CYCLING TEAM FRIULI, SI PROSEGUE CON LA LINEA VERDE

CONTINENTAL | 17/10/2019 | 09:35

Prosegue la linea verde per il Cycling Team Friuli: in vista della stagione 2020, infatti, i tecnici bianco-neri hanno scelto di investire su altri tre promettenti ragazzi juniores che saranno al primo anno nella categoria Under 23.

Si tratta di Edoardo Sandri, Matteo Vettor e Andrea De Biasi: due trentini ed un friulano per costruire insieme il futuro della compagine friulana e aprire un nuovo ciclo vincente in grado di accompagnare questi ragazzi sino alle porte del professionismo.

Andrea De Biasi è un passista veloce proveniente dalla formazione trentina della Pavoncelli Ausonia, che si è messo in luce nel corso del CTF Talent Camp organizzato dal Cycling Team Friuli e che ha confermato le proprie doti anche su strada aggiudicandosi un successo e diversi piazzamenti nella stagione appena conclusasi.

Anche Matteo Vettor, proveniente dall'Uc Pordenone, ha avuto modo di farsi conoscere nel corso del raduno bianco-nero ma dal canto suo può vantare una base multidisciplinare che lo ha visto distinguersi anche al di fuori delle competizioni su strada. Matteo è anche il primo tassello del progetto che ha unito i vivai di Bannia e dell'Uc Pordenone e che mira a creare una filiera diretta per i giovani talenti del ciclismo friulano.

Completa il terzetto Edoardo Sandri, scalatore trentino capace di conquistare piazzamenti di grande rilievo sia nelle classiche italiane come la Noventa Padovana - Enego, la Schio - Ossario del Pasubio e la Vittorio Veneto - Passo San Boldo, sia in alcuni appuntamenti internazionali come il Giro d'Austria.

"I tre ulteriori arrivi del primo anno confermano il successo del CTF Talent Camp che ci ha permesso di fare uno screening totale della categoria juniores. Non sempre i risultati eclatanti della categoria juniores sono garanzia di poter sviluppare un progetto di crescita, e i casi di Venchiarutti e Bais passati quest’anno ne sono la dimostrazione" ha sottolineato il neo-dottore Alessio Mattiussi. "Il Talent Camp per questi ragazzi ha evidenziato importanti valori di sviluppo potenziale, che i soli ordini d’arrivo non bastano a riconoscere. I tre profili scelti sono quelli di tre atleti utili a coprire le caratteristiche tecniche che ci servivano, ovviamente, dopo il giusto rodaggio nella categoria".

MILAN AGLI EUROPEI SU PISTA - Sono iniziati ieri ad Apeldoorn (Olanda) i Campionati Europei su pista che vedono tra gli azzurri al via anche il friulano Jonathan Milan. Il ragazzo bianco-nero classe 2000 a disposizione del ct Marco Villa, sarà in gara sabato nella prova che metterà in palio il titolo dell'inseguimento individuale.

"Jonathan al termine di una stagione che lo ha visto mettersi in evidenza in più occasioni anche su strada avrà l'opportunità di misurarsi con i migliori atleti d'Europa in una prova, come l'inseguimento individuale, che si addice perfettamente alle sue caratteristiche" ha sottolineato il ds Renzo Boscolo. "In allenamento ha fatto registrare dei tempi molto interessanti e anche da parte nostra c'è molta curiosità per vederlo all'opera in campo europeo".

Intanto, sempre nella giornata di sabato, si consumerà anche l'ultima gara su strada del 2019 per il Cycling Team Friuli che, dopo la straordinaria doppietta messa a segno domenica nel Gp Ezio del Rosso, sarà al via dell'80^ Coppa San Vito di San Vito al Tagliamento (Pn).

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
È una classifica soggettiva, ancorché ragionata, e come tale destinata a far discutere. Ed il suo fascino, in fondo, è proprio questo. Gli amici di Cyclingnews hanno chiesto ad alcune delle loro firme di punta - vale a dire Daniel...


  Che cosa farai dopo il Giro d’Italia?, domandai a Michele Scarponi. So che gli altri si prepareranno per il Giro di Svizzera o per il Tour de France, rispose, invece io mi dedicherò al giro degli ombrelloni. Sarebbe piaciuto,...


Gli appassionati della leggerezza sono in grado di pesare tutto, una mania che colpisce spesso e volentieri gli appassionati di salita. Ruote leggere, selle leggere, teli leggeri, guaine leggere, insomma, un elenco lungo che potrebbe continuare per diverse righe. Spesso,...


  Daniel Zanta è un combattente. È lui stesso ad usare questa parola quando gli chiediamo di descrivere il suo carattere usando un solo termine. Nato a Palmanova, in provincia di Udine, alla fine del mese di gennaio del 2004,...


  Conclusasi l'epopea pionieristica del Diavolo Rosso, che con le sue imprese a volte rocambolesche aveva dominato la scena ciclistica nel primo decennio del XX secolo, negli anni Venti salirono alla ribalta i fratelli Battista (nella foto) e Marco Giuntelli,...


«Voglio giocare a carte scoperta: una squadra così vincente non si cambia». Patrick Lefevere spiega a chiare lettere le strategie di mercato della Deceuninck Quick Step dedicando alle trattaive la rubrica settimanale che tiene su Het Nieuwsblad. Il manager della...


Ve ne avevamo già dato contezza: il Giro dovrebbe effettivamente partire da Palermo. Oggi anche l’ottimo Cosimo Cito su “La Repubblica” ha riportato questa nostra anticipazione arricchendola di qualche particolare molto interessante. Intanto lo scambio di Grandi Partenze o Grand...


Grazie all'impegno e alla disponibilità della famiglia di imprenditori Pedron, grande amica del ciclismo, il Reparto di Terapia Intensiva e Patologia Neonatale dell'Azienda Ospedaliera dell'Università di Padova potrà disporre di una preziosa apparecchiatura ad ultrasuoni necessaria a monitorare le funzioni...


La diciasettesima tappa della HTV Cup . la Da Lat - Bao Loc di 110 km - ha visto l'ennesima volata sulle strade del Vietnam ed il successo è andato a Le Nguyet Minh (Ho Chi Minh City - MM...


«Dopo tre mesi di stop, comincio ad accusare l'astinenza da corse, ho bisogno dell'adrenalina da competizione...». Gianni Savio scalpita, non vede l'ora di tornare in ammiraglia, anche se ovviamente in questi mesi di pandemia non è mai stato fermo. «È...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155