GIRO DONNE. FISHER BLACK: «UN SOGNO REALIZZATO E LA CONFERMA CHE POSSO FARE DAVVERO BENE IN COPPIA CON LOTTE»

DONNE | 09/07/2024 | 16:20
di Giorgia Monguzzi

Niamh Fisher Black è stata una delle protagoniste assolute delle ultime edizioni della corsa rosa, maglia bianca nel 2021 e nel 2022, più volte all’attacco e con tantissimi piazzamenti. La neozelandese della Sd Worx non aveva mai vinto una tappa eppure c’era andata spesso vicino, una vittoria che aveva sempre sognato arrivando anche a sfiorarla, una rincorsa che pareva infinita e che finalmente oggi ha afferrato a Toano, il primo arrivo in salita del Giro Women 2024.


«Questa vittoria significa davvero molto per me, non è il mio primo Giro, ma la mia prima vittoria nella corsa rosa, forse è in assoluto la più importante della mia carriera. Quest’anno ci sono le Olimpiadi, un appuntamento in cui non basta essere al massimo della forma, serve sempre qualcosa in più, io credo di essermi allenata bene e questo successo mi fa credere finalmente nelle mie possibilità. Più volte ci sono andata vicina, ma c’era sempre qualcosa che non andava e che sbagliavo, ora finalmente posso dire di aver vinto. La maglia azzurra è un riconoscimento prezioso, indossarla mi fa pensare che ho i numeri giusti per combattere con le migliori e magari pensare anche un po’ più in grande, per esempio la maglia rosa» spiega un’emozionatissima Niahm Fisher Black a tuttobiciweb subito dopo il traguardo dove ha ricevuto immediatamente i complimenti  della compagna di squadra Lotte Kopecky che ha chiuso in seconda posizione.


La Sd Worx ha giocato di strategia e facendo tutto alla perfezione ed ora potrebbe creare non pochi problemi alla Lidl Trek. Lotte Kopecky è ora in seconda posizione a 13” da Elisa Longo Borghini, mentre Niham è poco più indietro a esattamente 1’00”. «Nessuno di noi conosceva veramente la salita, ho parlato con le altre ragazze del gruppo e nessuna di loro l’aveva provata. In squadra l’abbiamo studiata via video e sapevamo benissimo che il caldo l’avrebbe pesantemente caratterizzata, dovevamo idratarci bene ed agire di conseguenza - prosegue Fisher Black –. Lotte ha fatto una prova incredibile, è riuscita a rimanere davanti con tutte le scalatrici e poi ha colto un bel secondo posto. Essendo in due abbiamo cercato di giocare di tattica: lei sicuramente avrebbe fatto la differenza allo sprint, mentre io non potevo fare altro che giocare d’anticipo, una volta che sono uscita dal gruppo ho cercato di usare al meglio le mie carte.»

Il Giro è solo alla terza tappa, ma ormai è più che chiaro che Niham Fisher Black si candida come pretendente ufficiale alla maglia rosa. Il Blockhaus le fa gola così come la tappa dei muri molto affine alla campionessa del mondo. Prima delle micidiali tappe abruzzesi ci sono però delle giornate intermedie in cui c’è da fare molta attenzione. «Ci aspettano due tappe molto difficili da interpretare perché effettivamente non c’è una grande salita che può fare la differenza. Domani per esempio ci sono delle salite molto pedalabili, è un percorso vallonato perfetto per una fuga, vedremo cosa farà il resto del gruppo. Noi siamo messe molto bene nella generale, ma credo che la Lidl Trek avendo la maglia rosa abbia anche il compito di controllare la corsa. Sono la squadra in assoluto più forte in corsa e sarà compito loro gestire l’evolversi della tappa» ci dice la fuoriclasse neozelandese promettendo che proverà a lasciare nuovamente il segno.


Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Tadej POGACAR. 10. “Gna fà”, non ce la fa a regalar tappe. È un agonista e come tale si comporta. Non è qui per fare le pierre, è qui per vincere il Tour de France, a viso aperto. I saggi...


Ancora una volta UAE Development Team conquista una Top 5 e ancora una volta la velocista Sara Fiorin ha ottenuto un buon risultato. Dopo il terzo posto conquistato nella seconda tappa del Baloise Ladies Tour oggi è andata in scena...


In questo Tour de France non ce n'è per nessuno, anche sulle Alpi Marittime Tadej Pogacar (UAE) va a prendersi il suo trionfo vincendo l'ennesimo duello di questa edizione con Jonas Vingegaard (Visma Lease a Bike). A completare il podio della...


Dopo 17 anni è tornato il ciclismo dilettanti sul circuito collinare empolese di Corniola ed al termine di una gara selettiva con soli 23 arrivati sui 94 partenti, è stato il valdarnese di Incisa Matteo Regnanti ad aggiudicarsi il Gran...


La legge della salita è una sola: chi ha le gambe vince. E questa è anche la legge di Jarno Widar (Lotto Dstny Development) che a Champoluc si prende tappa e maglia gialla di leader. Il belga, già vincitore del...


Doppio colpo per Erazem Valjavec al Giro del Veneto juniores. Il figlio d'arte della Autozai Contri trionfa nell'arrivo in salita a Passo Croce d'Aune dove lo sloveno si scatena rifilando 40" ad Andrea Bessega (Borgo Molino Vigna Fiorita) e 43"...


Questa settimana Radiocorsa va in onda oggi, sabato 20 luglio, alle 18 su Raisport. Per celebrare due donne, due cicliste, che hanno fatto grande il movimento azzurro negli ultimi tempi. La piemontese Elisa Longo Borghini, con la sua vittoria al...


Era un pistard e con la maglia gialloblu della nazionale ucraina aveva partecipato a diverse edizioni dei campionati europei stabilendo anche dei record nazionali nel km da fermo e nella velocità a squadre. Andreyi Kutsenko aveva studiato all'università di Leopoli,...


Le lacrime e il lungo abbraccio con la moglie Trine: questa è l’immagine di Jonas Vingegaard dopo il traguardo a Isola 2000. Il danese che il Tour lo ha vinto già due volte, nella diciannovesima tappa si è arreso, ammettendo...


Qualcuno lo ha definito il nuovo Cannibale, perché non ha lasciato vittorie a nessuno. Lo sloveno domenica a Nizza salirà sul podio del vincitore e per lui questo sarà il terzo successo finale al Tour de France. «Quando Simon Yates,...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi