MARCHE IN ROSA. TAPPA E GIRO PER SORAYA PALADIN

DONNE | 21/09/2019 | 18:01

Offida sempre più fulcro dei grandi eventi del ciclismo nazionale ed internazionale e il Giro delle Marche in Rosa ha scelto la patria del merletto al tombolo per celebrare le protagoniste della breve corsa a tappe che ha consacrato sul podio più alto la trevigiana Soraya Paladin (Alè Cipollini Team) nella versione “pigliatutto” nella terza ed ultima frazione scavalcando Marta Cavalli (Valcar Cylance Cycling) grazie agli abbuoni in palio all’arrivo e ai traguardi volanti.

Per il secondo anno consecutivo, la città di Offida (con in testa il sindaco Luigi Massa e l’assessore allo sport Cristina Capriotti) è stata parte integrante del progetto portato avanti con successo dalla Born to Win di Roberto Baldoni e dalla SCA Offida di Gianni Spaccasassi per il formidabile veicolo promozionale che tale appuntamento ha rivestito sotto l’aspetto tecnico-sportivo (a pochi giorni dal campionato del mondo in Gran Bretagna) ed anche promozionale per rilanciare un territorio ancora alle prese con le difficoltà post terremoto.

Un enorme sforzo organizzativo reso possibile anche dalla direzione di corsa (Raffaele Babini e Fabio De Carolis) a coordinare il lavoro con Polizia Stradale, Carabinieri, Polizia Locale, Scorte Tecniche e Protezione Civile per un Giro delle Marche in Rosa portato avanti senza intoppi anche sul piano della sicurezza stradale nel corso delle tre tappe.

Sui quattro giri del nervoso circuito tra Offida e Borgo Miriam, di rilievo la fuga iniziale di Paladin che, vincendo il primo traguardo volante di giornata, ha intascato i 3 secondi di abbuono affiancando virtualmente la leader Cavalli in testa alla classifica generale con lo stesso tempo.

Nella fase centrale della tappa a conquistare la scena agonistica sono state Jelena Eric (Alè Cipollini Team), Letizia Borghesi (Aromitalia Basso Bikes Vaiano) e Monica Brzezna (Mat Atomdewelo9per Wroclaw) che hanno fatto incetta degli altri due gran premi della montagna ad Offida e del secondo traguardo volante di giornata.

L’ultimo giro è stato tutto un susseguirsi di attacchi ancora con la polacca Brzezna e Maria Sperotto (Bigla) fino a quando si è materializzato lo spunto vincente di Paladin sull’ultima ascesa verso il traguardo di Offida nella centralissima Piazza del Popolo con una manciata di secondi (più dieci di abbuono al traguardo) di vantaggio su Cavalli, terza la britannica Elizabeth Banks (Bigla).

Al sesto successo stagionale (ben tre vittorie in questo mese di settembre), la trevigiana Paladin è tra le titolari della nazionale italiana del cittì Dino Salvoldi in vista dell’imminente campionato del mondo in terra britannica: “Una corsa molto nervosa e combattuta qui a Offida, sono riuscita a staccare una grintosa Marta Cavalli all’ultimo chilometro e adesso mi riposo qualche giorno per preparare nel migliore dei modi la mia esperienza in maglia azzurra al mondiale di sabato prossimo”.

Un Giro delle Marche in Rosa che ha portato una ventata di ottimismo e di entusiasmo al movimento ciclistico femminile azzurro: le tre vincitrici di tappa Marta Cavalli (San Severino Marche), Elisa Balsamo (Villa Musone di Loreto) e Soraya Paladin (Offida) saranno al via dell’attesissimo mondiale del 28 settembre nello Yorkshire. 

Una corsa a tappe tutta al femminile voluta anche per rendere merito alla formazione marchigiana doc della Born to Win G20 Boiler Parts Ambedo che ha fatto la sua bella figura con due ragazze nelle prime venti della classifica generale (Francesca Pisciali e Arianna Sessi) e regalato al contempo una ribalta importante a Sara Grifi, l’atleta di Capodarco di Fermo che ha terminato onorevolmente la propria fatica con la casacca della Zhiraf-Guerciotti.

ORDINE D’ARRIVO 3°TAPPA OFFIDA

1° Soraya Paladin (Alè Cipollini Team) 101,8 chilometri in 2.49’09” media 36,110 km/h

2° Marta Cavalli (Valcar Cylance Cycling) a 5”

3° Elizabeth Banks (Gbr, Bigla) a 8”

4° Rasa Leleivyte (Ltu, Aromitalia Basso Bikes Vaiano) a 9”

5° Diana Klimova (Rus, Zhiraf-Guerciotti) a 10”

6° Elena Franchi (Eurotarget Bianchi Vittoria) a 23”

7° Asja Paladin (Valcar Cylance Cycling) a 29”

8° Sophie Wright (Gbr, Bigla) a 33”

9° Nadine Gill (Ger, Team Stuttgart)

10° Carmela Cipriani (Aromitalia Basso Bikes Vaiano)

CLASSIFICA GENERALE FINALE – MAGLIA ROSA “AMBEDO TORNITORI OFFIDA”

1° Soraya Paladin (Alè Cipollini Team) 7.59’19”

2° Marta Cavalli (Valcar Cylance Cycling) a 9”

3° Rasa Leleivyte (Ltu, Aromitalia Basso Bikes Vaiano) a 42”

4° Diana Klimova (Rus, Zhiraf-Guerciotti) a 44”

5° Elizabeth Banks (Gbr, Bigla) a 1’43”

6° Elena Franchi (Eurotarget Bianchi Vittoria) a 2’00”

7° Nadine Gill (Ger, Team Stuttgart) a 2’08”

8° Sophie Wright (Gbr, Bigla) a 2’12”

9° Greta Marturano (Top Girls Fassa Bortolo) a 2’12”

10° Chloe Hosking (Aus, Alè Cipollni Team) a 2’24”

11° Elisa Balsamo (Valcar Cylance Cycling) a 3’24”

12° Asja Paladin (Valcar Cylance Cycling) a 4’53”

13° Carmela Cipriani (Aromitalia Basso Bikes Vaiano) a 4’56”

14° Monika Brzezna (Mat Atomdewelo9per Wroclaw) a 5’00”

15° Niamh Fisher-Black (Nzl, Bigla) a 5’05”

16° Irina Ivanova (Nazionale Russia) a 5’15”

17° Martina Alzini (Bigla) a 5’16”

18° Debora Silvestri (Eurotarget Bianchi Vitasana) a 5’21”

19° Francesca Pisciali (Born to Win G20 Boiler Parts Ambedo) a 5’26”

20° Arianna Sessi (Born to Win G20 Boiler Parts Ambedo) a 5’29”

45° Sara Grifi (Zhiraf-Guerciotti) a 30’47”

CLASSIFICA GPM – MAGLIA BLU “DUECCI”

1° Soraya Paladin (Alè Cipollini Team)  40 punti

2° Diana Klimova (Rus, Zhiraf-Guerciotti)  19

3° Sophie Wright (Gbr, Bigla) 18

4° Chloe Hosking (Aus, Alè Cipollni Team) 13

5° Marta Cavalli (Valcar Cylance Cycling) 12

CLASSIFICA TRAGUARDI VOLANTI – MAGLIA VERDE “FANINI srls”

1° Soraya Paladin (Alè Cipollini Team)  23 punti

2° Kaja Rysz (Pol, Mat Atomdewelo9per Wroclaw) 20

3° Diana Klimova (Rus, Zhiraf-Guerciotti)  18

4° Chloe Hosking (Aus, Alè Cipollni Team) 11

5° Elena Pirrone (Valcar Cylance Cycling) 10

CLASSIFICA GIOVANI – MAGLIA BIANCA “DISTRIBUTORE ENI OCRA”

1° Sophie Wright (Gbr, Bigla) 8.01’31”

2° Niamh Fisher-Black (Nzl, Bigla) a 2’53”

3° Arianna Sessi (Born to Win G20 Boiler Parts Ambedo) a 3’17”

4° Nicole D’Agostin (Mendelspeck – Bizkaia Durango) a 3’52”

5° Laura Tomasi (Top Girls Fassa Bortolo) a 4’07

CLASSIFICA STRANIERE – MAGLIA ROSSA “MAX IMPIANTI”

1° Rasa Leleivyte (Ltu, Aromitalia Basso Bikes Vaiano) a 8.00’01”

2° Diana Klimova (Rus, Zhiraf-Guerciotti) a 2”

3° Elizabeth Banks (Gbr, Bigla) a 1’01”

4° Nadine Gill (Ger, Team Stuttgart) a 1’26”

5° Sophie Wright (Gbr, Bigla) a 1’30”

CLASSIFICA A SQUADRE

1° Valcar Cylance Cycling 24.04’06”

2° Bigla a 13”

3° Alè Cipollini a 3’43”

4° Eurotarget Bianchi Vittoria a 7’31”

5° Nazionale Russia a 10’05”

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Se si pensa a lui in noi affiora un sorriso. Dino Zandegù è chiaramente un uomo di compagnia, una personalità forte e garbata, porta gioia in ogni luogo, casa o piazza. È l’uomo della festa e suona strano sapere che...


Dal 9 al 31 maggio si sarebbe dovuto disputare il Giro d’Italia 2020. Tuttobiciweb lo corre comunque, giorno per giorno, con la forza della memoria. Oggi la ventunesima tappa: Toni Bailetti ci racconta quella del 1963. “I giochi al Giro...


Conosce tutti gli sport ma ama soprattutto la bicicletta, che utilizza quotidianamente anche in città. «Ne ho tre, l’ultima me la sono regalata due anni fa: un’e-bike , una bellissima MTB customizzata di cui sono molto orgogliosa e che uso...


Il periodo della quarantena è stata un’inconsapevole occasione che ha dato un’importante accelerata all’innovazione e alla diffusione degli strumenti digitali nella so­cietà. Gli studenti ed i lavoratori fruiscono in modo massiccio dei software che han­no consentito loro di lavorare e...


Il Giro delle Fiandre ha perso il suo decano: si è spento a 93 anni Roger Decock, vincitore dell’edizione 1952 della Ronde, un’edizione memorabile a causa di vento, pioggia e freddo. Decock aveva scoperto la bicicletta durante la seconda guerra...


Tra qualche anno, il mondo guarderà al 2020 e al Covid-19 come ad uno snodo decisivo per la nostra generazione. Con la fase di progressiva ripartenza che sta coinvolgendo tutte le nazioni, è sempre più evidente come questo momento sia destinato a...


il grande ciclismo sta provando a rimettersi in moto con i corridori che hanno ripreso ad allenarsi e i calendari che forniscono finalmente degli obiettivi a cui mirare, anche se ancora distanti, ma anche il ciclismo di base ha bisogno...


Siamo molto dispiaciuti, sia come associazione A.C.O.F.I. che come addetti ai lavori facenti parte del fuoristrada, che il nostro Presidente Federale non abbia ancora dato una risposta alla nostra presentazione, questo ci fa pensare che il fuoristrada non sia proprio di suo...


Al lungo elenco delle giovani promesse del Bresciano che vanno in bici si aggiunge Gabriele Raccagni, in sella da quando aveva 7 anni: «Il merito è dei miei nonni Bruno e Francesco che correvano tra i cicloamatori. Grazie a loro...


Diciamoci la verità, è molto difficile ricevere regali da parte delle aziende, soprattutto in un periodo di vacche magre come questo . Quando ci viene detto che possiamo ricevere un omaggio, anche al supermercato, siamo sempre sul chi va là...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155