DOMANI IL COMITATO EMILIA ROMAGNA FESTEGGIA LE SUE STELLE E PREMIA «LO ZIO» REVERBERI

PREMI | 18/11/2022 | 10:25

Brilleranno le pleiadi, pedaleranno alla volta di un palco per prendere gli applausi che meritano. A Zola Predosa, nella sala convegno dell’Amati Design Hotel, sabato 19 novembre 2022 alle ore 15:00 la premiazione della Federazione Ciclistica Emilia Romagna “Festa delle Stelle”.


Con il patrocinio della Regione e del Comune di Zola Predosa, darà il là il Presidente CRER Alessandro Spada. “Siamo giunti alle ultime battute di una stagione intensa. Sono tanti gli atleti e le atlete che hanno portato in alto il nome della nostra regione”.


Salgono, infatti, a quota venti i titoli mondiali, europei e italiani targati Emilia Romagna che riceveranno dalle mani del Presidente FCI Cordiano Dagnoni, dal Presidente Regionale CONI Andrea Dondi e dalla dirigenza CRER il premio a riconoscimento dei rispettivi successi. La premiazione darà spazio anche ai volontari, ai dirigenti, alle società e agli addetti ai lavori per dire loro “grazie”, per testimoniare l’alto valore di cui sono portatori.

Con un vestito insolito, la Festa delle Stelle si svilupperà, infatti,lungo due filoni: da un lato i sogni, quella stella polare verso cui tendono tutti gli atleti, dall’altro la cura, l’attenzione e il tempo che caratterizza il mondo dello sport e più in generale il volontariato. Ecco, allora, che un “Piccolo Principe” diventa ciclista. Sulla scia del libro più tradotto al mondo, una premiazione carica di simboli e significati. Da qui il premio “Piccolo Principe” e “Aviatore”, uno scambio generazionale, segnale di una memoria antica, di valori da rinnovare e custodire. Immancabile l’appuntamento tradizionale che vede riconoscere a Bruno Reverberi, “lo zio” del ciclismo professionistico, il premio fair play.

Sempre vicino alla Federazione Ciclistica Emilia Romagna, Reverberi è fra le massime espressioni della Regione: è storia del ciclismo, è passato e presente. Sotto le luci dei riflettori anche gli organizzatori dei Campionati Italiani che hanno alimentato quel connubio fra sport, ambiente, territorio e turismo, motore di un aspetto del ciclismo regionale in forte espansione. A caratterizzare l’evento il concorso “Una mascotte in bicicletta”, un progetto fortemente sentito, voluto e organizzato dal Consiglio Regionale dell’Emilia Romagna per ascoltare la voce dei bambini, per dare loro spazio, per dire loro che sono il cuore pulsante del nostro movimento.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
DAVIDE REBELLIN ENNESIMA VITTIMA DI OMICIDIO STRADALE Art. 589 Bis Cod. Pen.   Il tragico evento che ha visto vittima il nostro amico Davide ha scosso tutto il mondo del ciclismo, ma non solo, poiché il fatto è stato talmente...


Il programma antidoping dell'UCI, uno dei più completi al mondo, è una priorità per l'UCI e per tutti gli stakeholder del ciclismo. Per aumentare l'indipendenza e la professionalizzazione del suo programma, l'UCI ha delegato tutti gli aspetti operativi antidoping all'ITA...


La carriera dei neoprofessionisti italiani parte dai banchi di scuola, nel ricordo di Davide Rebellin e di Ercole Baldini, presidente ACCPI per due stagioni. Un folto numero di ragazze e ragazzi hanno partecipato all'incontro formativo rivolto ai ciclisti neoprofessionisti e...


È stato individuato il camionista responsabile dell'investimento mortale dell'ex campione di ciclismo Davide Rebellin. Si tratterebbe di un cittadino tedesco di 62 anni, identificato grazie alla collaborazione tra carabinieri e polizia tedesca. Dopo l'incidente, avvenuto l'altro ieri, l'uomo aveva...


Gianni Savio, manager di lungo corso del ciclismo italiano, dedica parole colme di emozione al ricordo di Davide Rebellin: «Provo una tristezza infinita pensando a quanto è successo a Davide Rebellin. Di Davide ricordo il sorriso buono e i modi...


Da oggi è ufficialmente in vigore il nuovo statuto del CPA – Cyclistes Professionnels Associés e per tutti i ciclisti e le cicliste della massima categoria si prospettano novità importanti. Lo scorso 21 novembre l'associazione mondiale dei corridori ha...


Caro Direttore, per chi ama il Ciclismo non possono certo questi definirsi giorni felici. Prima l'omicidio stradale in danno di Davide Rebellin e, dopo poche ore, il Padreterno che si porta via Ercole Baldini. Ce n'è ben a sufficienza per...


48 ore dopo la tragica morte di Davide Rebellin, è ancora complicato farsene una ragione. E lo è ancora di più per chi, come Davide Formolo, ne era amico, collega e compagno di allenamenti. I due vivevano nei pressi di...


Lo staff tecnico azzurro del ciclismo ha reso omaggio alla memoria di Franco Ballerini al cimitero di Casalguidi in provincia di Pistoia, e quindi a casa di Alfredo Martini a Sesto Fiorentino presenti le figlie di Alfredo, Silvia e Milvia....


«Ridurre il numero di vittime della strada si può». Davide Cassani, già ciclista e ct della Nazionale, ha corso con Rebellin. Anche lui fa parte della categoria "mai senza bici": da ex, pedala regolarmente. Curiosamente, deve il suo ritiro dalle...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach