CAVENDISH E LA ASTANA: «NON E' ANCORA FINITA...»

MERCATO | 04/10/2023 | 09:32
di tuttobiciweb

Mark Cavendish ci ha ripensato e la sua carriera non è finita sulle strade del Tour de France - letteralmente sulle strade - quando è caduto nella tappa che portava a Limoges.


Il trentottenne britannico continuerà ancora una stagione con la Astana Qazaqstan e ne dà notizia con un video emozionale che si conclude con una promessa: «Non è ancora finita».


Dopo aver annunciato al Giro d'Italia la sua intenzione di ritirarsi a fine stagione, il britannico è andato in Francia per inseguire il sogno di ottenere una vittoria più di Eddy Merckx. La caduta e la frattura della clavicola lo hanno fermato ma da subito si era fatta largo l'idea di prolungare il contratto con la Astana per un'altra stagione e oggi è arrivato l'annuncio. Cavendish non si ferma, la storia non è ancora finita.

E poi, ecco il comunicato ufficiale del team kazako: «Uno dei più grandi velocisti della storia del ciclismo ha deciso di rimandare la fine della sua carriera professionale di un altro anno. Allo stesso tempo, Mark Cavendish e l'Astana Qazaqstan Team hanno concordato di fare un nuovo accordo per la prossima stagione ciclistica. Di conseguenza, il pilota dell'Isola di Man continuerà a competere nel team kazako per tutta la stagione del 2024.

"Beh, quest'anno ho annunciato il mio ritiro, e non vedevo l'ora di fermarmi e trascorrere più tempo con la mia famiglia. Amo il ciclismo, amo correre, tuttavia ero felice di quella decisione. Ma... cadere al Tour de France non è stato il traguardo che speravo per la mia carriera. Insieme all'Astana Qazaqstan, siamo cresciuti incredibilmente come squadra quest'anno e ci siamo sentiti come una vera famiglia. Quindi, la prima cosa che Alexandr Vinokurov mi ha detto lì al Tour de France dopo la mia caduta è stata "perché non fare un altro anno?". Beh, la mia prima reazione è stata "no, no...". Non ero pronto a cambiare la mia decisione, ero in pace con essa... Poi, ne ho discusso con la mia famiglia, i miei figli e ho avuto la loro risposta: "dovresti continuare, beh, solo un altro anno ...". Quindi, ora credo di essere pronto per questo altro anno da corridore professionista, e sono felice di poterlo fare e finire con l'Astana Qazaqstan Team. Amo questa squadra e anche oltre il prossimo anno mi piacerebbe fare qualcosa di più per questo progetto. Ma questa è una questione del futuro", - ha detto Mark Cavendish.

"Non è un segreto che il Tour de France e una vittoria di tappa fossero l'obiettivo principale per Mark. E alla settima tappa è andato molto vicino a battere il suo record storico. Tuttavia, una grave caduta il giorno dopo ha cancellato tutti i piani sia del corridore che della squadra. Credo che un vero campione non debba finire la sua carriera in questo modo. Così, ho chiesto a Mark di riconsiderare la sua decisione, di rimanere per un'altra stagione, e comunque di provare a vincere una tappa al Tour de France. Penso che Mark ci abbia pensato seriamente; non è facile riconsiderare la decisione già presa, ma alla fine Mark ha accettato, e trascorrerà il 2024 come corridore del Team Astana Qazaqstan. Mentre in questa stagione l'arrivo di Mark nel team è stato abbastanza inaspettato, per il prossimo anno ci stiamo preparando a fondo, rivedendo seriamente la squadra, rafforzando il settore sprint, apportando cambiamenti al personale. Non sarà facile migliorare il record che condivide con Eddy Merckx, sarebbe un risultato storico, ma abbiamo una possibilità, e dobbiamo sfruttarla. Per quanto riguarda i piani dopo il 2024, sono in corso alcune discussioni e il team è interessato a continuare la cooperazione con Mark. Ma, naturalmente, prima di tutto i nostri pensieri sono sulla prossima stagione", ha dichiarato Alexandr Vinokurov, General Manager dell'Astana Qazaqstan Team.

Copyright © TBW
COMMENTI
Sembrava impossibile
4 ottobre 2023 10:56 Arrivo1991
Contento x lui. Si e' visto che ha ancora motore per poter far grandi volate. E forse, centrare il numero 23 al Tour

Record al Tour
4 ottobre 2023 15:51 pickett
Lo centrerà solo se glielo lasceranno fare,come capita spesso in questi casi.E non mi sorprenderebbe che capitasse anche con Cavendish.Con le sue sole forze di volate al Tour non é + in grado di vincerne;al Giro,con una concorrenza così così,ne ha vinta una dopo aver perso tutte le altre;a volte senza neppure riuscire a disputarle.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
L’ultima tappa del Giro Next Gen è tutta romagnola: partenza da Cesena e arrivo a Forlimpopoli dopo 137 chilometri e 2.000 metri di dislivello positivo. Per seguire l'intera cronaca diretta della frazione a partire dalle 12.25 CLICCA QUI È una...


A febbraio ci aveva impressionato vedere Huub Artz finire al 3° posto sulla Green Mountain, l’Alpe d’Huez del Tour of Oman, dopo essere stato in fuga e aver approcciato la salita finale con appena un minuto sul gruppo. Poi l’abbiamo...


Quel 24 luglio 1949, a Parigi, sulla pista del Parco dei Principi - 454 metri e mezzo color rosa per evitare i riverberi del sole e 30mila spettatori stipati e festanti – il più felice non era Fausto Coppi, maglia...


Load Modular è la nuova proposta di Briko per il mercato della MTB: un occhiale altamente protettivo caratterizzato da una costruzione modulare in grado di assicurare massima protezione per gli occhi, sia nei confronti della luce che della polvere. Pensato per la MTB,...


Tour de France di Robert Capa e altri fotografi della Magnum, questo il titolo della grande mostra, organizzata dal Centro di Ricerca e Archiviazione della Fotografia con Suazes e Magnum Photos, nella sede di Palazzo Tadea a Spilimbergo dal 6...


Per tutti gli sciatori, l'allenamento in bicicletta è ormai diventato fondamentale. E i campioni della neve vanno a cercare il meglio del meglio. Gli sciatori azzurri Mattia Casse e Guglielmo Bosca hanno scelto per i loro allenamenti la specialissima Necer99 di C.B.T....


Non sarà solo la solita e partecipata presentazione, ma un’opportunità interessante per tutti. Seguiteci nel racconto… Martedì 18 giugno alle 19 a Villa La Badiola a San Pancrazio di Lucca - azienda che offrirà la serata con il G.S.Cicli Carube...


Ancora giornate da protagonista in una corsa sudamericana per la Petrolike Forte Sidermec. Sugli scudi in particolare c'è il colombiano Diego Camargo: per lui prima il secondo posto nel prologo della Vuelta Colombia, vinto dal connazionale Rodrigo Contreras, e poi...


È stata presentata ufficialmente la ciclostorica La Polverosa, nona tappa del Giro d'Italia d'Epoca, manifestazione che vuol far rivivere l'epoca d'oro del ciclismo mantenendone viva la storia ed i valori. La manifestazione che si terrà il 22 ed il 23...


Al Tour de Suisse prosegue il dominio della Uae Team Emirates che firma il quarantunesimo successo con un arrivo trionfale di Adam Yates e Joao Almeida, i due padroni della corsa elvetica. La vittoria è andata al britannico, per la...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi