STEFAN DE BOD APPRODA ALLA EF EDUCATION EASYPOST

MERCATO | 10/11/2022 | 15:00

Il cronoman sudafricano Stefan de Bod correrà nella EF Education-EasyPost EF. Il 26enne olimpionico sudafricano (comprà gli anni il 17 novembre) in sole quattro stagioni nel WorldTour ha dimostrato di essere un elemento affidabile, in particolare quando si tratta di cronometro individuali.


Quest'anno, in maglia Astana Qazaqstan, Stefan si è piazzato settimo nella cronometro dell'UAE Tour a febbraio e ha chiuso tra i primi dieci alla cronometro del Sibiu Cycling Tour e nel prologo al Giro della Slovacchia. È stato il campione continentale africano 2019 nella cronometro ed è stato due volte il secondo classificato ai campionati nazionali sudafricani sempre contro il tempo.


Sebbene non fosse il suo primo amore, Stefan ha imparato ad apprezzare le prove a cronometro e ha lavorato per migliorarsi in questa specialità. «Sicuramente la cronometro mi si addice ma non credo di essere uno specialista delle cronometro. Posso fare buoni risultati e potenzialmente vincere, ma non mi definisco uno specialista. Penso che in realtà la crono non piaccia a nessuno, ma è davvero una bella sensazione quando ottieni un buon risultato. Lo ripeto, non credo che a nessuno piacciano gli ultimi due chilometri di una cronometro. Non c'è nulla di divertente...».

Stefan si racconta: «Il mio primo anno professionistico è stato il 2019, avevo un visto turistico di tsoli re mesi in Europa, quindi è stato un anno davvero impegnativo. Poi il 2020 è stato l'anno del Covid, quindi non ho bisogno di dire molto al riguardo. Quest'anno ha avuto un inizio difficile a causa della malattia, per il futuro voglio mostrare il mio vero potenziale. Sono orgoglioso di aver superato questi anni e di aver imparato molto in tema di perseveranza e grinta».

Stefan non è l'unica persona convinta del suo potenziale: Jonathan Vaughters, CEO di EF Education-EasyPost, ha tenuto d'occhio la carriera di Stefan e crede che il sudafricano si rivelerà una preziosa aggiunta al team: «Stefan è un corridore che seguo da un bel po. È un talento sottovalutato che può essere una risorsa chiave per una squadra come la nostra che cerca di concentrarsi su grandi risultati nelle classiche. La mia speranza è di portarlo ad esprimere il suo potenziale».

Stefan vive a Girona, in Spagna durante la stagione, quindi conosce già molti dei suoi nuovi compagni di squadra: «Nel corso degli anni ho sempre guardato con ammirazione a questa grande squadr. I corridori che conosco a Girona hanno sempre cose positive da dire sulla squadra e poi c'è l'attrezzatura che è il meglio che si possa desiderare. Penso di poter diventare un ottimo corridore specializzato in fughe nelle grandi classiche e nei grandi tour. Inoltre penso di poter diventare un corridore da classifica per gare a tappe di una settimana. Questo è il mio obiettivo a lungo termine. Gare come il Tour de Romandie, la Tirreno-Adriatico, il Tour de Suisse, il Dauphiné sono le mie preferite».

Attualmente Stefan è in Sdafrica, dove è estate, a casa dei suoi genitori: «Ho ricominciato ad allenarmi lentamente dopo alcune settimane senza bici. È davvero una bella sensazione poter pedalare in posti meravigliosi: in alcuni dei luoghi in cui vado in mountain bike in Sud Africa una macchina non può portarti. Per me, andare in bicicletta è solo una parte della tua vita, ma è una delle cose migliori che esistano».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
DAVIDE REBELLIN ENNESIMA VITTIMA DI OMICIDIO STRADALE Art. 589 Bis Cod. Pen.   Il tragico evento che ha visto vittima il nostro amico Davide ha scosso tutto il mondo del ciclismo, ma non solo, poiché il fatto è stato talmente...


Il programma antidoping dell'UCI, uno dei più completi al mondo, è una priorità per l'UCI e per tutti gli stakeholder del ciclismo. Per aumentare l'indipendenza e la professionalizzazione del suo programma, l'UCI ha delegato tutti gli aspetti operativi antidoping all'ITA...


La carriera dei neoprofessionisti italiani parte dai banchi di scuola, nel ricordo di Davide Rebellin e di Ercole Baldini, presidente ACCPI per due stagioni. Un folto numero di ragazze e ragazzi hanno partecipato all'incontro formativo rivolto ai ciclisti neoprofessionisti e...


È stato individuato il camionista responsabile dell'investimento mortale dell'ex campione di ciclismo Davide Rebellin. Si tratterebbe di un cittadino tedesco di 62 anni, identificato grazie alla collaborazione tra carabinieri e polizia tedesca. Dopo l'incidente, avvenuto l'altro ieri, l'uomo aveva...


Gianni Savio, manager di lungo corso del ciclismo italiano, dedica parole colme di emozione al ricordo di Davide Rebellin: «Provo una tristezza infinita pensando a quanto è successo a Davide Rebellin. Di Davide ricordo il sorriso buono e i modi...


Da oggi è ufficialmente in vigore il nuovo statuto del CPA – Cyclistes Professionnels Associés e per tutti i ciclisti e le cicliste della massima categoria si prospettano novità importanti. Lo scorso 21 novembre l'associazione mondiale dei corridori ha...


Caro Direttore, per chi ama il Ciclismo non possono certo questi definirsi giorni felici. Prima l'omicidio stradale in danno di Davide Rebellin e, dopo poche ore, il Padreterno che si porta via Ercole Baldini. Ce n'è ben a sufficienza per...


48 ore dopo la tragica morte di Davide Rebellin, è ancora complicato farsene una ragione. E lo è ancora di più per chi, come Davide Formolo, ne era amico, collega e compagno di allenamenti. I due vivevano nei pressi di...


Lo staff tecnico azzurro del ciclismo ha reso omaggio alla memoria di Franco Ballerini al cimitero di Casalguidi in provincia di Pistoia, e quindi a casa di Alfredo Martini a Sesto Fiorentino presenti le figlie di Alfredo, Silvia e Milvia....


«Ridurre il numero di vittime della strada si può». Davide Cassani, già ciclista e ct della Nazionale, ha corso con Rebellin. Anche lui fa parte della categoria "mai senza bici": da ex, pedala regolarmente. Curiosamente, deve il suo ritiro dalle...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach