MOZZATO, AL TOUR IL SUO PRIMO GRANDE GIRO: «BATTESIMO DI FUOCO»

TOUR DE FRANCE | 29/06/2022 | 08:24
di Carlo Malvestio

L’ha voluta, l’ha cercata e l’ha ottenuta. A furia di piazzamenti e prestazioni convincenti, Luca Mozzato si è guadagnato la convocazione per il Tour de France 2022 con la maglia della B&B Hotels-KTM. Classe 1998, il corridore di Arzignano venerdì esordirà in un Grande Giro dopo che, nei suoi primi due anni e mezzo da professionista, ha scalato pian piano le gerarchie interne del team.


«Un battesimo di fuoco, cominciare la mia storia con i Grandi Giri dal Tour de France è una bella emozione - racconta Mozzato a tuttobiciweb, qualche minuto prima di imbarcarsi per Copenaghen dall'aeroporto di Venezia, insieme ai colleghi veneti Samuele Battistella, Alberto Dainese e Andrea Pasqualon -. Non nascondo che c'è anche un po' di tensione, alla fine sto per partecipare alla corsa più importante del mondo».


Strappare un posto all’interno di una squadra francese al Tour, si sa, è cosa tutt’altro che banale: «Certo, è normale che una formazione francese possa prediligere gli atleti francesi, cosa che d'altronde fanno anche le italiane al Giro – prosegue Luca -. Ma ho lavorato bene, dopo un periodo di altura, a maggio, sono andato forte e ho fatto 5° a Morbihan e poi 2° al Tro-Bro Léon e alla Marcel Kint Classic. Lì ho capito che le mie quotazioni per andare al Tour erano decisamente salite».

Per un corridore all’esordio di un Grande Giro ci sono sempre tante incognite e domande: «Bisogna dimostrare di essere all'altezza. Prima di tutto voglio arrivare a Parigi, voglio portare a casa la pelle e restare fuori dai guai, soprattutto nella prima settimana. Solitamente riesco a tenermi fuori da cadute e quant'altro, però un paio di settimane fa sono tornato a saggiare l'asfalto dopo un po' di tempo e non è mai una sensazione piacevole, anche se per fortuna non ho avuto gravi conseguenze. Spero comunque di aver già dato per un po'».

La B&B Hotels-KTM partirà con una formazione d’assalto, pronta ad animare anche le frazioni sulla carta più monotone con l’obiettivo di portare a casa una vittoria parziale. «Non abbiamo corridori d'alta classifica, quindi a partire dalla seconda settimana cercheremo di sfruttare ogni tentativo di fuga - spiega Mozzato, che è ancora in cerca della prima vittoria da professionista nonostante una miriade di podi e piazzamenti -. Per quanto mi riguarda, però, la prima settimana presenta qualche buona possibilità di emergere tra vento e pavè, condizioni che mi piacciono. La forma è buona, molto dipenderà anche da come staranno gli avversari. In questi primi due anni e mezzo da pro sento di essere cresciuto sempre di più, anche se mi ritengo ancora piuttosto lontano dai big del ciclismo mondiale. Appena il livello scende leggermente, però, sono lì e questo è importante. Non vedo l'ora di testarmi al Tour».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Silvia Zanardi continua la sua bellissima parabola di crescita e conquista una splendida medaglia d'argento nella corsa a punti. La prova è stata letteralmente dominata dalla belga Lotte Kopecky, campionessa mondiale della specialità, che ha fatto il bello e il...


Andreas Leknessund è l'assoluto protagonista dell' ultima tappa del Arctic Race of Norway 2022 disputata con partenza ed arrivo a Trondheim. Il 23enne norvegese del Team DSM ha vinto la quarta frazione della corsa "artica" davanti a Nicola Conci (Alpecin-Deceuninck) e- Axel...


Lorenzo Rota ha sfiorato un altro successo: il bergamascod ella Intermarché Wanty Gobert ha chiuso infatti al secondo posto la 42a edizione de la Polynormande, disputata da Avranches a Saint-Martin-de-Landelles per 170 km. A vincere lo sprint ristretto è stata...


Vittoria di peso per Nicolò Buratti. Il friuliano, del Cycling Team Friuli, va a segno nel 46simo Gran Premio Sportivi di Poggiana Riese Pio X internazionale per la categoria under 23 dove supera in volata i compagni di fuga Federico...


Elia Viviani non lascia, ma raddoppia: dopo aver gareggiato su strada a Monaco ed essere giunto 7° nella gara vinta da Fabio Jakobsen, sarà in serata al via della gara su pista ad Eliminazione (alle ore 20:00). L'azzurro ha raggiunto...


l campione italiano Juniores Dario Igor Belletta vince il 5° Trofeo Danilo Fiorina a.m. prova del Criterium 648. Il milanese della GB Team – Pool Cantù ha superato, nello sprint conclusivo in salita sul pavé del centro storico, il bergamasco Nicolò Arrighetti (Gs Massì Supermercati) e...


Fabio JAKOBSEN. 10 e lode. Il miracolato si prende quello che tutti erano pronti a dargli fin dalla vigilia. Vince da assoluto favorito, con una squadra che non sbaglia una mossa. Si piazza lì nel finale e controlla a velocità...


Daniele Bennati, all’esordio da ct, commenta così la prova della nazionale all’Europeo di Monaco di Baviera: «Sapevamo che era molto difficile, ma sono molto contento di come hanno corso i ragazzi. Sapevamo che non dovevamo sbagliare niente per combattere con...


Elia Viviani è noto per l alucidità e anche a caldo analizza con precisione la corsa degli azzurri: «Abbiamo preso bene l’inversione della corsa all'ultimo chilometro, avevamo i numeri giusti ma li abbiamo sfruttati un po’ male. Guarnieri ha visto...


Fabio Jakobsen è il nuovo campione europeo. In quel di Monaco di Baviera, l'olandese ha vinto uno sprint nel quale è stato perfettamente lanciato, in particolare da Danny Van Poppel, poi 4°, e ha battuto il francese Arnaud Démare e...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach