QUANDO I GERMANI CONTANO DI PIÙ DEI BARONCINI

APPROFONDIMENTI | 26/06/2022 | 11:30
di Pier Augusto Stagi

Lorenzo Germani è il nuovo campione d’Italia della categoria under 23. Il 20enne ciociaro di Roccasecca è uno dei cervelli in fuga, pardon, di quei “pedali azzurri” che hanno preferito i team forestieri a quelli nostrani. Fin qui nulla di male, ci mancherebbe, non è il primo e non sarà nemmeno l’ultimo, il problema sorge semmai quando verifichiamo una volta di più che i regolamenti ci conducono per mano nella selva oscura dell’ottusità. Per la serie: è la burocrazia bellezza. Quella italiana s’intende, perché noi restiamo degli assi in materia. Se c’è da fare gli Azzeccagarbugli siamo in prima linea, siamo davvero dei Pogacar imbattibili.


Andiamo con ordine. Germani ragazzo di 20 anni che corre per la Continental francese della Groupama FDJ e che quest’anno su trenta gare ne ha corse per lo meno la metà con i professionisti, può disputare il tricolore di categoria (under 23), mentre i ragazzi italiani che corrono un team giovanile professionistico italiano, no (vedi Bardiani CSF Faizané). E questo è già un buon inizio. Basterebbe per prendere questi liberi pensatori del Belpaese per farne un pacco e spedirli da qualche parte nell’universo mondo.


Ma andiamo avanti in ordine sparso: questi ragazzi italiani, che corrono per team di professionisti (sia italiani che stranieri: Baroncini della Trek, se il regolamento glielo consentisse, avrebbe potuto correre la sfida tricolore under 23…), non possono correre. Si dice che devono fare esperienze, che non è il caso di fare le corse del martedì o attorno al campanile e poi facciamo di tutto per chiuderci a riccio, sempre con l’incongruenza: Germani sì, Baroncini no. È uno spettacolo! Lo so, vi sto mandando in confusione, ma state tranquilli: io ci sono da tempo, ma chi ha ordito questi regolamenti va assolutamente fermato. Così come chi si ostina ad applicarli.

Dimenticavo, ciliegina sulla torta: un ragazzo di 19 anni, se convocato con la maglia della nazionale può correre sia l’europeo che il mondiale, poco importa che lo faccia con chi ha corso in pratica tutta la stagione tra i professionisti. Sempre per la serie: per la nazionale va bene tutto, per i club dobbiamo pensare alla loro crescita. E poi ci domandiamo il perché fatichiamo a tirare su corridori e le squadre ne hanno le scatole piene. Se fosse per me ogni volta che queste vanno a correre sarebbero da premiare tutte: sono eroi!

Nota a margine: il prossimo anno nella categoria juniores scomparirà il rapporto fisso: liberi tutti, libero tutto. Per l’Europa-mondo l’età si abbassa e i ragazzi sono quindi sempre più pronti: basta vincoli. Qualcosa da dire ci sarebbe, l’idea non mi fa impazzire, ma questo è quanto. I nostri cervelli che in fuga non ci vanno, ci staranno pensando?

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Groupama FdJ è Continenta
26 giugno 2022 12:22 LucianoV54
La Groupama Fdj in cui è inquadrato Germaani è una "continental"; i ragazzi delle "continental" italiane hanno potuto partecipare ai campionati italiani U23.
Non è colpa né di Germani della Groupama FdJ, e neppure di quelli che Lei chiama "Azzeccagarbugli", se le "continental" italiane fanno, in massima parte un calendario nazionale e "non professionistico"

liberi pensatori
26 giugno 2022 12:55 geom54
hanno una sola provenienza CULturale, pensiero malDESTRO, direi tanto SINISTRO...... null'altro di più da pretendere da chi quando si gratta in testa già si percepisce il vuoto dentro.

Non ci vedo nulla di strano
26 giugno 2022 13:06 Bortolot
Chi è già professionista corre con i professionisti chi ancora è dilettante con una Continental fa l’under 23. Non è colpa nostra se non abbiamo squadre del genere in Italia.

Polemiche
26 giugno 2022 13:14 cocco88
Ormai siete diventati dei professionisti nel creare polemiche … se uno ha il talento per passare proff come baroncini partecipa al campionato italiano proff (e lui sarà sicuramente più orgoglioso essendosi meritato il passaggio ) per chi ancora non passa proff si va a confrontare con la categoria d appartenenza … se volete creare polemiche fatelo bene .. vi do un assist .. gli élite della zalf .. perché oggi non partecipano ? Meglio fare la roncola che il campionato italiano ?

Cocco88
26 giugno 2022 13:55 Stef83
La risposta alla tua domanda è in essa stessa.....perche sono Elite, e non professionisti🤦🏻‍♂️

non ho capito
26 giugno 2022 14:37 Leonk80
Mi spiace

Stef
26 giugno 2022 19:29 cocco88
Sbagliato .. guarda i partenti di oggi e ci sono molti élite di squadre continental dilettanti … quindi i vari faresin zurlo e verza potevano partecipare … invece di andare a fare la voce grossa ad una corsa minore

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Con un colpo a sorpresa Alexandra Manly ha vinto la quarta tappa del Tour of Scandinavia 2022. In finale incertissimo e convulso, sul traguardo di Mysen, la 26enne australiana del Team BikeExchange Jayco ha anticipato la connazionale  Chloe Hosking (Trek - Segafredo)...


Il Wolfpack cresce: dal 1° gennaio 2023 nasce infatti il Soudal - Quick-Step Devo Team. Il compito del nuovo team sarà quello di identificare giovani talenti e portarli in una struttura che consenta loro di crescere, con l'obiettivo portarli poi...


Grandissima prestazione per il quartetto azzurro femminile che ha conquistato la medaglia d'argento agli Europei facendo tremare le campionesse olimpiche e del mondo in carica della Germania. Rachele Barbieri, Letizia Paternoster, Silvia Zanardi e Vittoria Guazzini hanno pedalato in 4.11.571,...


Nella Mosjøen – Brønnøysund, seconda tappa della Arctic Race of Norway, si esalta Dylan Groenewegen. Lo sprinter della Team BikeExchange - Jayco, perfettamente pilotato dai compagni di squadra,   ha ottenuto la settima affermazione stagionale battendo in volata il belga Amaury Capiot...


Raccogliamo la denuncia di Niccolò Bonifazio: c'è un anziano signore che nella zona di Imperia (il velocista classe '93 è di Diano Marina) sembra divertirsi a guidare parecchio sopra le righe. Si tratta della stessa persona che esattamente un mese...


Il team Bahrain Victorious ha ingaggiato tre giovani promettenti Cameron Scott, Rainer Kepplinger e Fran Miholjević per la prossima stagione agonistica. Il 20enne croato Fran Miholjević si sta già unendo alla squadra come stagiaire in questa stagione: Bahrain Victorious ha...


Il Team BikeExchange-Jayco ha ufficializzato i suoi otto corridori per la Vuelta a España 2022, capitanati dal vincitore del 2018 Simon Yates, che punta alla seconda vittoria assoluta nel Grand Tour spagnolo. La formazione australiana avrà l'obiettivo principale di supportare Yates...


Deraglia il treno azzurro e l'europeo del quartetto dell'inseguimento maschile si trasforma in un autentico disastro. Che la sfida con la Danimarca non fosse semplice lo sapevamo, che i nostro non siano al top della condizione pure, ma di assistere...


L'Italia batte la Francia e si qualifica per la finale dell'Inseguimento a squadre femminile. Vittoria Guazzini, Rachele Barbieri, Letizia Paternoster e Silvia Zanardi sono protagoniste di un eccezionale recupero negli ultimi 1000 metri. Sotto di quasi 2" dal quartetto francese, le...


Il britannico Dan Bigham tenterà di battere il record dell'ora UCI il 19 agosto al Tissot Velodrome di Grenchen (Svizzera). La distanza massima percorsa in un'ora è attualmente di 55, 089 km. Questo record è stato stabilito dal belga Victor...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach