VAN AERT. «GRANDE VITTORA DI SQUADRA, IO HO ANCORA MARGINI DI CRESCITA E DOMANI...»

PROFESSIONISTI | 24/02/2024 | 19:21
di Francesca Monzone

Per Wout Van Aert oggi l’obiettivo principale era quello di vincere come squadra e grazie al successo di Jan Tratnik la Visma-Lease a Bike ha conquistato la prima Classica della stagione. Per il team olandese questo è il terzo successivo consecutivo alla Omloop Het Nieuwsblad, partendo dal 2022 quando la vittoria è andata a Van Aert, poi lo scorso anno il primo a tagliare il traguardo è stato Van Baarle davanti al giovane De Lie, che invece oggi ha deluso.


Alla partenza gli uomini della Visma - Lease a Bike avevano un piano ben preciso e a 140 chilometri dal termine della gara hanno fatto esplodere completamente la corsa. Sul tratto di strada subito dopo Kruisem e conoscendo bene la direzione del vento, hanno avuto gioco libero portando allo scoperto il gruppo. «Conoscendo bene come avrebbe tirato il vento, sapevamo che sarebbe stata una battaglia di logoramento - ha detto Wout van Aert dopo il traguardo –. Sapevamo che il gruppo si sarebbe potuto rompere e abbiamo lavorato su quello».


Il team giallo-nero sapeva che il meteo avrebbe avuto un ruolo importante e per questo si erano ben preparati, ma solo dopo alcuni tentativi il loro piano ha iniziato a dare i primi risultati. «In realtà volevamo fare qualcosa prima, ma dopo Oudenaarde il vento non era ancora molto buono. Il nostro piano era quello di rendere la gara subito dura ma Tratnik era rimasto indietro nel gruppo e abbiamo dovuto aspettare».

Van Aert alla vigilia della gara aveva espresso il suo desiderio di vincere ancora a Ninove ma è stato ugualmente contento perché la vittoria è andata al suo compagno di squadra e lui è arrivato terzo.

«Sono molto contento di come abbiamo vinto. Avrei potuto vincere anche io, ma avevamo detto in anticipo che la squadra era forte e che avevamo diversi uomini adatti alla vittoria. Posso dire che abbiamo corso in modo grandioso e abbiamo saputo osare e prendere l’iniziativa e per questo siamo stati premiati».

Domani si correrà la Kuurne-Bruxelles-Kuurne e la Visma-Lease a Bike vuole vincere ancora come lo scorso anno, quando il primo a tagliare il traguardo era stato Benoot davanti a Van Hooydonck. «È sempre pericoloso trarre delle conclusioni dopo il weekend di apertura delle Classiche. Possiamo essere contenti della gara di oggi perché tutti i nostri corridori sono in ottima forma. Abbiamo fatto quello che volevamo fare ottenendo il risultato che ci eravamo prefissati. A Kuurne saremo ancora una volta la squadra più forte, ma sarà più difficile vincere perché l’arrivo è pianeggiante ed è complicato creare dei veri distacchi. Posso dire però di avere abbastanza fiducia in me stesso e per questo so che posso fare uno sprint potente. Sono soddisfatto ma so che c’è ancora del margine di miglioramento».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Non sono arrivate medaglie per la nazionale italiana nella seconda giornata di gara della prova di Nation's Cup che si sta disputando a Milton, in Canada.  Il miglior risultato è stato il quarto posto di Elisa Balsamo e Vittoria Guazzini...


L’Amstel Gold Race è la più importante corsa dei Paesi Bassi ed è anche la prima corsa del famoso Trittico delle Ardenne, che dopo la classica olandese prosegue con Freccia Vallone e Liegi-Bastogne-Liegi. E’ questa una gara in cui i...


Una famiglia francese nata per correre e destinata a lasciare segni importanti nella storia del ciclismo. L'ultimo rampollo di casa Martinez è Lenny, che a soli 20 anni sta bruciando le tappe e punta a diventare uno fra i più...


La VF Group Bardiani-CSF Faizanè ha scelto i 7 uomini per il Tour of the Alps, in programma dal 15 al 19 aprile. Con i suoi 13, 250 metri di dislivello complessivi per 5 tappe, è la corsa per eccellenza...


Da Maastricht alla periferia di Valkenburg, 157 chilometri, 21 côtes da superare, 140 corridori che promettono spettacolo: ecco a voi l’Amstel Gold Race. La gara della birra, unica classica che si svolge nei Paesi Bassi, festeggia quest’anno la sua decima...


Nell’ultimo decennio il rapporto dei corridori italiani con il Tour of the Alps non è stato particolarmente idilliaco, anzi. L’ultima vittoria risale al 2013, neanche a dirlo con Vincenzo Nibali, quando la corsa si chiamava ancora Giro del Trentino (l’odierna...


Due figli d'arte che sono anche due padri d'arte, due famiglie legate a filo doppio - meglio dire, indissolubile - allo sport del ciclismo. Sulle strade del Giro d'Abruzzo Juniores, corsa a tappe che si concluderà proprio oggi, abbiamo incontrato...


1974-2024: sono passati 50 anni da quando dei baldi quindicenni si cimentavano nella Categoria Esordienti. Quei ragazzi di ieri si sono ritrovati in 16 intorno ad un tavolo nelle sale della trattoria Stefan, grazie al lavoro di Stefano al quale...


Dagli specialisti del settore CST Tires arriva una bella novità che farà gola agli appassionati di DH, infatti, è ora disponibile il nuovo pneumatico Gravateer, il prodotto giusto per sfidare la gravità per proseguire nella lettura vai su tuttobicitech.it  


Un appuntamento da segnare in agenda e, se siete in zona, da non perdere. Sabato 20 aprile a Crescentino, in provincia di Vercelli, la Trattoria “da Ricky“, conosciuta come il ritrovo dei ciclisti, ospiterà due grandi campioni. Alle 18, infatti,...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi