L'ABC DI COSTA. LA PROVOCAZIONE DI SIMON

GIRO D'ITALIA | 11/05/2019 | 20:04
di Angelo Costa

A come anticipo. Nel senso di muoversi prima del previsto. E’ la scelta fatta da Dumoulin, Nibali e Roglic alla vigilia della crono: anziché gareggiare per ultimi, hanno preferito farlo qualche ora prima, per evitare brutti scherzi dal meteo. Ha addirittura esagerato Davide Cassani, uno che col tempo ha ormai dimestichezza perché con tutti gli impegni che riesce ad onorare ha già battuto il primato dell’ora: in una riesce a farne stare tre. Sul percorso della crono di San Luca, il ct si è presentato addirittura domenica scorsa, beccandosi una delle giornate più fredde e bagnate dell’anno. Lapidario il commento: ‘Ho capito di dover lavorare ancora su un altro tipo di tempo’.

D come dispetto. Nel senso di gesto fastidioso. Particolarmente irritante quello rivolto dalle squadre ai telecronisti, costretti ad affrontare veri e propri scioglilingua. Ha cominciato la Quick Step, non una squadra qualsiasi, ma la prima al mondo: andava tutto così bene, e invece si è scelta un nome che impasta la lingua a chiunque lo avvicini. Si scrive Deceuninck, azienda che costruisce telai: per finestre e non per bici, ma siamo lì, perché ci sono bici che nulla hanno da invidiare a cancelli e serramenti. Da inizio stagione l’hanno chiamata in tutti i modi: Dekoening, dekunik, diseuinink, dekonig a seconda di chi è al microfono. Un po’ come accadeva ai tempi di Cruyff, chiamato Craif, Kruiv, Croiff e Creiff almeno fino a quando non è arrivato il mitico Ciotti a ribattezzarlo il Profeta del gol. Adesso al Giro c’è un esame più tosto della prova costume, che pure si affronta in questi giorni: pronunciare correttamente nomi di concorrenti che sembrano esercizi di logopedia. In gara ci sono Geoghegan Hart, Irizar Aramburu, Andemeskel, i giapponesi Hatsuyama e Hiroki Nishimura: se vanno in fuga insieme, il telecronista può darsi alla pastorizia. Poi c’è Gehereigzabher Werkilul, eritreo che corre con l'africana Dimension Data: quando ai suoi dirigenti è stato chiesto come lo chiamino, la risposta è stata immediata: ‘Ehi’.

P come provocazione. Nel senso di frase di sfida. Alla vigilia del Giro, Simon Yates ha mandato un messaggio agli avversari: ‘Fossi in loro, me la farei sotto’. Dumoulin l’ha presa male: dopo il pit stop sullo Stelvio, quando fu costretto a fermarsi in un campo per un attacco intestinale, c’è da capirlo.

R come Roglic. Nel senso di Primoz, uno dei grandi favoriti e prima maglia rosa. Arriva dagli sport invernali: la sua specialità era il salto con gli sci dal trampolino. Campione del mondo juniores della specialità, in bici ha già vinto tappe al Giro e al Tour, dove ha pure sfiorato il podio: si può dire che non abbia accusato il salto da uno sport all’altro. Da quando si è dato al ciclismo, si è asciugato fisicamente perché è molto rigoroso con l’alimentazione: a cena come massimo sfizio si concede un saltimbocca, altrimenti salta. Grazie ai risultati ottenuti, si è accreditato tra i possibili vincitori di un grande giro, a cominciare da questo: non è il classico salto nel buio. Quando gli è stato proposto dai tecnici di puntare subito al Tour, li ha frenati: un passo alla volta, ha detto, meglio evitare salti in avanti. E’ consapevole, ma anche molto umile: a un giornalista che gli ha chiesto se poteva intervistarlo in albergo, ha risposto garbatamente ‘non ti preoccupare, faccio io un salto da te’. Al Giro si presenta dopo tre brevi corse a tappe nelle quali ha sempre fatto centro: dopo il salto con gli sci e il ciclismo, forse ha un futuro nel tiro a segno.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

La stagione della Valdarno Regia Congressi Seiecom e' terminata ma, non si ferma il lavoro di Leonardo Gigli e Francesco Sarri per il rafforzamento del team per il 2020. Il team valdarnese e' lieto di comunicare di aver raggiunto un...


Spunta a sorpresa Daniel McLay nella seconda tappa del Tour of Guangxi con arrivo a Qinzhou. Il velocista britannico, ex promessa del ciclismo inglese, è stato bravo ad approfittare di uno sprint caotico per mettersi alle spalle Pascal Ackermann (Bora-hansgrohe),...


Dopo migliaia di chilometri con il vento in faccia e tante volate tirate ai capitani, tra Davide Martinelli e la Deceuninck-Quick-Step è giunto il momento di dirsi addio. E il destino ha voluto che nella corsa del suo commiato, il...


Il Van torna on the road. Dopo Milano, Innsbruck, Monaco, Berlino, Amsterdam, Rotterdam, Düsseldorf, Torino, Mantova e Ferrara, più di 800 bici riparate, oltre 3000 caffè offerti e più di 5000 ciclisti incontrati in meno di un mese, è tempo...


Si parla spesso di integrazione proteica soprattutto nella fase di preparazione che precede l’inizio della stagione agonistica, ma è giusto fare chiarezza per questa pratica, spesso fatta con troppa leggerezza.  Nel breve video del Dr. Franco Donati, CEO di EthicSport, vengono evidenziati i...


Enervit, forte della lunga esperienza maturata accanto all’Equipe Enervit, ha deciso di suggellare ancora di più il rapporto con la sua fedele alleata dando vita a un magazine di approfondimento scientifico. Il luogo dove farlo circolare è l’online. La fonte...


La stagione ciclocrossistica 2019 - 20 è già iniziata. Anche in questo autunno-inverno la Selle Italia – Guerciotti – Elite partecipa alle più importanti competizioni con i suoi specialisti diretti dall’ex Campione del Mondo (vinse le edizioni 1979 e ’86)...


Conto alla rovescia iniziato ad Acquanegra sul Chiese in vista dell'edizione numero tredici del classico Gran Premio d'Autunno, appuntamento che martedì 22 ottobre chiuderà la lunga stagione su strada per le categorie elite ed under 23. Il Pedale Castelnovese coordinato...


Ancora poche ore d’attesa per il via della edizione numero zero della RISO..ica, pedalata aperta a tutti, anche a famiglie e bambini, che si svolgerà ad Abbiategrasso con la straordinaria partecipazione di Vincenzo Nibali. per leggere l'intero articolo vai su...


  Una graphic novel su Luigi Malabrocca, La Maglia Nera per eccellenza, il primo degli ultimi per manifesta inferiorità. Titolo (semplice) “Malabrocca”, sottotitolo (spiritoso) “Un uomo solo… al fondo”, autore Roberto Lauciello, editore ReNoir, pagine 112, prezzo 14, 90 euro....


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy