UNA PIETRA DELLA ROUBAIX A CASTELLANIA PER CELEBRARE I SUCCESSI DI SERSE E FAUSTO COPPI. GALLERY

STORIA | 24/10/2021 | 16:00
di Paolo Broggi

Tra i tanti riconoscimenti prestigiosi che i nostri atleti riporteranno a casa al termine del Mondiale di pista a Roubaix, c’è un premio speciale: non è di metallo ma è una pietra autentica e pesante, che ci riporta indietro nel tempo, al 1949 e 1950, quando Serse e Fausto Coppi vinsero la Parigi-Roubaix.


Quella pietra, simbolo della Regina delle Classiche, dellla corsa della polvere e del sudore che segna il volto e il corpo dei corridori, non venne mai data a Fausto e Serse - a quei tempi non si usava - e così è nata l’idea della giornalista Francesca Monzone, responsabile storica di Casa Coppi, di proporre agli organizzatori della corsa francese uno scambio di cimeli importanti: una pietra della Parigi-Roubaix in cambio di un mattone di Casa Coppi.


Grazie ad Aso, società organizzatrice sia del Tour de France che della Parigi-Roubaix, è stata fatta la richiesta ufficiale a Les Amis du Paris-Roubaix, l’associazione che tutela il famoso pavè simbolo di questa corsa e custode del museo. Francois Dulcier, presidente de Les Amis du Paris-Roubaix, ha risposto subito con affetto e gratitudine alla richiesta fatta da Casa Coppi, sottolineando che per la Parigi-Roubaix è un onore poter donare una delle loro pietre a memoria delle vittorie di Fausto e Serse Coppi.

La pietra arriverà nel nostro Paese, mentre da Castellania partirà un mattone originale di Casa Coppi che, come segno di amicizia e rispetto, verrà donato al museo della Parigi-Roubaix. La città a Nord della Francia questa settimana è stata la cornice dei Mondiali di pista, nei quali i nostri atleti hanno ottenuto tantissime medaglie: in accordo con Les Amis du Paris-Roubaix si è pensato di consegnare la pietra ad una rappresentanza della nostra nazionale impegnata nel velodromo.

La pietra, presa in consegna dal team manager delle nazionali italiane Roberto Amadio, tornerà in Italia domani insieme ai nostri azzurri che tanto hanno vinto in questa settimana veramente speciale. Il pezzo di pavè appositamente prelevato da uno dei settori della corsa, verrà consegnato a Castellania ed esposto a Casa Coppi, il museo dedicato a Fausto e Serse.

Il simbolo così prezioso è stato preso in consegna dalla Federazione Ciclistica Italiana che lo custodirà fino al 2 gennaio 2022, giorno in cui verrà portato a Castellania, in occasione della ricorrenza per la morte di Fausto Coppi e dell’assegnazione dei premi Welcome Castellania e Ambasciatori di Casa Coppi nel Mondo.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Interpellato in merito al contenuto degli articoli comparsi sulla stampa nei giorni scorsi, Remo Mosole dichiara che «Si tratta di polemiche inutili. Non credo che l’Italia possa rinunciare a completare la costruzione del Velodromo di Spresiano, un’opera strategica per la...


Lo scorso settembre le Fiandre hanno ospitato i Campionati del Mondo di Ciclismo su strada 2021. Oggi, al successo dell’evento sportivo, la regione del Belgio aggiunge un altro importante traguardo, diventando un punto di riferimento per la sostenibilità. UCI World...


Come è possibile far pedalare il quartetto dell'inseguimento su una barca di Coppa America? Ne parleranno a Radiocorsa oggi alle 18.50 su Raisport il CT dell'Italia Daniele Bennati e lo skipper di Luna Rossa Max Sirena. E poi tanto spazio...


Vestire una squadra di ciclisti professionisti, si sa, è piuttosto impegnativo: taglie, preferenze, necessità. E ancora: stagionalità e individualità, formazione maschile e formazione femminile. Insomma, il lavoro preparatorio e di gestione è imponente.  La partnership tra Santini e...


Nell'epoca delle crisi economiche e delle delocalizzazioni, Bianchi procede nel futuro del ciclismo "rigenerando" e potenziando la propria dimensione locale. Stamattina, infatti, in località Battaglie a Treviglio (BG) nella sede che da oltre 50 anni ospita la storica azienda (fondata...


Babbo Natale arriva in bicicletta, anzi tantissimi Babbo Natale arrivano in bicicletta! Vestirsi da Babbo Natale e arrivare in sella ad una bicicletta sono gli ultimi obblighi per essere protagonisti dell’appuntamento in programma per sabato 11 dicembre alla Pieve di...


Sarà una prima volta speciale, quella della Coppa del Mondo di ciclocross in Val di Sole. La neve e la bellezza delle montagne circostanti sono garanzia di spettacolo; il resto, domenica 12 dicembre a Vermiglio, ce lo metteranno gli atleti,...


Biciclette semplici, ma robuste, affidabili, duttili e facili da riparare: così sono le Buffalo Bike. Trek ha partecipato alla realizzazione del prototipo, creato proprio nella sede centrale di Waterloo, ma non le troverete in negozio: sono distribuite da World Bicycle...


Canyon presenta oggi la gamma Grail 2022, una gamma completamente aggiornata per gustare ancora meglio quella che è a mio avviso una delle migliori bici gravel di sempre, Leggera, veloce e pratica, la Grail in ogni sua versione conquista ogni praticante regalando...


A dieci mesi dal brutto incidente in moto, in cui ha combattuto una dura battaglia contro la vita che lo ha costretto a interrompere la carriera ciclistica, Juan Tito Rendon torna in sella con il team Orgullo Paisa.“Finalmente torno a...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI