GALANTE TRA BICI E LIBRI. «ARVEDI PER CRESCERE, IL REGIONALE DÀ MORALE MA LA SCUOLA TUTELI GLI STUDENTI-ATLETI»

INTERVISTA | 12/07/2023 | 07:58
di Luca Galimberti

Riccardo Galante è campione regionale lombardo della categoria U23 per la stagione 2023: l’alfiere della Arvedi Cycling ha conquistato la maglia bianco-verde grazie al terzo posto ottenuto nello sprint conclusivo nella Medaglia d’Oro Nino Ronco corsa domenica ad Ornago.


Nato a Gavardo, nel Bresciano, il 26 giugno 2004 e residente a Condino, in Trentino, dopo la competizione brianzola, Galante ha affidato le proprie emozioni e qualche riflessione a tuttobiciweb: «Sono molto contento del podio e di aver conquistato la maglia di campione lombardo, anche se devo ammettere che è un risultato un po’ inaspettato. Abbiamo corso in tre e in partenza il piano era quello di lavorare per Michael Cattani ma negli ultimi chilometri abbiamo dovuto cambiare i programmi e quindi ho provato a fare io la volata. È stato uno sprint più di testa che di gambe e anche per questo sono molto contento del risultato».


Campione Italiano a Cronometro della categoria Allievi nel 2020, Riccardo è poi passato tra gli Juniores con l’Ausonia Pescantina ottenendo un paio di vittorie e qualche piazzamento. Nei due anni in categoria, però, ha dovuto fare i conti anche con alcuni guai fisici: «Prima una forte mononucleosi e poi la frattura dell’omero mi hanno condizionato. In questa stagione sono passato Under con l’Arvedi dove ho trovato un buon ambiente per crescere ed imparare, una piccola grande famiglia. Ho la fortuna di poter contare su tecnici esperti e compagni di talento da cui cerco di prendere esempio in ogni cosa per potermi migliorare sia in corsa che fuori» ci racconta Galante.

Fino a qualche settimana fa le giornate di Riccardo erano scandite dallo studio e dalla bicicletta ma ora il Liceo Scientifico di Idro dove ha passato cinque anni è un capitolo chiuso: «Sono deluso da come è finito il mio anno scolastico – ci dice -. Per cinque anni mi sono impegnato, ho fatto sacrifici per conciliare studio e sport, i voti sono sempre stati buoni, non sono mai sceso sotto la media del sette. Ma quest’anno alla Maturità mi hanno bocciato. Il motivo? Non certo il mio rendimento ma principalmente le mie assenze dovute al ciclismo. Credo che queste abbiamo colpito negativamente la commissione».

Galante ha ancora qualche sassolino nelle scarpe: «Non sono uno che ha paura di faticare. In questi giorni d’estate, dopo essere uscito in bici, lavoro nella azienda della mia famiglia, faccio qualche ora aiutando nella produzione di case in legno. La mia esperienza scolastica per quest’anno è andata così, ora mi concentrerò sul ciclismo cercando di realizzare il mio sogno e raggiungere il professionismo. Certo, ripeterò l’anno seguendo dei corsi on-line e poi farò nuovamente la Maturità ma credo che uno studente – atleta debba essere maggiormente tutelato. Non voglio generalizzare, però, se ripenso a ciò che ho vissuto negli ultimi mesi, credo di poter dire che, invece di essere apprezzati, i miei sforzi per conciliare studio e sport mi hanno penalizzato».

Passista veloce, Riccardo si ispira a Van der Poel, pensa al futuro e sogna: «Mi piacerebbe poter correre una Classica del Nord, magari con la pioggia. Amo correre con la pioggia, mi trasformo e riesco a dare sempre qualcosa in più» dice. Intanto si gode il podio e la maglia di campione lombardo e, in vista delle prossime sfide, ci confida: «Il risultato di domenica mi ha dato morale, ho capito che posso provare a togliermi qualche soddisfazione. Devo pensare ed analizzare meno le situazioni, devo essere un po’ più istintivo ed osare di più. Proprio come ho fatto ad Ornago».

Copyright © TBW
COMMENTI
Sport e scuola
12 luglio 2023 11:06 Beffa195
Italia il paese dove chi studia e fa sport è penalizzato in altri paesi ti danno borse di studio per chi fa sport

C'è qualcuno....?
12 luglio 2023 12:46 pianopianopocopoco
..alti papaveri dei comitati Regionali e Provinciali.. che in campagna elettorale fate proclami per lo sviluppo giovanile.... per la valorizzazione degli atleti-studenti.
Voi che non lesinate di fare complimenti facendovi ritrarre in foto con il sorriso di circostanza..... un giretto a Idro che dite non vi va di farlo?

Tutto vero, ma...
12 luglio 2023 15:52 moris
...ma magari si potrebbe correre meno e privilegiare la scuola, che a 18 anni tempo ce n'è ancora tanto. Ma, ormai, già a 16 anni sono tutti professionisti e se a 19 - 20 anni non passi vuol dire che non vali niente. E i risultati si vedono....

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Brindano Jan Tratnik e la sua Visma – Lease a Bike all'Omloop het Nieuwsblad, la prima Classica belga dell’anno dominata dal team olandese sul traguardo di Ninove. Tratnik  in Belgio ha conquistato la vittoria più importante della sua carriera, andando...


Prima classica della stagione e subito le grandi del gruppo a darsi battaglia e a regalare spettacolo: basta leggere l'ordne d'arrivo della Omloop Het Nieuwsblad per capirlo... Primo posto per Marianne Vos, secondo per Lotte Kopecky, terzo per Elisa Longo...


Tutto come un anno fa: Jonas Vingegaard si esalta sulle strade della Galizia e vince anche la terza tappa del Gran Camino, staccando tutti gli avversari e mettendo il sigillo sulla seconda vittoria consecutiva nella corsa iberica. Sul traguardo della...


Christian Prudhomme è stato l'ospite d'onore della 37a edizione della Firenze-Empoli, la classica di apertura della stagione dilettantistica che ha dato idealmente il via al lungo cammino agonistico che porterà all'evento più atteso, la partenza del Tour de France da...


Gioventù al potere nell'edizione 2024 della Faun Ardèche Classic. Juan Ayuso, talento classe 2002 della UAE Team Emirates, ha sprintato davanti a Romain Grégoire, 21enne francese della Groupama - FDJ, e a Mattias Skjelmose, 23enne, in maglia Lidl Trek andando così a conquistare la quinta vittoria...


Bryan Olivo firma la 100sima Coppa San Geo-54sima Trofeo Caduti Soprazocco gara di apertura del calendario italiano degli Elite e Under 23. L'atleta del Cycling Team Friuli allo sprint ha regolato il giovane bresciano Davide Donati, un primo anno della...


Due brillanti protagonisti nella 37^ Firenze-Empoli nati lo stesso giorno, il 3 dicembre 2004. Il vincitore della gara, il friulano di Udine Alessio Menghini della General Store autore di una volata splendida che gli ha permesso di mettere dietro la...


La Israel Premier Tech fa festa nella settima e penultima tappa del Tour du Rwanda: Itamar Einhorn fa bis nella Rukomo – Kayonza (158 km) dopo il successo di lunedì a Kibeho, mentre il compagno di squadra Joseph Blackmore mantiene...


È l’uomo in verde, il re dei velocisti all’UAE Tour 2024 e Tim Merlier lo ha dimostrato anche oggi calando il tris e vincendo la sesta tappa della competizione al termine di 138 di gara. Il belga ha firmato la...


Il Team Visma | Lease a Bike ci ha provato in tutti i modi e, alla fine, a vincere la Omloop Het Nieuwsblad 2024 è stato il corridore che più era rimasto passivo, Jan Tratnik. Lo sloveno ha battuto in...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi