IL PASTO RACCONTA IL VAL D'AOSTA. VINGEGAARD, IL RAGAZZO CHE AL PESCE HA PREFERITO LA BICI
 

DILETTANTI | 11/07/2018 | 17:47
di Marco Pastonesi

Lavorava nel mercato del pesce. Però amava la bicicletta. E si è innamorato del ciclismo quando suo padre lo ha portato a vedere una tappa del Giro della Danimarca, sotto casa, a Hillerslev. Così, il giorno in cui ha dovuto scegliere fra pesci e biciclette, non ha avuto dubbi. E oggi, nella cronoscalata (394 metri di dislivello in 7,9 km, ma gli ultimi mille metri erano in discesa, fra tornanti e boschi) che ha inaugurato il 55° Giro della Valle d’Aosta, Jonas Vingegaard Rasmussen, 21 anni, maglia rossa e bianca della nazionale danese, dorsale 6, ha conquistato la sua prima corsa targata Uci con tappa e maglia davanti al sudafricano Stefan De Bod (a 7”) e all’inglese Mark Donovan (a 10”). Un pesce da salita: forse una trota.

Il Giro della Valle d’Aosta è – lo dicono tutti – la corsa più bella al mondo. Perché è ai piedi (e qualche volta fino alle ginocchia) del Monte Bianco, dunque nel cuore della natura, ma anche della storia: i camini di Arvier – fra Aosta e Courmayeur – modestamente li spazzava Maurice Garin, il primo vincitore del Tour de France, 115 anni fa. E poi è la corsa del sole, quando c’è, come oggi, ed è la corsa delle speranze, e quelle, intese come i migliori corridori under 23, ci sono sempre. Stavolta 125 atleti, di 25 squadre e di 20 Paesi di cinque continenti, dalla nazionale norvegese ai neozelandesi James Fouche (Team Wiggins) e Alex West (Team Friuli), compresi il ruandese Samuel Mugisha (Dimension Data) e il giapponese Kotaro Ono (Zappi’s Racing Team), insomma, le Nazioni Unite delle pedivelle. In tutto cinque giorni di corsa: le prossime quattro tappe si disputano in Francia, Piemonte e Valle d’Aosta, e vantano altimetrie che somigliano a elettrocardiogrammi sotto sforzo, a cominciare da quella di domani, da Rhemes-Saint-Georges a Rhemes Notre-Dame, 158,8 km, cinque gran premi della montagna e neanche un metro diritto o in piano.

In questi otto chilometri scarsi, il Giro della Valle d’Aosta ha regalato Matteo Bellia, quarto assoluto e primo fra gli italiani (a 20” da Vingegaard), reduce da un 29 all’università, facoltà di Medicina; fratelli d’arte, come Andrea Bagioli (suo fratello Nicola corre per la Nippo-Vini Fantini), e figli d’arte, come Yuri Colonna (suo padre Federico correva per la Mapei); le squadre di Brad Wiggins (Team Wiggins) e di Alberto Contador (Polartec-Kometa); direttori sportivi come Orlando Maini (Petroli Firenze Hopplà) e Gabriele Rampollo (Overall Tre Colli), che ha avuto come compagno di squadra un certo Lance Armstrong; e anche due valdostani, pronipoti di Garin e nipoti di Franco Vagneur, che a questa latitudine vale Coppi. Ultimo in classifica l’ultimo partito, che indossava il dorsale 1 ed era considerato tra i favoriti: ma Maxim Van Gils, 18 anni, belga della Lotto Soudal, ha sbagliato strada e al traguardo non è mai arrivato. Però, siccome nel regolamento non è previsto il fuori tempo massimo per la prima crono, è stato riammesso in corsa con il peggiore tempo. Avrà modo, cioè strada e voglia, per rifarsi.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

E’ finlandese, anzi, lappone di Rovaniemi, ma c’è chi dice che venga dalla Turchia, e comunque sa parlare qualsiasi lingua, volendo anche i dialetti. Ha un’età imprecisata e imprecisabile, a occhio potrebbe essere un’ottantina di anni, ma all’anagrafe potrebbe anche...


Sono Dario Belingheri e Stephane Mantey i vincitori del concorso fotografico “The Best of Cycling 2018”, dedicato ai fotografi di ciclismo professionisti o che seguono da vicino il mondo del ciclismo e organizzato da Sprint Cycling. Nella categoria Scenery ha...


Impegno, moralità e solidarietà gli ideali del Premio Internazionale Le Velò, istituito e portato avanti dal senatore Riccardo Nencini, giunto alla 22^ edizione, la cui cerimonia di premiazione si è tenuta alla Fattoria Il Palagio a Scarperia, ospiti di Leonardo...


Come un videogame: ci si fa incuriosire dall'amico che gioca, si scarica l'app, si fa qualche partita per provare, tanto cosa vuoi che mi interessi e poi si finisce per non smettere più e farsi travolgere dalla passione. Silvano Rodella...


Premi, riconoscimenti e onoreficenze sono sempre importanti per chi li riceve ma quando si trasformano nell’apprezzamento di una nazione e del suo popolo diventano un segno dal valore inestimabile.Nel 2018 la Polonia ha festeggiato i 100 anni dalla riconquista dell’...


Due giorni orsono vi abbiamo presntato la prima iniziativa del Gruppo Sportivo Sprint Ghedi che per celebrare il 46°anno di fondazione ha scelto la strada della solidarietà. Il sodalizio bresciano, guidato dallo storico presidente Luciano Grillo, ha deciso infatti di...


Si è chiuso oggi il secondo training camp del team NIPPO Vini Fantini Faizanè in vista della stagione 2019. La sei giorni alla Spezia, presso l’Hotel Il Gabbiano si è conclusa con un momento conviviale, una cena aperta ai fan...


Nella presentazione di questa mattina a Milano, Guerciotti, oltre a presentare i modelli E740 ed Eureka Air che utilizzeranno i corridori della Bardiani CSF su strada, ha illustrato tutti i suoi progetti legati al mondo del fuoristrada, nel quale la...


È iniziata ufficialmente la nuova stagione anche per la Bardiani CSF: stamane al Novotel di via Mecenate a Milano è andata in scena la presentazione del #greenteam della famiglia Reverberi. La formazione Professional che vanta, come da tradizione, solo corridori...


Guardateli bene perché difficilmente vi capiterà l'occasione di vederli ancora una volta vestiti così... Sono i nuovi acquisti della UAE Emirates accolti in maniera decisamente colorata dai loro nuovi compagni di squadra. Da Gaviria a Henao, passando per i fratelli...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy