NIPPO FANTINI. ECCO I FRATELLI CIMA

MERCATO | 29/08/2017 | 13:38
La NIPPO Vini Fantini pianifica il futuro. Mentre si corre la stagione 2017, il team pianifica con cura il 2018 e le stagioni successive. Già annunciato il rinnovo biennale del plurivittorioso Marco Canola, nel ruolo di capitano del team, la squadra #OrangeBlue ufficializza due colpi di grande prospettiva dando ufficialmente il benvenuto a Damiano e Imerio Cima, rispettivamente classe 1993 e 1997.

I FRATELLI CIMA. Fratelli nel segno del ciclismo, nati a Brescia, cresciuti in sella, Damiano e Imerio sono pronti al grande salto nel professionismo. Il team NIPPO Vini Fantini lancerà due dei migliori giovani talenti italiani, che a partire dal 2018 vestiranno la maglia #OrangeBlue.

A dar loro il benvenuto è il General Manager del team Francesco Pelosi: “Siamo felici di poter lanciare nel professionismo due tra i migliori talenti del ciclismo italiano. Questo è il ruolo delle Professional: lanciare, sostenere e aiutare nella crescita i migliori talenti del ciclismo. Il nostro team è basato su una doppia anima, Italiana e Giapponese, indubbio dunque l’investimento sul nostro segmento tricolore.  Damiano Cima è un giovane di talento e grande generosità che potrà essere di aiuto tanto alla squadra, quanto a suo fratello con cui è molto legato. Imerio Cima passerà professionista appena ventenne, per questo con lui abbiamo siglato un triennale per permettere al suo talento cristallino (già mostrato al recente Tour de L’Avenir e agli Europei Under23 n.d.r.) di crescere e migliorare in maniera graduale, andando a rafforzare la nostra batteria di ruote veloci.”

I PROFILI. Damiano Cima, classe 1993, attualmente in forza alla Viris Maserati è già stato stagista NIPPO Vini Fantini in questo mese di agosto, partecipando con la squadra #OrangeBlue al Tour of Utah e al Colorado Classic. Sotto le direttive del DS Mario Manzoni, in corsa con Marco Canola ha convinto DS e compagni sia per il suo talento che per le sue capacità di uomo squadra. Tra gli Under23 nel 2017 ha conquistato la Coppa San Bernardino, corsa che tra gli Under23 ha consacrato corridori del calibro di Nizzolo e Modolo e un secondo posto alla Popolarissima, mentre nel 2016 aveva conquistato la vittoria del prestigioso Gran Premio Industrie del Marmo.
Nel 2018 il passaggio tra i PRO, con la maglia #OrangeBlue e un contratto biennale che lo legherà alla NIPPO Vini Fantini almeno fino al 2019.

Imerio Cima, classe 1997, è un velocista moderno con grandi margini di crescita. Passerà professionista nella stagione 2018 con il team NIPPO Vini Fantini ad appena 20 anni. Per lui un contratto triennale che gli garantirà la possibilità di una crescita costante in maglia #OrangeBlue. Il passaggio tra i PRO non lo spaventa, avendo dimostrato nel recente Tour de L’Avenir di saper competere ad alti livelli, conquistando due podi. Per lui un mese di agosto da incorniciare quindi, iniziato con il settimo posto nei campionati europei Under23 (migliore degli italiani), continuato con i due podi al Tour de L’Avenir (dove nella quarta tappa ha battuto in volata anche il campione del mondo Under23  Kristoffer Halvorsen) e concluso con la firma sul contratto triennale con la NIPPO Vini Fantini.

In attesa delle prossime ufficialità la NIPPO Vini Fantini traccia quindi il suo futuro assicurandosi due giovani italiani di grande talento.
Copyright © TBW
COMMENTI
Una curiosità,
29 agosto 2017 16:32 Fra74
da parte del Sig. Francesco Pelosi: - “Siamo felici di poter lanciare nel professionismo due tra i migliori talenti del ciclismo italiano..." testuale frase che riporto.
Non mi permetto di sindacare sul passaggio di questi due ragazzi, anzi, ben contento per loro. Seriamente. Sopratutto per il più giovane dei fratelli, dato che è del 1997.
Unico appunto che faccio al Sig. FRANCESCO PELOSI è sul termine "talenti". Ripeto, non è riferito ai due fratelli CIMA. Mi piacerebbe sapere cosa intende Lui, ossia il Sig. Pelosi, per "talento" e chi sarebbero in Italia i vari talenti ciclistici del 2017.
Grazie per la eventuale delucidazione a riguardo.
Ah, se volesse rispondere pure il Sig. VALENTINO SCIOTTI, ben lieto di leggerlo.
Solo per obiettività allego VITTORIE del ciclista IMERIO CIMA (fonte FCI).
2017 - 2
51° Circuito Del Porto - Trofeo Arvedi
Trofeo Città di Castelfidardo

2016 - 2
G.s.c. Viris Vigevano - A.s.d.

2015 – 4
Titolo Italiano Inseguimento a squadre e Velocità a squadre, Montichiari
69° G.P. Di Primavera
52° Trofeo Caduti e Dispersi Comune Di Passirano - 32° Tr. E. Valloncini A.M.
Tre Sere Del Garda - Trofeo Ferali Group

2014 - 2
A.s.d. Feralpi Monteclarense

2013 - 4
A.s.d. Feralpi Monteclarense

2012 - 1
G.c Monteclarense Team A.s.d.

2011 - 1
G.c Monteclarense Team A.s.d.

2010 - 0
Monteclarense F.lli Bregoli A.s.d.

Francesco Conti-Jesi (AN).

Vittorie
29 agosto 2017 22:35 Paracarro
Francesco Conti, perché non ha vinto abbastanza Cima Imerio e non ha ottenuto piazzamenti prestigiosi in due anni da under 23? Ma per favore.. chissà cosa deve vincere un appena ventenne più di così per essere considerato talento

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Dries DE BONDT. 10 e lode. Il 30enne passistone belga fa filotto e si porta a casa di tutto e di più: traguardi volanti e quello finale. Prende di tutto, perché lui dopo la beffa di Reggio Emilia (è stato...


Ancora un secondo posto al Giro per Edoardo Affini, il corridore della Jumbo-Visma che dallo scorso ann, sta inseguendo una vittoria di tappa alla corsa rosa. Affini oggi aveva deciso di provare a vincere, con la consapevolezza che le uniche...


Come già accaduto nella prima tappa, Remco Evenepoel impone la sua legge nella terza frazione del Tour of Norway, la Gol - Stavsro di 175 km. Il belga della Quick Step Alpha Vynil a staccato tutti per andare a cogliere...


Non sono su Twitter (per incassare insulti mi basta Facebook, almeno non sono anonimi), non sono su Twitter eppure alla partenza mi mostrano un tweet di Jacopo Guarnieri: “C'è qualcosa di peggio dei giornalisti che si lamentano di una corsa...


Ha vinto un miracolato. Lo sa, lo dice, lo racconta: «Sul traguardo ho lanciato un urlo di incredulità! Ho sempre cercato di inseguire i miei sogni, sono diventato sempre più forte e oggi ho realizzato quel sogno. Siccome più è...


Dopo tante corse al servizio di Girmay e Kristoff, Andrea Pasqualon si ritaglia un giorno da protagonista e vince il Circuit de Wallonie. Nel classico appuntamento belga, il veneto della Intermarché ha preceduto l francese Zingle della Cofidis con Phikippe...


Quarto posto di Davide Gabburo nella diciottesima tappa del Giro d’Italia, con arrivo a Treviso. Tappa che avrebbe dovuto essere l’ultimo arrivo per velocisti della Corsa Rosa, ma i 4 attaccanti impongono un ritmo forsennato e sorprendono tutti. Tra loro...


Velocisti beffati, De Bondt in festa, Affini con il sogno infranto. E la maglia bianca di Lopez finita lontano lontano. Sono questi i verdetti della diciottesima tappa del Giro d'Italia, la Borgo Valsugana-Treviso che tutto è stato tranne che una...


Il francese Jason Tesson ha vinto allo sprint la prima tappa della Boucles de la Mayenne. Il portacolori della St Michel Auber ha preceduto sul traguardo di Andouillé l'olandese Bram Weletn e il francese Thomas Boudat. Per Tesson si tratta...


Grande serenità da parte dei primi tre in classifica dopo il ritiro di Joao Almeida, contagiato dal covid: «Nessun pericolo, sulle salite si è sempre mantenuto a distanza da noi». Imbarazzo di Carapaz e Hindley per le critiche che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach