ADRIEN COSTA HA DECISO: CICLISMO, ADDIO

PROFESSIONISTI | 06/02/2018 | 09:41
Adrien Costa ha definitivamente deciso di dire addio al ciclismo. A soli vent'anni, dopo un periodo di pausa, il talento statunitense ha fatto la sua scelta e non tornerà più ad indossare la maglia della Hagens Berman Axeon.

Al suo primo anno nella categoria Continental nel 2016 - dopo i grandi risultati ottenuti da juniores - Costa ha vinto il Tour de Bretagne e ha concluso al secondo posto il Tour of Utah. Questo lo aveva portato a sostenere uno stage con l'allora Etixx-Quick-Step. Nel 2017 Costa si è fermato in aprile perché stanco e demotivato, ma la pausa ora diventa definitiva.

«Non sono pronto a tornare - spiega Costa nel comunicato stampa reso noto dal team -. Più ci pensavo, più mi rendevo conto che non volevo tornare in squadra. Da quando ho smesso di gareggiare, ho imparato molto su di me e ho capito quanto della mia vita ruotasse attorno al ciclismo. Ho viaggiato e ho anche lavorato in Francia, ora sono tornato nell'Oregon per per concludere i miei studi universitari in Turismo e Marketing. Voglio ringraziare Axel (Merckx, ndr) e tutto il team Axeon dal profondo del cuore. Naturalmente continuerò a pedalare e... chissà cosa ci porterà il futuro...».

Al suo posto la Haxeon Agens ha chimato a sostituirlo Sean Bennett, attuamente tesserato per un altro team Continental statunitense, la CCB Foundation-Sicleri.
Copyright © TBW
COMMENTI
Impariamo
6 febbraio 2018 11:23 blardone
Da questo corridore.non si può stressare un corridore cosi giovane a passare subito professionista..venire da vittorie ed e passato a delle suonate tremende.....Bisogna avere pazienza. E farli crescere nelle categorie under 23 e invece le illudiamo per una nostra speranza di scoprire talenti.sicuramente non sarà l ultimo.....continuiamo cosi

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Telefonica, azienda proprietaria del marchio Movistar, ha annunciato ufficialmente di aver rinnovato la propria partnership con il team di Eusebio Unzue fino al 2021.In otto anni di partnership, Movistar è stata per quattro volte la squadra numero uno del mondo...


Come un videogame: ci si fa incuriosire dall'amico che gioca, si scarica l'app, si fa qualche partita per provare, tanto cosa vuoi che mi interessi e poi si finisce per non smettere più e farsi travolgere dalla passione. Silvano Rodella...


Il Veneto, "culla" del ciclismo italiano, ha festeggiato sabato pomeriggio nel Teatro Elios Aldò di Scorzè, in provincia di Venezia, i protagonisti di una stagione ad alto livello che hanno contribuito a fare dell'Italia il Paese con più medaglie in...


Per la prima volta il ciclismo per una cerimonia di premiazione, è entrato nel Museo del Calcio presso il Centro Tecnico di Coverciano. Sala gremita, applausi e soddisfazione per il Comitato Provinciale di Firenze della Federciclismo presieduto da Elisa Lari,...


Caro Direttore, l'avvicinarsi del Natale dovrebbe, tradizionalmente, renderci anche più buoni. All'evidenza non è così facile per tutti noi, almeno per poco tempo, cambiare abitudini censurabili e allontanare i cattivi pensieri. Se ciò non fosse sufficiente a renderci immeritevoli di...


Ventimila chilometri sopra le terre. Da Forlì a Capo Nord spaziando, fuggendo e inseguendo, divagando (per Santiago di Compostela), esagerando, esplorando, sbagliando (strada), anche un po’ soffrendo e molto godendo, e sempre pedalando. Perché i ventimila chilometri sopra le terre...


Che magnifica festa con i colori rosa, quelli del ciclismo femminile, protagonista anche nel 2018 con la Challenge che ha coinvolto sei regioni: Toscana, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo. Colore rosa anche i capelli di Maria Bruni, vice...


Celebrata nella notte italiana a Los Angeles, presso il ristorante "N.10" di proprietà di Alessandro Del Piero,  la candidatura all'Oscar del film documentario lituano "Wonderful Losers. A Different World", girato in gran parte al Giro d'Italia 2015.Alla presenza di una...


Davvero un bel successo per il I Trofeo Impermit Service Srl - Città di Foligno, gara di ciclocross valida come campionato provinciale di Perugia e Terni e come tappa del TU-Cross. La manifestazione si è svolta al ciclodromo “Giuseppe Casini”...


Stefano Sala, 21 anni, è il re del Master Ciclocross internazionale 2018-19. Il corridore della Selle Italia – Guerciotti-Elite oggi a Vittorio Veneto (Treviso) ha vinto per distacco la prova conclusiva a punteggio doppio. Grazie al successo ha anche trionfato...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy