CARBONI. «HO SCELTO LA KERN PHARMA PER IL SUO CRESCENTE IMPATTO INTERNAZIONALE»

INTERVISTA | 25/10/2022 | 08:08

Giovanni Carboni è approdato alla Equipo Kern Pharma con grande motivazione e voglia di fare. Dopo un anno complicato, caratterizzato dallo scioglimento del team Gazprom-RusVelo, il corridore marchigiano ha potuto tornare a correre nelle ultime settimane della stagione. Sta lavorando sodo e non vede l'ora di iniziare il 2023 in buone condizioni, con l'obiettivo di portare alla sua nuova squadra molti bei momenti e risultati notevoli.


Come hai vissuto i mesi precedenti della tua firma per Equipo Kern Pharma?«È stata un'esperienza dura per me, soprattutto nei mesi di luglio e agosto, quando mi allenavo da solo e guardavo le corse andare avanti senza di me. Devi concentrarti sul lavorare sodo e aspettare un'opportunità, ma è difficile. Anche se ho avuto la fortuna di avere la possibilità di correre in alcune gare con la Nazionale Italiana fino a giugno».


La tua occasione è finalmente arrivata con l'offerta di Equipo Kern Pharma. Cosa ti ha convinto a unirti al team?«Prima di tutto, ero entusiasta di firmare per una squadra non italiana, perché volevo continuare ad allargare i miei orizzonti. Alla fine ho deciso di unirmi a Equipo Kern Pharma per il suo crescente impatto internazionale e la sua presenza in gare importanti. L'ho vista come una bella opportunità per migliorare ancora di più come ciclista».

Pochi giorni dopo la tua firma hai debuttato nel Giro di Slovacchia. Come ti sei sentito in quella gara?«Ad essere onesti, ho accusato la mia mancanza di ritmo competitivo. È stato difficile, ma allo stesso tempo sentivo il bisogno di tornare in gara. Non solo per riprendere il tono, ma anche per conoscere i miei nuovi compagni di squadra e lo staff di Equipo Kern Pharma il prima possibile. Ecco perché l'esperienza è stata  eccitante per me, perché significava un nuovo inizio».

Come ti trovi con i tuoi nuovi compagni di squadra?«L'adattamento all'ambiente di squadra è abbastanza buono. Ogni compagno di squadra mi ha dato un caloroso benvenuto e sento che il mio modo di vivere il ciclismo è molto simile al loro. Mi considero un ragazzo socievole e di mentalità aperta e credo che sia davvero importante in una squadra giovane come l'Equipo Kern Pharma, perché ti aiuta ad andare d'accordo con le persone. Devo dire che sono molto felice».

Che tipo di ciclista è Giovanni Carboni?«Direi che sono fondamentalmente uno scalatore che si sente a suo agio a lottare per le vittorie di tappa. A parte questo, posso far bene nelle prove a cronometro e questo è il motivo per cui penso di poter ottenere buoni risultati nelle corse a tappe. Ad ogni modo, sono sicuro di poter aiutare la squadra in molte circostanze e molte gare».

E quali sono i tuoi obiettivi per il 2023?«Sono stato fortunato ad aver provato la sensazione di vincere questa stagione e devo dire che mi piacerebbe ripeterlo con Equipo Kern Pharma l'anno prossimo. Ma quello che voglio davvero per il 2023 è avere una stagione di stabilità, perché arrivo qui dopo due anni difficili a causa del COVID-19 e della questione Gazprom-RusVelo . Non vedo l'ora di ritrovare la mia migliore condizione e iniziare la nuova stagione davvero forte».

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
DAVIDE REBELLIN ENNESIMA VITTIMA DI OMICIDIO STRADALE Art. 589 Bis Cod. Pen.   Il tragico evento che ha visto vittima il nostro amico Davide ha scosso tutto il mondo del ciclismo, ma non solo, poiché il fatto è stato talmente...


Il programma antidoping dell'UCI, uno dei più completi al mondo, è una priorità per l'UCI e per tutti gli stakeholder del ciclismo. Per aumentare l'indipendenza e la professionalizzazione del suo programma, l'UCI ha delegato tutti gli aspetti operativi antidoping all'ITA...


La carriera dei neoprofessionisti italiani parte dai banchi di scuola, nel ricordo di Davide Rebellin e di Ercole Baldini, presidente ACCPI per due stagioni. Un folto numero di ragazze e ragazzi hanno partecipato all'incontro formativo rivolto ai ciclisti neoprofessionisti e...


È stato individuato il camionista responsabile dell'investimento mortale dell'ex campione di ciclismo Davide Rebellin. Si tratterebbe di un cittadino tedesco di 62 anni, identificato grazie alla collaborazione tra carabinieri e polizia tedesca. Dopo l'incidente, avvenuto l'altro ieri, l'uomo aveva...


Gianni Savio, manager di lungo corso del ciclismo italiano, dedica parole colme di emozione al ricordo di Davide Rebellin: «Provo una tristezza infinita pensando a quanto è successo a Davide Rebellin. Di Davide ricordo il sorriso buono e i modi...


Da oggi è ufficialmente in vigore il nuovo statuto del CPA – Cyclistes Professionnels Associés e per tutti i ciclisti e le cicliste della massima categoria si prospettano novità importanti. Lo scorso 21 novembre l'associazione mondiale dei corridori ha...


Caro Direttore, per chi ama il Ciclismo non possono certo questi definirsi giorni felici. Prima l'omicidio stradale in danno di Davide Rebellin e, dopo poche ore, il Padreterno che si porta via Ercole Baldini. Ce n'è ben a sufficienza per...


48 ore dopo la tragica morte di Davide Rebellin, è ancora complicato farsene una ragione. E lo è ancora di più per chi, come Davide Formolo, ne era amico, collega e compagno di allenamenti. I due vivevano nei pressi di...


Lo staff tecnico azzurro del ciclismo ha reso omaggio alla memoria di Franco Ballerini al cimitero di Casalguidi in provincia di Pistoia, e quindi a casa di Alfredo Martini a Sesto Fiorentino presenti le figlie di Alfredo, Silvia e Milvia....


«Ridurre il numero di vittime della strada si può». Davide Cassani, già ciclista e ct della Nazionale, ha corso con Rebellin. Anche lui fa parte della categoria "mai senza bici": da ex, pedala regolarmente. Curiosamente, deve il suo ritiro dalle...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach