DI MAIO. «BRAVA CAPPELLOTTO, GIOCO DI SQUADRA VINCENTE CON LA FARNESINA PER IL BENE DELLE ATLETE»

PREMI | 13/06/2022 | 12:48
di tuttobiciweb

Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazioen Internazionale Luigi Di Maio ha voluto inviare un messaggio ad Alessandra Cappellotto, premiata ieri da Amnesty International con il riconoscimento “Sport e diritti umani” per il suo impegno di solidarietà e in favore dei diritti dei più deboli. Ecco il messaggio del ministro Di Maio:


Saluto tutti i partecipanti all’evento odierno e ringrazio Amnesty International e Sport4Society per questa iniziativa. Rivolgo ad Alessandra Cappellotto le mie più sentite congratulazioni per il meritato riconoscimento che riceve oggi da Amnesty. Con la sua Associazione Road to Equality, Alessandra sostiene le donne e le ragazze che coltivano la passione del ciclismo, in particolar modo nei Paesi emergenti e in quelli in via di sviluppo. Grazie al suo coraggio e alla sua determinazione, Alessandra è riuscita nel momento di maggiore difficoltà dello scorso agosto, anche grazie ad un ottimo gioco di squadra con la Farnesina, ad aiutare le cicliste afghane che hanno trovato solidarietà e accoglienza in Italia, dimostrando di essere non solo una protagonista dello sport italiano nel mondo ma anche una campionessa di uguaglianza di genere e solidarietà.


La nostra attenzione verso l’Afghanistan resta massima. Siamo tuttora molto preoccupati per quanto accade nel Paese e per il deteriorarsi della condizione delle donne e delle ragazze afghane, i cui diritti e libertà fondamentali sono sempre più compressi. Le più recenti limitazioni all’istruzione femminile, il ripristino di codici di abbigliamento lesivi della dignità delle donne e delle ragazze, le forti restrizioni alla libertà di movimento e la negazione del diritto allo sport sono segnali allarmanti davanti ai quali l’Italia non resta indifferente.

Il grave conflitto in corso, causato dall’aggressione russa all’Ucraina, ha evidenziato in modo drammatico anche nel cuore dell’Europa l’importanza di valori irrinunciabili come il dialogo, la collaborazione, l’inclusione e il rispetto per la diversità. Siamo convinti che lo sport, inteso come valore sociale, sia un veicolo formidabile per promuovere la pace e per contribuire a raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati nell’Agenda 2030. Questo è anche l’impegno che abbiamo assunto accogliendo in Italia le bandiere olimpica e paralimpica a conclusione dei Giochi olimpici invernali di Pechino 2022, in vista delle Olimpiadi e Paralimpiadi invernali che ospiteremo a Milano e Cortina d’Ampezzo nel 2026.

In questo stesso spirito, l’Italia si impegna in tutte le sedi multilaterali per rafforzare il legame tra sport e diritti umani e per ribadire l’importanza di rispettare, anche grazie allo sport, i diritti fondamentali di tutti, senza discriminazione e “senza lasciare indietro nessuno”, come recita il motto dell’Agenda 2030.

Abbiamo promosso attivamente nel Consiglio Diritti Umani delle Nazioni Unite l’adozione di una Risoluzione sulla partecipazione allo sport delle persone con disabilità e, proprio per valorizzare questo tema, ospiteremo a New York il prossimo 15 giugno un evento a margine della XV sessione della Conferenza degli Stati Parte della Convenzione sui Diritti delle Persone con Disabilità [con le ONG Progetto Filippide e Teatro Patologico].
Voglio inoltre ricordare che, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, lo scorso 8 marzo, abbiamo aderito ad un’iniziativa dell’ONU per valorizzare il ruolo di donne leader nel mondo che hanno contribuito al progresso degli ideali delle Nazioni Unite. In questo contesto, abbiamo promosso l’esempio di Bebe Vio, plurivincitrice delle Para olimpiadi e Ambasciatrice delle Olimpiadi di Milano/Cortina, che si è distinta per il suo impegno attivo nella promozione dello sport come strumento di realizzazione personale e di inclusione per le persone con disabilità.

Anche nell’ambito della nostra Presidenza del Consiglio d’Europa, che si è recentemente conclusa, abbiamo voluto valorizzare lo sport come veicolo di partecipazione, aggregazione e inclusione, e sottolineare la necessità del rispetto della correttezza e dei valori etici e morali della pratica sportiva.

Proteggere e promuovere i diritti umani e le libertà fondamentali resta una priorità dell’azione della Farnesina. Rinnovo quindi il mio ringraziamento ad Amnesty International e Sport4Society per aver promosso questa iniziativa di sensibilizzazione e alle sportive e agli sportivi che, come Alessandra Cappellotto, si mettono al servizio della solidarietà e dei valori di rispetto e inclusione.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Silvia Zanardi continua la sua bellissima parabola di crescita e conquista una splendida medaglia d'argento nella corsa a punti. La prova è stata letteralmente dominata dalla belga Lotte Kopecky, campionessa mondiale della specialità, che ha fatto il bello e il...


Andreas Leknessund è l'assoluto protagonista dell' ultima tappa del Arctic Race of Norway 2022 disputata con partenza ed arrivo a Trondheim. Il 23enne norvegese del Team DSM ha vinto la quarta frazione della corsa "artica" davanti a Nicola Conci (Alpecin-Deceuninck) e- Axel...


Lorenzo Rota ha sfiorato un altro successo: il bergamascod ella Intermarché Wanty Gobert ha chiuso infatti al secondo posto la 42a edizione de la Polynormande, disputata da Avranches a Saint-Martin-de-Landelles per 170 km. A vincere lo sprint ristretto è stata...


Vittoria di peso per Nicolò Buratti. Il friuliano, del Cycling Team Friuli, va a segno nel 46simo Gran Premio Sportivi di Poggiana Riese Pio X internazionale per la categoria under 23 dove supera in volata i compagni di fuga Federico...


Elia Viviani non lascia, ma raddoppia: dopo aver gareggiato su strada a Monaco ed essere giunto 7° nella gara vinta da Fabio Jakobsen, sarà in serata al via della gara su pista ad Eliminazione (alle ore 20:00). L'azzurro ha raggiunto...


l campione italiano Juniores Dario Igor Belletta vince il 5° Trofeo Danilo Fiorina a.m. prova del Criterium 648. Il milanese della GB Team – Pool Cantù ha superato, nello sprint conclusivo in salita sul pavé del centro storico, il bergamasco Nicolò Arrighetti (Gs Massì Supermercati) e...


Fabio JAKOBSEN. 10 e lode. Il miracolato si prende quello che tutti erano pronti a dargli fin dalla vigilia. Vince da assoluto favorito, con una squadra che non sbaglia una mossa. Si piazza lì nel finale e controlla a velocità...


Daniele Bennati, all’esordio da ct, commenta così la prova della nazionale all’Europeo di Monaco di Baviera: «Sapevamo che era molto difficile, ma sono molto contento di come hanno corso i ragazzi. Sapevamo che non dovevamo sbagliare niente per combattere con...


Elia Viviani è noto per l alucidità e anche a caldo analizza con precisione la corsa degli azzurri: «Abbiamo preso bene l’inversione della corsa all'ultimo chilometro, avevamo i numeri giusti ma li abbiamo sfruttati un po’ male. Guarnieri ha visto...


Fabio Jakobsen è il nuovo campione europeo. In quel di Monaco di Baviera, l'olandese ha vinto uno sprint nel quale è stato perfettamente lanciato, in particolare da Danny Van Poppel, poi 4°, e ha battuto il francese Arnaud Démare e...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach