COPPI&BARTALI. SENNI GUIDA LA NAZIONALE

PROFESSIONISTI | 15/03/2017 | 15:16
La Nazionale mista Professionisti e U23 continua la sua attività. Dal 23 al 26 marzo gli azzurri del CT Cassani e Amadori saranno al via alla Settimana Internazionale Coppi&Bartali che apre, per la morfologia delle tappe, più possibilità. "Continuiamo a lavorare con questa modalità - dice Amadori - per gli U23 sarà una preziosa esperienza dove potersi misurare".
Otto azzurri tra cui i professionisti Mauro Finetto e Manuel Senni, i leder della Nazionale che cercheranno il risultato: "Finetto e Senni i capitani in bici e giù dalla bici, come punti di riferimento per gli U23" - dice Amadori.

Una corsa che permette di misurarsi perché apre a diverse soluzioni per i giovani U23: da frazioni in linea adatte a velocisti, a frazioni per scalatori con una cronosquadre il primo giorno di gare. "Alessio Brugna è un velocista che tiene bene anche in salita e l'obiettivo è quello di metterlo nelle condizioni di fare la volata. Nelle tappe più impegnative con salite e GPM abbiamo Savini, Conci, Carboni e Rosa. Anche Baccio che potrà ben figurare".

Tutto pronto quindi per la Nazionale mista alla Settimana Internazionale Coppi e Bartali quale prova della Ciclismo Cup 2017, ed il CT Amadori ha fatto bene i conti: ruote veloci, atleti adatti alle salite e scalatori, con al fianco uomini di esperienza a caccia del risultato: sarà, senza dubbio una settimana intensa.

La Nazionale
BACCIO PAOLO                    MASTROMARCO FC NIBALI SENSI
BRUGNA ALESSIO                GALLINA COLOSIO EUROFEED  A.S.D
CARBONI GIOVANNI             TEAM COLPACK
CONCI NICOLA                     ZALF EUROMOBIL DESIREE FIOR
FINETTO MAURO                  DELKO MARSEILLE PROVENCE
ROSA MASSIMO                   HOPPLA' PETROLI FIRENZE
SAVINI DANIEL                    GS MALTINTI LAMP. BANCA DI CAMBIANO
SENNI MANUEL                    BMC RACING TEAM
Copyright © TBW
COMMENTI
Sarò sincero e schietto come sempre,
15 marzo 2017 16:29 Fra74
questa idea della NAZIONALE mista è sicuramente originale, ma una volta in NAZIONALE ci si andava per MERITI SPORTIVI, PER RISULTATI, ORA, me pare che si voglia provare qualcosa, sperimentare, valorizzare, giustamente, questi giovani, ma finalizzato a cosa?! Le squadre professionistiche, i vari giovani, li scelgono per ciò che DIMOSTRANO a livello di corse, di risultati, non per "esperimenti". Gli "esperimenti", originali, per carità, lasciamoli da parte.
Francesco Conti-Jesi (AN).

Utile
15 marzo 2017 18:48 cocco88
Penso sia utile per fare esperienza ... anche per le squadre che ingaggiano gli Under si trovano corridori che avranno bisogno di meno tempo di apprendimento ... se c\'è da discutere nn vedo il senso di convocare corridori di squadre professional o addirittura world tour che hanno già un calendario fitto ... in questo caso ad esempio finetto ( che io stimo moltissimo ) ha già parecchi giorni di corsa qst anno o senni che sicuramente correndo all bmc nn gli mancheranno giorni di corsa ... c\'è anche da riflettere sulle convocazioni ... sicuramente corridori forti ma nn mi sembrano i più in forma al momento ... io convocherei sempre i più in forma al momento anche per capire il livello qualitativo degli under... ad esempio avrei chinato ancora bonifazio cima toniatti begnoni che sono i pluripresenti in qst gara di iniziò stagione

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
​Una due giorni nerissima per la Vini Zabù - KTM che dopo l'incidente occorso ad Andrea Di Renzo registra la seconda clavicola rotta in meno di 24 ore. Lo sfortunato protagonista è stavolta Edoardo Zardini che si stava allenando sulla...


È Tanja Erath la regina della terza tappa del Tour virtual che si è disputata oggi sulle strade virtuali del Nord Est della Francia. La portacolori della Canyon SRAM Racing ha recgolato allo sprint Chloé Dygert e April Tacey, che...


Il ciclismo italiano scalda i muscoli in vista dell'attesa e ormai imminente ripartenza. Si riparte dall'Emilia-Romagna, dal 17 al 26 luglio 2020, con un appuntamento all'insegna della multidisciplinarietà, con gare su strada, pista, mountain bike, cronometro, per E/Under 23...


A fine aprile ha preso la bici e, senza reclamizzare troppo l’impresa, ha scalato per 50 volte il Muro di Grammont, la mitica salita del Giro delle Fiandre. C’era anche il belga Remco Evenepoel, stella emergente del ciclismo mondiale, nella...


Regna il silenzio, anche lì, anche in “Sport e Salute”, che abbozza, cerca di prenderla con sportività, ma non l’ha prende bene. Nessuna reazione ufficiale, l’avvocato Vito Cozzoli (nella foto con il Ministro Spadafora, ndr), presidente-ad, e i suoi più...


Saranno Tom Dumouli  e Bauke Mollema i capitani della nazionale olandese al campionato del mondo del 27 settembre prossimo. LO ha confermato il selezionatore Koos Moerenhout in una intervista concessa al sito AD. «La mia idea è questa: Dumoulin e...


È la politica bellezza e anche lo sport non può farci assolutamente nulla. Anzi, può fare qualcosa: magari un po’ di politica e anche di attesa, che è poi quasi la stessa cosa. Ci vuole pazienza e i grandi dirigenti...


Tanta paura ed una clavicola fratturata per Andrea Di Renzo, giovane portacolori della Vini Zabù KTM, coinvolto in un incidente nella giornata di ieri mentre si trovava in allenamento a Civitanova Marche. Il corridore abruzzese stava superando una fila di automobili...


La notizia è fresca fresca ed è tutto ufficiale, nella stagione 2020 Il team belga Circus-Wanty Gobert-Tormans potrà contare su Bryton come partner tecnico e gli atleti avranno il piacere di utilizzare quello ch viene considerato il modello di punta della collezione, ovvero il Rider...


«Siamo felici e orgogliosi di annunciare che da oggi, sabato 11 luglio, Vittoria ritorna ad essere un'azienda al cento per cento italiana! Wise Equity, fondo di investimento italiano con sede a Milano, ha acquistato la totalità del Gruppo Vittoria...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155