W LA SICUREZZA. FELIX GROSS "PIZZICATO" MENTRE SI FA TRASCINARE DA UN CAMION. VIDEO

PROFESSIONISTI | 02/12/2023 | 17:14
di tuttobiciweb

L'immagine che vedete è tratta da un breve video girato da visconti_es e postato poi anche da Eurosport Spagna: il corridore è il tedesco Felix Gross, attualmente in forza alla UAE, che fa qualcosa di pericolossissimo. Sulle strade di Spagna, si aggancia ad un camion e si fa trascinare. Immagini che si commentano da sole.


Inizialmente il primo tweet parlava di Felix Grossschartner, austriaco e anche lui della USE, ma il manager Josean Matxin è intervenuto subito sui social per chiarire l'esata identità del corridore:: «Non è Grossschartner ma Gross: ciò non significa che quello che fa non sia deplorevole».


Per la cronaca Gross, 25 anni, il prossimo anno non sarà più in forza al team emiratino ma correrà nella categoria Cotyinental con la Rad-Net Oswald.

Copyright © TBW
COMMENTI
Purtroppo…
2 dicembre 2023 18:39 lele
..i primi che dovrebbero dare il buon esempio. Io vivo in montagna dove vengono a fare altura e devo dire che troppo spesso sono criticabili. Alle volte un pò di buon senso renderebbe tutto più accettabile anche da parte degli automobilisti più prevenuti.

Manovra comune
2 dicembre 2023 18:42 Miguelon
E che bello il dietro camion!

Già
2 dicembre 2023 19:18 Bullet
A occhio il camion andava più piano di una bici, certo poteva evitare di togliere una mano che è un po' troppo...comunque sfido chi ha corso a dire che non ha mai usato un camion o un ape o un trattore per fare del dietro moto gratis...tanto so già che ora arriveranno mille commenti contro la categoria come se al mondo nessuno si sia mai messo in scia di un altro veicolo anche se con due mani sul manubrio.

PESSIMO ESEMPIO
2 dicembre 2023 19:49 noel
NO COMMENT...

X Bullet
2 dicembre 2023 21:18 lele
Fare senza farsi vedere non è meno criticabile ma decisamente più intelligente. Oggi con i social sei “in diretta” in tempo zero. Se lo avessimo fatto io o te non credo avrebbero dato molto peso. Ma un prof….

da condannare
2 dicembre 2023 22:57 alerossi
come sono da condannare tutti quei pro che fanno video per i social mentre pedalano in allenamento. il traino è vietato dal codice della strada, come anche l'uso del telefono e il passare col rosso, sia per conducenti di automobili che per ciclisti. e anche le squadre dovrebbero multare i loro ciclisti se infrangono le regole stradali

Genio
3 dicembre 2023 14:35 Arrivo1991
Adesso attendiamo i soliti che minimizzano questo comportamento. Che definire stupido un simile atteggiamento e' poco

@ bullet
3 dicembre 2023 14:38 Arrivo1991
Ma sai che cosa e' la vergogna ?Un esempio del genere e' da condannare. Perche' se quello davanti frenava,poi davamo la colpa a lui. Ma guarda te !

Il fatto
3 dicembre 2023 14:42 Albertone
Il fatto che l'anno prossimo cambia casacca, non cambia la gravita' del gesto. O sbaglio ? Non capisco questo appunto a cosa serva sottolinearlo. La maglia indossata quella e'.

X Bullet
3 dicembre 2023 14:48 Cicorececconi
Ad occhio, non sai nemmeno riconoscere quando uno fa una scemenza. Abbi almeno il buonsenso di valutare negativamente il gesto, per quello che si vede. Senza portare bandierine inutili, che non serve.

Non avevo dubbi
3 dicembre 2023 15:24 Bullet
Dimostrazione che più di uno non ha mai visto un ciclista, magari corridore, fare un po' di dietro moto con quello che si trova per le strade...perché non esce qualche video su come gli automobilisti superano i ciclisti, quelli non si vedono mai però.

X bullet
3 dicembre 2023 15:55 Cicorececconi
Tu e il rispetto delle regole,non vi siete mai incontrati. Mi sorprende come certi commenti vengano persino pubblicati ! Negare l'evidenza ad ogni costo, pur di giustificare comportamenti pericolosi per loro stessi ( per un professionista) e per chi magari li vuole emulare ( magari dei giovani ciclicisti minorenni). Poi, se capita la tragedia, saremo qui a cercare ancora scuse. Vivi complimenti 👏

Nemmeno io
3 dicembre 2023 17:24 Cicorececconi
Nemmeno io avevo dubbi. Purtroppo certa gente giustifica ogni comportamento. Spero davvero capiti a te mentre guidi,poi ne riparliamo. Complimenti a chi ha il coraggio di pubblicare queste opionioni che contravvengono al buonsenso e al rispetto civico

X utente Bullet
3 dicembre 2023 17:35 titanium79
I pochi che ho visto in vita mia, hanno preso sempre insulti visto che sono cose da non fare, specie su strade principali. Ogni altra opionione, contrasta con il buon senso e le regole base del codice della strada. Da condannare senza nessuna prova di appello. Pessimo esempio anche per chi vuole emulare.

Comportamento totalmente sbagliato
3 dicembre 2023 19:06 alfiobluesman
Siamo la categoria più odiata sulle strade, e la colpa e' spesso nostra
Se continua così sarà sempre più pericoloso uscire in bici

Bravo Cico
3 dicembre 2023 19:10 Bullet
Complimenti ai toni di chi poi vuole insegnare agli altri come bisogna comportarsi o cosa devono dire..."spero davvero capiti a te" me la segno....visto che si continuano a leggere articoli o vedere video di comportamenti sbagliati da parte dei ciclisti, anche in siti che dovrebbero parlare bene di ciclismo, rivolgo un appello a qualche prof. che faccia qualche uscita con una dash cam così poi vediamo chi sulla strada mette veramente in pericolo i ciclisti, altro che qualche centinaio di metri in scia a un camion.

@ Bullet
3 dicembre 2023 22:17 Thedoctorbike
A mio parere non capisci la gravita' del gesto. E sei anche poco furbo a spostare il focus sugli automobilisti. Il fatto e' questo, ed e' stato immortalato. Non credo occorre essere avvocati per capire che e' un comportamento NON idoneo da attuare in strada. Se il camion ha un problema, chi si fa male e' il ciclista. O sbaglio !?!? O poi sosteniamo che il camion va troppo piano e non ga diritto di circolare !?!? No, perche' avanti cosi, possiamo ipotizzare che la colpa e' sempre degli altri. Ed e' preoccupante che ci sia gente come te, che se ne sbatte delle regole.

@doctorbike
4 dicembre 2023 12:16 Bullet
Mi spieghi dove avrei scritto che è giusto farlo e che in bici è consentito non rispettare le regole? La mia osservazione è di chi va in bici, e anche da tanto, e ogni tanto qualche scia di veicoli che procedono a bassa velocità la si prende poi che sia meglio non farlo non ci sarebbe neanche da dirlo e chi lo fa sa perfettamente che è a suo rischio e pericolo (e con due mani sul manubrio, quello visto nel video è quasi da circo non da ciclismo) e chi va in bici e soprattutto ha corso sa che certe cose si sono fatte punto. Se non lo si vuole accettare o non ci si crede non posso farci nulla ma questo è se uno ha praticato ciclismo e da un po'. Poi sugli automobilisti, che è poi la causa principale di incidente non questi comportamenti sbagliati del ciclista, non si parla mai mentre in quest'anno ho solo visto articoli e video, a partire dallo Stelvio fino ai semafori rossi, Lello che sbotta contro gli amatori "poco amatori", e il dietro camion, che mettono in luce quello che i ciclisti fanno di sbagliato. Bene, per par condicio mi aspetto lo stesso verso gli automobilisti dato che di pericoli ne creano e non pochi ai ciclisti non rispettando anche loro il codice della strada e poi a bocce ferme pesiamo cosa è più pericoloso per chi esce in strada in bici visto che poi riguarda tutto i ciclisti. Servirebbe anche agli automobilisti per spiegargli, o meglio rispiegargli, come va superato un veicolo anche se è una bici a ciglio strada.

Alla fine
4 dicembre 2023 15:43 Forza81
Alla fine la colpa e' del camion. Incredibile

E sempre esistito............
8 dicembre 2023 10:27 9colli
Prendere la scia dei camion( naturalmente senza attarcarsi) è sempre esistito. Nel 1970 èro allievo e insieme ad un Compagno di squadra prendemmo un camion fuori Fucecchio e lo lasciammo in Via Pisana al ingresso di Firenze 45 km..........Basta avere un pò d'occhio e essere SVEGLI.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il Centro Ricerche Mapei Sport è lieto di tornare a organizzare il suo consueto convegno annuale in presenza. Sabato 23 marzo presso l’Hotel Double Tree by Hilton di Solbiate Olona (Varese) preparatori, medici e atleti attivi nel mondo dello sport...


Ribaltone al Tour du Rwanda. Il britannico Joseph Blackmore mette a segno il colpo doppio e corona il grande lavoro della sua Israel Premier Tech. La sesta tappa ha portato il gruppo da Muzanze al monte Kigali per 93, 3...


Gioele Bertolini è un atleta che ha bisogno di poche presentazioni, una certezza, un punto fermo della mtb italiana e del ciclocross internazionale.In questo 2024 il team brianzolo vuole puntare sull’ atleta di Talamona, classe 1995, soprannominato “Il Bullo”.  Gioele...


Il Training Camp in Spagna ad Albir, in Costa Blanca, è stato il momento in cui affinare la condizione per il rinnovato Team Technipes #inEmiliaRomagna. La formazione guidata dal presidente Gianni Carapia, nata nel 2019 da un'idea di Davide Cassani...


La prima sfida della stagione sarà di lusso. Domani nella Firenze-Empoli-Memorial Renzo Maltinti infatti 30 le squadre presenti per poco meno di 180 corridori a garantire emozioni e spettacolo. Tutti i team nazionali rappresentati a questa classica organizzata dalla Maltinti...


Si completa il ciclo d'interviste di Federico Guido all'evento RCS-Credit Agricole della scorsa settimana a Milano. Con Vincenzo Nibali si è parlato soprattutto di grandi classiche e dei grandi interpreti stranieri e italiani. Da non perdere la sua "ricetta" per...


Si avvicina la storica partenza del Tour de Frane dall'Italia e dagli archivi eerge la storia di una corsa unica che ha legato i due Paesi: la 17a edizione della Parigi-Nizza, infatti, ha portato il gruppo da Parigi... a Roma...


Il Presidential Cycling Tour of Türkiye è stato il suo ultimo impegno agonistico del 2023, la sua ultima uscita ufficiale con la maglia della Team Corratec - Selle Italia, ora però Alexander Konychev è pronto a ripartire, e lo farà...


Inizia dalla Toscana la stagione agonistica del Team Bike Sicilia - Multicar Amarù. La prima sfida sarà sabato alla 37^ edizione della Firenze Empoli sulla distanza di km 149: a disposizione dei Ds Paolo Tiralongo e Leonardo Giordani, ci saranno...


Se siete rimasti piacevolmente colpiti dalla nuova colorazione Team Replica della formazione Bahrain Victorius e volete pedalare la nuova stagione su una delle quattro versioni Limited Edition sappiate che l’italia è il primo paese a livello globale a rendere disponibili queste splendide Merida. per leggere...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi