VOLTA VALENCIANA 2024, CINQUE GIORNATE AD ALTA INTENSITÀ. MILAN E ZANA ALL'ESORDIO

PROFESSIONISTI | 31/01/2024 | 08:25
di Carlo Malvestio

L’inizio di stagione a tinte iberiche prosegue con la Volta a la Comunitat Valenciana 2024, che l’anno scorso regalò tante emozioni e un finale deciso sul filo dei secondi, con Rui Costa scaltro a beffare Giulio Ciccone e Tao Geoghegan Hart. La corsa è tornata stabilmente in calendario dal 2016 e da allora mai un italiano è riuscita a vincerla, con Ciccone che fu appunto secondo lo scorso anno, e Manuel Senni terzo nel 2017. L’ultima vittoria risale quindi a Alessandro Petacchi nel 2005.


PERCORSO


Si parte subito con una tappa insidiosa, da Benicàssim a Castellón de la Plana per 167 km e la salita di Desert de les Palmes (7,7 km al 5,1%) da superare a 19 km dal traguardo che dovrebbe permettere ad un gruppo ristretto di arrivare a giocarsi lo sprint. Profilo molto simile per la seconda tappa, la Canals-Mancomunitat de la Valldigna di 162 km, con l’Alto Pla de Corrals (5 km al 4%) piazzato a 10 km dalla linea d’arrivo. 

Il terzo giorno, nella San Vicente del Raspeig - Orihuela di 161 km, ci sarà spazio per i velocisti, che negli ultimi 90 km non troveranno praticamente alcuna asperità. A decidere le sorti della classifica generale sarà quindi la Teulada Moraira - Vall d'Ebo di 175 km, con 5 GPM e un arrivo in salita che dovrebbero fare differenze importanti. In particolare è l’Alto del Miserat il grande spauracchio di giornata, con i suoi 5,7 km al 9,3% di pendenza media e un ultimo km al 13%. Superato a 16 km, ci sarà poi l’arrivo in salita a Vall d’Ebo, con i 2 km al 7,5% che decideranno con ogni probabilità il vincitore di questa 75ª edizione della Volta Valenciana. Rapidissima la frazione finale, da Bétera a Valencia per soli 93 km: occhio alla salita de La Frontera (5 km al 9,3%), da scollinare a 45 km dal traguardo che, se la classifica dovesse essere ancora corta, potrebbe creare parecchio scompiglio. 

(altimetrie in copertina)

FAVORITI

La scorsa settimana li abbiamo visti battagliare sulle strade di Maiorca e ora ci aspettiamo facciano lo stesso su quelle della Comunitat Valenciana: Aleksandr Vlasov (Bora-hansgrohe) e Brandon McNulty (UAE Team Emirates) stanno bene e inseguono la vittoria che non sono riusciti ad ottenere nelle prime uscite. Il russo avrà con sé anche Jai Hindley, Lennard Kämna e, perché no, anche il nostro Giovanni Aleotti, pimpante a Maiorca. L’americano, invece, dividerà la leadership con Pavel Sivakov, all’esordio in UAE, il sempre solido Felix Großschartner e il giovane Igor Arrieta.

Estremamente pericolose anche le coppie formate da Pello Bilbao e Santiago Buitrago (Bahrain Victorious), con menzione d’onore per Matej Mohorič, che potrebbe però accontentarsi di una vittoria di tappa, e da Eddie Dunbar e Filippo Zana (Jayco AlUla), che vedremo anche al Giro d’Italia. Non andranno poi sottovalutati Einer Rubio (Movistar), Patrick Konrad (Lidl Trek), Paul Double (Polti Kometa) e Mikel Bizkarra (Euskaltel Euskadi). 

Per i successi parziali, invece, spiccano i nomi di Jonathan Milan (Lidl Trek) e Michael Matthews (Jayco AlUla), senza dimenticarsi di corridori come Pelayo Sanchez e Oier Lazkano (Movistar), Arne Marit (Intermarché-Wanty), Luca Colnaghi (VF Group-Bardiani CSF-Faizanè), Nicolò Parisini (Q36.5), Marco Tizza (Bingoal WB) e Orluis Aular (Caja Rural-Seguros RGA).

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Parla ancora francese il Trofeo Laigueglia. Dopo Nans Peters l'anno scorso, quest'anno tocca al giovane Lenny Martinez alzare le braccia al cielo. Il talento della Groupama-FDJ, dopo essersi inserito nel tentativo d'attacco giusto, ha fatto la differenza sull'ultima scalata di...


Prima corsa della stagione e subito esordio tra i grandi del pedale per Jarno Widar, 18enne talento belga il cui nome ha iniziato a circolare ormai da qualche tempo sulle bocche degli appassionati e degli addetti ai lavori. Classe 2005,...


La stagione ciclistica italiana dei professionisti ha appena preso il via in Liguria (QUI la nostra diretta) e qui di seguito vi proponiamo 8 dichiarazioni pre-Laigueglia: MARCO TIZZA (Bingoal) «È stata una mia scelta fare così tante corse finora perché...


Parla ancora una volta italiano l' Umag Trophy Ladies. Dopo la vittoria ottenuta lo scorso anno da Alessia Vigilia, oggi è stata la giovane Sara Fiorin a conquistare il primo gradino del podio nella competizione croata. La brianzola della  UAE...


C'è sempre una prima volta... Vicente Rojas è il primo cileno della storia a correre il Trofeo Laigueglia. Nato il 30 aprile del 2002, è ufficialmente approdato al professionismo quest’anno con la VF Group Bardiani CSF Faizané dopo essere stato...


La nuova e interessante iniziativa legata al nome "Laboratorio del Ciclismo" è finalizzata a coinvolgere scuole, oratori, eventi sportivi sul territorio e altri occasioni utili a coinvolgere le nuove generazioni. Un impegno a 360 gradi che punta a sviluppare l’uso...


Al Trofeo Laigueglia – classica di categoria Pro Series del Calendario Internazionale UCI – esordisce in Italia la Petrolike Forte Sidermec. Il Team Manager Gianni Savio ha dichiarato: “Abbiamo iniziato bene la stagione in Sudamerica, più precisamente in Venezuela e...


Lo sappiamo bene cosa accade, basta un inizio di primavera e la voglia di pedalare diventa straripante, non è così che succede? Tranquilli, se vi state immaginando su una nuova bici per l’inizio della primavera sappiate che la realtà potrebbe...


Saranno 172 i ciclisti partenti nel 61° Trofeo Laigueglia, gara internazionale per ciclisti professionisti che apre il calendario professionistico in Italia. Si corre oggi sulle strade della Riviera di Ponente con la partecipazione di ben 25 team tra cui 9...


Tutto è nato da un post su Linkedin ed è naturale che il social network dedicato soprattutto ai rapporti professionali e al mercato del lavoro ospiti oggi anche il Team Polti Kometa. Ricordate? Ve lo abbiamo raccontato per primi, l'incontro...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi