«PER BATTERE IL DOPING SERVONO INCHIESTE, INDAGINI, INFILTRATI...»

DOPING | 15/01/2022 | 16:40
di Guido La Marca

Una nuova frontiera, un modo completamente innovativo per affrontare la lotta al doping. Un panorama degno di una serie poliziesca americana, fatto di investigazioni, controlli, infiltrati, agenti sotto copertura, informatori...


Esagerazioni? Decisamente no, anzi: è la strada del futuro. A tracciarla sono le parole di Amina Lanaya, direttore generale dell’Uci. «Sono convinta che oggi i controlli non siano lo strumento più efficace nella lotta al doping. Penso sia necessario un salto di qualità, oggi tutto sta passando attraverso l’intelligence, l’investigazione, la collaborazione con la Polizia. Forse azzardo, ma credo che ci sia anche la necessità di infiltrarsi, di lavorare nell'ombra, nelle squadre, nei gruppi sportivi. E a mio parere bisogan anche valutare la possibilità di ricorrere agli informatori, eventualmente anche di pagarli. Non so se giuridicamente sia possibile farlo, ms potrebbe essere un elemento dissuasivo e aiutarci ad ottenere risultati decisivi».


E ancora: «Dobbiamo puntare sull'effetto dissuasivo. Quando si cominceranno a vedere dei casi positivi tra gente che si ritiene intoccabile, credo che "radio gruppo" funzionerà ancora meglio. Dobbiamo far sì che gli imbroglioni sentano che siamo alle loro spalle, che li stiamo braccando e non che i loro problemi siano solo i controlli da affrontare quattro o cinque volte l'anno».

Copyright © TBW
COMMENTI
Il ciclismo si fa male da solo
15 gennaio 2022 19:09 marco1970
Ci manca adesso l'agente infiltrato come si trattasse di mafia o malavita organizzata. Non basta la reperibilità h24,cosa che consente solo il ciclismo.Ci vogliono norme generali valide per tutti gli sport, dato che non c'è sport che risulti indenne dalla piaga del doping.Altrimenti sembra che gli imbroglioni si annidino soltanto nel ciclismo.

Ha perfettamente ragione
15 gennaio 2022 19:42 AleC
Per decenni la lotta al doping è stata lotta agli atleti che si dopano. Gli atleti passano e i "dopatori" restano.
È molto più importante (ma anche difficile) colpire le reti di spaccio dei prodotti dopanti e i (pochissimi) medici che dopano.

Marco1970 vous avez raison
15 gennaio 2022 20:10 Merlin1
Oui, cette dame devrait savoir que L'UCI a mis en place une vaste panoplie de mesures financières et juridiques pour sanctionner les dopés. Du reste, le nombre de dopés a considérablement baissé. N'est ce pas suffisant ? Créer des indices ? C'est n'importe quoi ! Est-ce que les autres sportifs (football, tennis, basketball, natation etc) sont soumis au même régime de contrôle que les cyclistes, à savoir prélèvements capillaires, salivaires et urinaires inopinés dans les lieux d'entraînement ? L'inquisition tue l'inquisition. Ces déclarations deviennent vraiment ridicules. L'arsenal juridique de répression contre le dopage est très élevé (tant mieux). Il faut savoir DÉJÀ l'appliquer, Madame.

Marco1970 vous avez raison
15 gennaio 2022 20:10 Merlin1
Oui, cette dame devrait savoir que L'UCI a mis en place une vaste panoplie de mesures financières et juridiques pour sanctionner les dopés. Du reste, le nombre de dopés a considérablement baissé. N'est ce pas suffisant ? Créer des indices ? C'est n'importe quoi ! Est-ce que les autres sportifs (football, tennis, basketball, natation etc) sont soumis au même régime de contrôle que les cyclistes, à savoir prélèvements capillaires, salivaires et urinaires inopinés dans les lieux d'entraînement ? L'inquisition tue l'inquisition. Ces déclarations deviennent vraiment ridicules. L'arsenal juridique de répression contre le dopage est très élevé (tant mieux). Il faut savoir DÉJÀ l'appliquer, Madame.

Ottimo...... Meglio avvertire prima
16 gennaio 2022 10:08 insalita
Sempre meglio avvertire prima di come combattere Il doping.... Almeno si attrezzano ancora meglio......

più che un'avviso
16 gennaio 2022 14:31 fransoli
vuol essere in'avvertenza.. per la serie attenzione che diventa sempre più difficile farla frana... se poi questi insistono allora è giusto trattargli alla stregua della criminalità organizzata

Tutto giusto
16 gennaio 2022 22:31 daminao90
Anni di fenomeni da baraccone ? Ci stà tutto quindi, anche nella lotta al doping. A metodi illeciti, vale la pena di rispondere con tutto quello che si puo'. Peggio per chi viene pescato

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Ivan Garcia Cortina, dopo il quinto posto ottenuto lunedì alla coppa Bernocchi, mette la sua firma sull'edizione 2022 del GranPiemonte. Lo spagnolo classe '95 del Movistar Team ha regolato allo sprint il gruppetto dei migliori, con Matej Mohoric (Bahrain Victorious)...


Questa sera alle 20.30 sulle frequenze di Teletutto va in onda una nuova puntata di Ciclismo Oggi, lo storico appuntamento dedicato al ciclismo giovanile. È davvero ricco l'appuntamento di questa sera che si impernia in particolare su due grandi appuntamenti come la...


Filippo Ganna oggi lascerà il velodromo di Montichiari per trasferirsi a Grenchen, la pista svizzera prescelta per andare a caccia del record dell'ora. Il corazziere della Ineos Grenadiers, scortato da Marco Villa e dallo staff prescelto per supportarlo in questa...


Si disputa oggi la 106a edizione del GranPiemonte lungo un percorso inedito che porterà il gruppo da Omegna e dalle rive del Lago d'Orta fino a Beinasco, in provincia di Torino: 198 i chilometri da percorrere. per seguire la cronaca...


Il calcio continua a far parte della vita di Remco Evenepoel e stasera al Lotto Park l campione del mondo riceverà un riconoscimento da parte del Royal Sporting Club Anderlecht, una delle squadre più importanti del Belgio. La storia tra...


Dopo il Mondiale su strada in Australia, dove ha chiuso al quarto posto, Wout van Aert potrebbe andare a caccia di un altro appuntamento iridato: quella della prova di coppa del mondo di Ciclocross, che si svolgerà a Benidorm, in...


Poco più di un anno fa, il primo settembre 2021, l’arrivo in Italia dopo la fuga precipitosa dall’Afghanistan riconquistato dai talebani. Ci sono riuscite grazie all’associazione Road to Equality di Alessandra Cappellotto, vicentina di Sarcedo, prima italiana a diventare campionessa...


Non solo Vincenzo Nibali. Un altro grande di questo sport come Alejandro Valverde si ritirerà con il Giro di Lombardia. Del Bala, di longevità ciclistica, ma anche di Mondiali, classiche monumento, radioline ed esasperazione dei giovani, abbiamo disquisito con il...


E’ stato ripreso il tradizionale e sempre partecipato incontro con il pubblico di un noto esponente del ciclismo proposto quasi all’immediata vigilia dell’arrivo del Giro di Lombardia a Como di sabato 8 ottobre 2022. L’iniziativa, “Aspettando il Lombardia”, a cura...


Il Lombardia e il record dell’ora di Filippo Ganna saranno i temi principali del trentunesimo appuntamento con Velò, la rubrica di TVSEI interamente dedicata al mondo del ciclismo. L’ultima grande classica della stagione è il bilancio del 2022 insieme agli...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach