BAHRAIN MERIDA. COLBRELLI PUNTA ALLE CLASSICHE. AUDIO

PROFESSIONISTI | 12/12/2018 | 15:36
di Diego Barbera

Sonny Colbrelli ha riassunto i suoi obiettivi sul palco della presentazione della Bahrain Merida sull'isola croata di Hvar: «Per me il 2018 è stata una stagione positiva con quattro vittorie e tanti secondi posti. Quelli al Tour de France e a Montreal mi hanno però dato molto morale e speriamo diventino primi quest’anno. Il mio obiettivo è quello di puntare forte sulle Classiche e farmi trovare pronto».

Lo abbiamo incontrato poco dopo per approfondire. Ecco le sue risposte, come sempre mix di simpatia e professionalità. A fondo pagina l'audio da ascoltare.

Come ti senti, hai avuto qualche problema recentemente
«Si, un virus intestinale mi ha tenuto fermo qualche giorno. Sto re-iniziando piano piano, ma mi sento molto debilitato»

Ti sei operato agli occhi, quanto ti aiuterà una vista migliore?
«In questo ultimo mese ho avuto due operazioni una al sottosella per rimuovere una ciste e, appunto, agli occhi. Ora spero di vedere bene i cartelli degli ultimi metri e parto non lungo come prima (ride, ndr). Scherzi a parte, ora devo aspettare che la vista si stabilizzi in circa un mese e mezzo, ma per noi ciclista è tutto. Se non vedi bene - a parte le cadute - ci sono situazioni come lo sprint dove potresti sbagliare qualcosa, ad esempio perdendoti i cartelli che segnalano le distanze oppure la ruota quando gli avversari partono. Tutti dettagli che fanno la differenza».

Il team si è migliorato molto
«La squadra ha fatto un grandissimo cambiamento con otto corridori nuovi. Credo che abbia avuto il miglior mercato tra le World Tour. Si è rinforzata in tanti ambiti dalla crono col campione del mondo Dennis allo sprint con Bauhaus, che sarà un ottimo apripista e tanti buoni corridori giovani come Sieberg. E poi c’è Theuns che è l’uomo delle Ardenne. Siamo diventati una squadra completa».

E c’è una importante nuova collaborazione, con McLaren
«È una grande sorpresa per noi, speriamo che ci dia una macchina di rappresentanza! Seriamente, queste sono belle novità per il ciclismo perché possono fare da traino come avvenuto ad esempio con l’impegno degli sponsor come UAE e Bahrain, potrà magari succedere che dopo McLaren un’altra grande realtà dei motori possa prendere da ispirazione, dico Ferrari come esempio essendo italiano. Il ciclismo ha bisogno di forti sponsorizzazioni, dopo che ad esempio Sky ha comunicato di lasciare».

È stato uno shock?
«Tante persone l’hanno presa come un bene. Bene non è, naturalmente, perché anche se sembra debba entrare un nuovo sponsor si potrebbero perdere posti di lavoro.

Stai continuando a usare la stimolazione transcranica?
«L’ho usato poche volte l’anno scorso. Perché abbia effetti si deve utilizzare con costanza, quest’anno lo proverò in modo più sistematico. Può portarti la mente a rilassarsi prima di una grande corsa o di una crono importante».

Chi sarà il tuo compagno di stanza?
«Kristijan Koren, ormai è il mio braccio destro, è dall’anno scorso che siamo compagni e anche quest’anno sarà così.

I tuoi primi obiettivi?
«La Milano Sanremo. Non so se farò la Parigi Nizza o la Tirreno Adriatico, ma proverò a vincere subito nel World Tour per poi tirare dritto con le Classiche».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Ciao ragazzi, rieccomi puntuale con le notizie dal Nepal. In programma c'era la colazione alle 6 e poi dritti al Campo Base dell'Everest, invece è stato tutto un casino. Giorgio durante la notte è peggioratola febbre è tornata a salire...


A tre mesi di distanza dal bruttissimo incidente occorsogli alla Vuelta a España, Rigoberto Urán ha potuto finalmente risalire in bicicletta. Il colombiano della EF Educational First, ce è stato a lungo ricoverato in ospedale e ha dovuto affrontare numerosi...


Sudore più sacrificio uguale successo. È questo il motto di Andrea Vendrame, che si appresta a fare il grande salto nel World Tour e a vivere una nuova pagina della sua promettente carriera. Il 25enne trevigiano, passato professionista nel 2017...


Lo Schio Bike A.s.d. ha stabilito il percorso di gara dei Campionati Italiani di ciclocross del 10-11-12 gennaio 2020 riservato alle categorie amatoriali (venerdì) ai giovani (sabato) e agli agonisti (domenica) che si terranno presso l’Area Campagnola in via dell’Industria...


  "La grande cultura del ciclismo è quella di far ritrovare tanti amici che hanno come obiettivo la crescita dei ragazzi" e "questa stagione, ricca di risultati, è stata caratterizzata, fino ad ora, da 78 medaglie proprio nell'anno che precede...


  Tra le belle sorprese che ci ha regalato il 2019 c'è Nicola Venchiarutti. Ventuno anni, friulano di Osoppo, 30 chilometri a nord di Udine, Nicola è passista veloce che si difende bene anche in salita. Quest'anno con il Cycling...


La macchina organizzativa del Memorial Efisio Melis è già all’opera per realizzare una manifestazione che possa replicare il successo delle edizioni precedenti in ricordo di un grande dirigente della Polisportiva Capoterra che ha guidato una delle più gloriose società ciclistiche...


Il Velo Club Sovico ha iniziato il cammino verso la nuova stagione. Sabato i sei atleti che il prossimo anno formeranno la squadra Esordienti hanno passato alcune ore assieme ai tecnici Gabriele Buttini e Mattia Redaelli per gettare le basi...


I prodotti utilizzati dai team professionistici di ciclismo fanno sempre gola agli appassionati. Succede così che quando i team decidono di mettere in vendita il materiale utilizzato durante l'anno, ci sia sempre molto interesse da parte dei fan. La regola...


  Partì da Boston il 27 giugno 1894: aveva 24 anni, una bicicletta-cancello (Columbia) di una ventina di chili, la gonna lunga e una pistola. Arrivò a Chicago il 12 settembre 1895: aveva 25 anni, una bicicletta da uomo (Sterling)...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy