COLLECCHIO. SI SBLOCCA FARESIN, PRIMO SUCCESSO PER IL FIGLIO D'ARTE

DILETTANTI | 17/09/2019 | 16:42

La prima vittoria del 2019 per Edoardo Francesco Faresin è arrivata sul prestigioso traguardo della 84^ Coppa Collecchio: una prova combattuta e spettacolare quella andata in scena, come da tradizione, sulle splendide strade del Parco dei Boschi di Carrega. A decidere la corsa è stata una fuga di 19 atleti, comprendente oltre a Faresin anche Abenante, Caiati e Pietrobon, che ha preso il largo dopo una cinquantina di chilometri: con il passare dei chilometri il gruppo dei battistrada ha scavato un solco incolmabile sul resto del gruppo e si è via via selezionato sino ad essere composto da sette atleti.

Al suono della campana sono transitati così al comando della corsa Faresin e Abenante (Zalf), Konychev e Battistella (Dimension Data), Colonna (Casillo Maserati), Colombo (Biesse Carrera) e Di Felice (General Store). Nel corso dell'ultima scalata al GPM di Segalara Faresin ed Abenante tentano l'allungo ma il drappello resta compatto. Quando si torna in pianura inizia la girandola degli scatti che finisce per favorire proprio Edoardo Francesco Faresin, bravo ad azzeccare il momento giusto per allungare sui compagni di avventura a due chilometri dal traguardo e ad involarsi così in solitaria verso il cuore di Collecchio dove ad attenderlo c'era il pubblico delle grandi occasioni.

Arrivo solitario, dunque, per il ragazzo 21enne di Mason Vicentino (Vi) che coglie il suo primo successo in una gara in linea tra gli Under 23, lo scorso anno, infatti, si era aggiudicato la cronoscalata Bologna-San Luca e la classifica finale dei GPM al Giro d'Italia Under 23. Si tratta della ventisettesima perla stagionale della Zalf Euromobil Désirée Fior e anche della millesima vittoria di Luciano Rui nei 29 anni trascorsi alla guida della compagine trevigiana. A completare la festa bianco-rosso-verde di Collecchio anche il sesto posto di Pasquale Abenante.

In lacrime, dopo il traguardo, Edoardo Francesco Faresin ha spiegato: "Ci tenevo tantissimo a trovare questo successo e finalmente è arrivato. Nelle ultime settimane ero sempre lì con i migliori ma ho dovuto sempre accontentarmi dei piazzamenti. E' una vittoria che voglio dedicare a tutta la squadra che oggi ha corso in maniera impeccabile sin dall'inizio. Ci ho provato sin dall'inizio e nel finale di gara sono riuscito a trovare il momento giusto per scattare e poi ho dato tutto sin sul traguardo. Un grazie a tutti i miei compagni di squadra e alla mia famiglia che mi sono sempre stati vicini e che fanno sempre il tifo per me."

Una emozione unica per Gianni Faresin: "E' la prima volta che mi capita di vincere una gara in ammiraglia da papà oltre che da ds e devo ammettere che è una sensazione particolare, intensa e bellissima. Oggi tutta la squadra ha girato bene correndo in maniera impeccabile. Edoardo ha gareggiato con il piglio giusto ed è stato premiato, non posso che fargli i miei complimenti e festeggiare con lui un successo meritatissimo e spettacolare".

Festa grande in casa Zalf Euromobil Désirée Fior e a gioire per il traguardo storico raggiunto è anche Luciano Rui che, impegnato sul circuito di Sannazzaro de Burgondi ha seguito in diretta l'evolversi della prova di Collecchio: "1000 vittorie in 29 anni sono un bel traguardo reso possibile solo grazie ai grandi atleti che hanno vestito questa maglia e alla capacità e alla costanza di un gruppo dirigenziale e di uno staff di straordinario valore. Raggiungerlo con un ragazzo speciale e di grande talento come Edoardo lo rende ancora più bello ed importante. Oggi è un giorno di festa per tutta la nostra squadra ed è giusto gioire tutti insieme. Da domenica torneremo a battagliare per mettere a segno anche la numero 1001".

Ordine d'arrivo
km 145 in 3h 33'06 media/h 40,846

1 FARESIN Edoardo Francesco Zalf Euromobil Désirée Fior

2 KONYCHEV Alexander Dimension Data for Qhubeka a 13"

3 COLONNA Yuri Team Casillo Maserati

4 COLOMBO Raul Biesse Carrera

5 DI FELICE Francesco General Store Essegibi F.lli Curia

6 ABENANTE Pasquale Zalf Euromobil Désirée Fior

7 BATTISTELLA Samuele Dimension Data for Qhubeka a 55"

8 DURANTI Jalel Team Colpack a 2'22"

9 AMICI Alberto Biesse Carrera a 2'24"

10 RAIMONDI Alex Team Casillo Maserati a 2'37"

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Ivan Menchov correrà per l'Ausonia Csi Pescantina. Il sedicenne figlio d'arte - papà Denis è stato professionista per molti anni vincendo la Vuelta 2007 e il Giro d'Italia del Centenario nel 2009, e tra i dilettanti ha conquistato il Tour...


La Vuelta a San Juan perde una delle sue stelle: Julian Alaphilippe, infatti, non prenderà il via stasera nella terza tappa, la crono di 15 km da Ullum a Punta Negra. Il francese della Deceuninck Quick Step è stato colpito...


«Lasciatemi ancora qualche giorno per sistemare tutto, poi parlo io. Poi spiego davvero come stanno le cose e come sono andate». Tony Monti si dice «costernato» dalle parole di Patrick Lefevere. Si dice addolorato e lo ripete all’infinito. «Se fossi...


Il Gruppo Sportivo Alto Garda, organizzatore del Tour of the Alps, e PMG Sport hanno raggiunto un accordo di collaborazione triennale che prevede la concessione dei diritti media e dei diritti marketing dell’evento euroregionale a partire dall’edizione 2020. L’accordo è...


In attesa della presentazione ufficiale che si terrà lunedì 9 marzo (ore 19, 30) presso il Grand Hotel Leonardo da Vinci di Cesenatico (via G. Carducci 7) la Settimana Internazionale Coppi e Bartali (25/29 marzo) ha definito le tappe che...


Tutto pronto per la 4 giorni di gare del Playa de Palma Challenge che segnerà il debutto europeo del team nella stagione 2020. 4 competizioni, con percorsi differenti che permetteranno ad atleti con differenti caratteristiche di mettersi in luce.Dal 30...


«Grande incertezza per il vivaio della Deceuninck Quick Step»: titola così il sito Wieleflits l'intervista realizzata con il manager del team WorldTour Patrick Lefevere. «Non so bene cosa stia accadendo, ma non voglio correre altri rischi e quindi ho fermato...


Spesso si è utilizzato a sproposito il termine di ciclista intellettuale. Laurent Fignon, per esempio, era definito così solo perché portava gli occhiali... Altri corridori sono stati definiti tali per i loro studi, ma un ciclista filosofo, un intellettuale tout...


Si tratta sicuramente dell'attacco manubrio più lungo che abbia mai visto e ad utilizzarlo è un atleta australiano, si chiama Leigh Phillips e corre nella formazione Nero Continental.  Il ragazzone, è altro 195 cm, pedala su una Bianchi Oltre XR3,...


Quello che le donne non dicono, lo fanno capire. Era chiaro che Alessia Piccolo avrebbe fatto qualcosa di importante. Chiaro perché la crescita del suo team femminile era lì sotto davanti gli occhi di tutti. Mancava solo il grande salto,...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155