferme del 2018 sono arrivate le vittorie del quartetto britannico nell’inseguimento a squadre, di Mathilde Gros (Francia) nel Keirin, dell’italiana Maria Giulia Confalonieri nella Corsa a Punti e delle danesi Amalie Dideriksen e Julie Leth nella Madison.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

L'irlandese Rory Townsend della Canyon DBH - che ha anche la nazionalita britannica grazie a suo padre proprio come Dan Martin - ha vinto in volata la seconda tappa del Tour of Fuzhou davanti al promettante australiano Blake Quick, campione...


Team Cinelli, che peccato: dopo una sola stagione, ma che avrebbe decisamente meritato un prosieguo, la società ciclistica della categoria Under 23 ha deciso di cessare l'attività. C'è rammarico nella parole di Roberto Portunato, presidente del Velo Val Fontanabuona, che...


Da pochi giorni, il 6 novembre, ha compiuto 26 anni. E’ ancora giovanissimo Fausto Masnada, il bergamasco di Laxolo di Brembilla, che in questa stagione con la casacca dell’ Androni Giocattoli-Sidermec ha più volte “incendiato” le corse: dalle Classiche al...


Hanno risposto più di 1500 appassionati al richiamo della Sagan Fondo Colombia che si è disputata nella città di Barranquilla. Il tre volte campione del mondo è stato il protagonista numero uno della prova che si è svolta sulla città...


Splendida doppietta, quella firmata da Marta Bastianelli nell'Oscar tuttoBICI Gran Premio Alé. Lo scorso anno la laziale ha trionfato in maglia di campionessa europea e quest'anno si ripete - lei che a fine stagione è la numero 4 della classifica...


Caro Direttore, la lettura dell'articolo di Mariagrazia Nicoletti ieri su tuttobiciweb mi ha spinto ad una riflessione che le voglio proporre. Un noto attore e teatrante figlio di Romagna qualche annetto fa mise sulle scene un personaggio, genuino e ruspante ancorchè...


  Se ne parla, e non da oggi. Purtroppo o per fortuna se ne parla da anni. Da diversi anni. E anche quest’anno se ne è parlato troppo. Non mi riferisco al fatto che se ne sia parlato troppo di...


Sono le quattro di mattina quando mi sveglio per bere e sento Giorgio che mi dice: «Paolo, mi sa che ho la febbre… Dalle nove di ieri sera non ho ancora chiuso occhio…». Prendo il termometro (ecco il motivo per...


Dire Movistar Team vuole dire uno dei team più blasonati di tutto il circuito World Tour: 7 Tour de France, 4 Giri d’Italia, 4 Vuelta a España, 4 Campionati del Mondo, oltre 583 tappe vinte e 930 vittorie riportate dalla squadra...


  Non poteva essere altrimenti. 40 anni dopo il grande fango che incoronò Vito di Tano Campione del Mondo nel 1979, il grande ciclocross è ritornato a Saccolongo, nella settimana del ciclismo padovano. Dopo i fasti dell’Europeo di Silvelle, tutti...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy