STRADE BIANCHE. BRAMATI: «ALAPHILIPPE STA BENE, MA ABBIAMO DIVERSE SOLUZIONI»

PROFESSIONISTI | 04/03/2023 | 08:10
di Francesca Monzone

A guidare il Wolfpack sugli sterrati delle Strade Banche ci sarà Davide Bramati, il direttore tecnico milanese che è certo di poter ottenere un risultato importante a Siena. Capitano del team sarà Julian Alaphilippe che questa gara l’ha vinta nel 2019, anno in cui vinse anche la Milano-Sanremo, ma al suo fianco ci sarà una squadra importante.


Il team belga oltre al francese potrà contare su Andrea Bagioli e Davide Ballerini, con i belgi Pieter Serry, Dries Devenyns e Mauri Vansevenant, oltre al danese Casper Pedersen. «Adoriamo Strade Bianche e sappiamo quanto sia difficile e bella questa gara e siamo molto motivati ​​per sabato – ha scritto sul sito della squadra Bramati - Avere diversi corridori che possono fare qualcosa su questo percorso significa che potremo provare cose diverse, quindi ci avviciniamo a questa corsa con la certezza che un buon risultato sarà possibile».


Davide Bramati è uno dei direttori sportivi storici della Quick Step e ha guidato molti corridori verso la vittoria. Alaphilippe sta bene e il tecnico lombardo, sa di poter far bene su queste strade che per lui non hanno segreti. «Strade Bianche è una gara molto bella e noi come squadra l’affronteremo come sempre con molta grinta. Julian sta bene e dobbiamo solo vedere cosa succederà in gara e cosa avranno in mente di fare le altre squadre».

Tanti sono i favoriti per la vittoria a partire da Van der Poel, con Benoot e Wellens, ma la Soudal – Quick Step cercherà di stare subito davanti per gestire la corsa. «I favoriti sono tanti ma noi non ci tiriamo certamente indietro. E’ una gara che abbiamo già vinto due volte e quindi sappiamo bene cosa fare».

Alaphilippe aveva vinto nel 2019 e nel 2021 era arrivato secondo alle spalle di Van der Poel, mentre nel 2015 il successo per il team belga era arrivato con Zdenek Stybar. Il percorso è molto tecnico e negli ultimi 70 chilometri la corsa esploderà certamente. «Il percorso è duro e lo conosciamo e sicuramente bisognerà prestare la massima attenzione a partire da Monte Sante Marie. Sarà quello il punto cruciale della corsa».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Ancora un caso di problemi cardiaci che portano all'interruzione di una giovane carriera. A postare il messaggio è la SD Worx-Protime, la squadra numero uno del mondo, che annuncia lo stop per Anna Shackley, ciclista britannica, classe 2001. Ecco il...


Una domenica a tutto ciclismo, quella che ci attende il 21 aprile con il Bikefestival Lodigiano che si svolgerà a Graffignana con la regia organizzativa del Pedale Casalese Armofer del presidente Mario Massimini e del general manager Luca Colombo che...


Segnatelo in agenda con il circolino rosso: quello di domenica 21 in diretta su tuttobiciweb è un papuntamento di quelli da non mancare. Il clou della giornata dedicata al Bikefestival Lodigiano che si svolgerà a Graffignana sarà il 4° Memorial...


A Vinitaly si parla come sempre anche di promozione enogastronomica, territorio e sport. Allo stand Astoria Wines ieri si è tenuto l’appuntamento oramai fisso con l’apertura della prima bottiglia ufficiale del Giro d’Italia di ciclismo, che i vini della cantina...


Alessandro Vanotti è pronto ad affrontare una nuova corsa. Stavolta non in sella ma nel segreto dell’urna. Il 43enne ex professionista lombardo, infatti, sarà candidato alla poltrona di sindaco della sua Almenno San Salvatore, in provincia di Bergamo. Vanotti guida...


L'emozione di correre sulle strade di casa si è trasformata in una serie di problemi per il Team DSM firmenich PostNL al termine della Amstel Gold Race: Oscar Onley e Warren Barguil sono stati costretti al ritiro e per loro...


Il Giro d’Italia si prepara a tornare sul Muro di Ca’ del Poggio e a San Pietro di Feletto c’è chi sta progettando una grande festa rosa che rinnovi il ricordo di due anni fa, quando ventimila persone applaudirono il...


Una scelta di campo precisa, per inseguire l'obiettivo di approdare con entrambi i team al WorldTour nel 2026. Sono giorno importanti, questi, in seno al Team Uno-X Mobility che ha deciso di chiudere il suo Devo Team ma non di...


Immaginate il ciclismo italiano tutto seduto all’interno di un’aula e di sentire tutte le mattine, al momento dell’appello, una voce che risponde “assente” praticamente dall’inizio dell’anno. Ed è una delle assenze che in assoluto si notano di più perché il...


E’ vivo. Aveva tre giorni quando Gepìn Olmo stabilì il record dell’ora, 45, 090 chilometri, era il 1935. E aveva sette anni quando Fausto Coppi superò Olmo, 45, 798, Milano sotto l’incubo dei bombardamenti, era il 1942. E’ vivo. Aveva...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi