IL VELO D'OR RADDOPPIA E APRE ALLE DONNE: IN CORSA BALSAMO, CAVALLI E LONGO BORGHINI, GANNA TRA GLI UOMINI

PREMI | 30/10/2022 | 08:05
di Francesca Monzone

Ci sarà una grande novità quest'anno per Vélo d'Or, lo storico riconoscimento assegnato ogni anno dalla rivista francese Vélo Magazine. Quella del 2022 sarà un’edizione veramente speciale perché per la prima volta ci sarà anche la versione femminile di questo ambito premio. 


Per la prima volta dal 1992, anno in cui è nato il Vèlo d’Or, ci sarà una classifica dedicata anche alle donne in cui verrà premiata la ciclista più forte. Per l’edizione del 2022, nella classifica maschile i candidati sono Tadej Pogacar (UAE Team Emirates), Primoz Roglic, Jonas Vingegaard, Wout Van Aert (Team Jumbo-Visma), Jai Hindley (BORA-hansgrohe), Mathieu van der Poel (Alpecin-Deceuninck), Filippo Ganna, Dylan van Baarle, Geraint Thomas (INEOS Grenadiers), Fabio Jakobsen, Remco Evenepoel (Quick-Step Alpha Vinyl Team) e il pistard olandese Harrie Lavreysen. Con un totale di quindici vittorie in questa stagione, tra cui la Vuelta di Spagna, la Liegi-Bastogne-Liegi e il titolo Mondiale in Australia, il belga Evenepoel sembra essere il grande favorito per succedere allo sloveno Pogacar, vincitore dell’edizione 2021.


Come abbiamo detto anche le donne riceveranno il loro Vèlo d’Or con Annemiek van Vleuten (Movistar Team) che sembra essere la super favorita, seguita da Elisa Balsamo, Elisa Longo Borghini, Audrey Cordon-Ragot (Trek-Segafredo), Marta Cavalli, Cecilie Uttrup Ludwig (FDJ-Suez-Futuroscope), Lorena Wiebes , Juliette Labous (Team DSM), Ashleigh Moolman-Pasio, Demi Vollering, Lotte Kopecky (Team SD Worx), Marianne Vos (Team Jumbo-Visma), così come la ciclista su pista Mathilde Gros e la biker Pauline Ferrand-Prévot (BMC MTB Da corsa), entrambe francesi.

Tanta Italia, quindi, in campo femminile mentre tra gli uomini c'è solo il buon Filippo Ganna a tenere alti i colori azzurri.

Copyright © TBW
COMMENTI
Si comincia male
30 ottobre 2022 09:06 torchemada
Bellisssimo un riconoscimento per le donne , ma dalla lista manca quella che èstata la vera sorpresamMondiale , la sorpresa numero uno del 2022 SILVIA PERSICO

E' vero..
30 ottobre 2022 11:34 frakie
torchemada è assolutamente vero quello che dice, le ragazze meritano questo e tanti altri riconoscimenti perchè, alla fine, sono quelle che portano a casa i migliori risultati. poi, se mi permette, la ELB anche quest'anno, ha dato l'anima con risultati non adeguati alla sua classe penalizzata dalla troppa generosità e dalla "immobilità" negli sprint. Grandi ragazze.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
DAVIDE REBELLIN ENNESIMA VITTIMA DI OMICIDIO STRADALE Art. 589 Bis Cod. Pen.   Il tragico evento che ha visto vittima il nostro amico Davide ha scosso tutto il mondo del ciclismo, ma non solo, poiché il fatto è stato talmente...


Il programma antidoping dell'UCI, uno dei più completi al mondo, è una priorità per l'UCI e per tutti gli stakeholder del ciclismo. Per aumentare l'indipendenza e la professionalizzazione del suo programma, l'UCI ha delegato tutti gli aspetti operativi antidoping all'ITA...


La carriera dei neoprofessionisti italiani parte dai banchi di scuola, nel ricordo di Davide Rebellin e di Ercole Baldini, presidente ACCPI per due stagioni. Un folto numero di ragazze e ragazzi hanno partecipato all'incontro formativo rivolto ai ciclisti neoprofessionisti e...


È stato individuato il camionista responsabile dell'investimento mortale dell'ex campione di ciclismo Davide Rebellin. Si tratterebbe di un cittadino tedesco di 62 anni, identificato grazie alla collaborazione tra carabinieri e polizia tedesca. Dopo l'incidente, avvenuto l'altro ieri, l'uomo aveva...


Gianni Savio, manager di lungo corso del ciclismo italiano, dedica parole colme di emozione al ricordo di Davide Rebellin: «Provo una tristezza infinita pensando a quanto è successo a Davide Rebellin. Di Davide ricordo il sorriso buono e i modi...


Da oggi è ufficialmente in vigore il nuovo statuto del CPA – Cyclistes Professionnels Associés e per tutti i ciclisti e le cicliste della massima categoria si prospettano novità importanti. Lo scorso 21 novembre l'associazione mondiale dei corridori ha...


Caro Direttore, per chi ama il Ciclismo non possono certo questi definirsi giorni felici. Prima l'omicidio stradale in danno di Davide Rebellin e, dopo poche ore, il Padreterno che si porta via Ercole Baldini. Ce n'è ben a sufficienza per...


48 ore dopo la tragica morte di Davide Rebellin, è ancora complicato farsene una ragione. E lo è ancora di più per chi, come Davide Formolo, ne era amico, collega e compagno di allenamenti. I due vivevano nei pressi di...


Lo staff tecnico azzurro del ciclismo ha reso omaggio alla memoria di Franco Ballerini al cimitero di Casalguidi in provincia di Pistoia, e quindi a casa di Alfredo Martini a Sesto Fiorentino presenti le figlie di Alfredo, Silvia e Milvia....


«Ridurre il numero di vittime della strada si può». Davide Cassani, già ciclista e ct della Nazionale, ha corso con Rebellin. Anche lui fa parte della categoria "mai senza bici": da ex, pedala regolarmente. Curiosamente, deve il suo ritiro dalle...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach