I VOTI DI STAGI. LA FACCIA SPORCA DI COLBRELLI, LA FOGA DI MOSCON, I LIMITI DI VAN DER POEL

I VOTI DEL DIRETTORE | 03/10/2021 | 18:45
di Pier Augusto Stagi

Sonny COLBRELLI. 10 e lode. L’uomo con la faccia sporca ha un cuore grande. L’uomo con la faccia sporca ha un sorriso che ci riempie gli occhi. L’uomo con la faccia sporca urla una gioia incontenibile, forte e incredula, come noi. L’uomo con la faccia sporca è anche l’uomo della pioggia, ma quando entra nel velodromo di Roubaix il sole lo accoglie come si accoglie un re. L’uomo con la faccia sporca è un angelo che ci regala la pietra dopo Tafi, un digiuno durato ventidue anni. L’uomo con la faccia sporca è l’uomo dell’anno, che vince tricolore, europeo e Roubaix, e si porta a casa anche il nostro Oscar. Faremo festa assieme, abbiamo più di un motivo per farlo.


Florian VERMEERSCH. 9. Il 22enne della Lotto Soudal fa una corsa “monstre” al suo esordio sulle pietre. Il ragazzo c’è e lo si vede a occhio nudo. Lo vedono un po’ tutti, quando se ne va e resta là davanti.


Mathieu VAN DER POEL. 7,5. Fa una corsa pazzesca, come è solito fare, anche se dà sempre l’impressione di usare più le gambe (mostruose) che la testa (sempre china a menare come un ossesso). Bisogna dirlo: a lui non è uomo che rischia di perdere per vincere una corsa. Non specula mai, e in certi casi è davvero un limite.

Gianni MOSCON. 9. Fa una corsa straordinaria, di bellezza rara. Ma sappiamo bene – e lo sa anche lui – che la Roubaix è una corsa bastarda. Quando è là davanti solo al comando, prima una foratura e poi una scivolata non solo lo rallentano, ma lo annientano. Nella foga disperata di non farsi braccare, non si alimenta, e nel finale le gambe faticano a produrre potenza. Quando gira male c’è poco da imprecare. Lui non lo fa nemmeno quando è costretto a cambiare bicicletta: scende di sella, poggia delicatamente la sua Pinarello per terra, e sale sulla sua nuova Dogma. Con calma, con assoluta calma. Imparare, please.

Yves LAMPAERT. 7,5. Il 30enne corridore belga fa anche lui corsa di testa, poi finisce per le terre, ma non si può che dirgli bravo.

Christophe LAPORTE. 6,5. Il transalpino della Cofidis si esalta sulle pietre viscide della Roubaix. Corsa di livello, per un corridore che è ormai di livello assoluto.

Wout VAN AERT. 5. Ci sono tutti gli ingredienti per esaltarlo, ma a questo punto della stagione non c’è più lui.

Guillaume BOIVIN. 6,5. Il 32enne canadese della Israel Nation è sempre nel vivo della corsa, fino alle battute conclusive, quando viene tagliato fuori dalla malasorte.

Jasper STUYVEN. 5. Era uno degli uomini più attesi, difatti lo aspettano: all’arrivo…

Zdenek STYBAR. 5. L’uomo del fango viene sommerso: da tutto.

L’EQUIPE. 2. Strano che il mondo dei social sempre pronto a fare le pulci a “La Gazzetta dello Sport” che si “dimentica” di dare la prima pagina al ciclismo, non si accorga che per la prima storica Parigi-Roubaix femminile non scriva un rigo (la Gazzetta, si). Strano, molto strano…

Copyright © TBW
COMMENTI
Pagelle
3 ottobre 2021 18:53 Anbronte
In una giornata, climaticamente parlando, come oggi non darei nessun voto negativo, tutti i corridori meritano un 8 .

Moscon spettacolare Sonny mostruoso
3 ottobre 2021 19:01 Roxy77
Forse un ragazzo recuperato, Sonny un fenomeno tutto nostro!

Colbrelli 10 giusto
3 ottobre 2021 19:03 Roubaix77
Perfetto. Moscon lo metterei a 9,5...non fosse stato per la foratura, per me arrivava. Van Der Poel paga la foga, stavolta non premiata

Grande Italia.
3 ottobre 2021 19:32 Carbonio67
Colbrelli super ! Tutto perfetto in una giornata che sembrava l'inferno. Mi spiace un casino per Moscon, vincitore morale

Peccato
3 ottobre 2021 19:49 canepari
che nessuno si sia accorto che il cambio di bicicletta per Moscon sia stato PENALIZZANTE. Gomme con pressione troppo elevata..????
Prima del cambio bicicletta era incollato alle pietre; dopo non riusciva a stare in piedi. Spero che qualche supertenico confermi la mia impressione o, in alternativa, mi spieghi cosa possa essere successo.

Colbrelli magico
3 ottobre 2021 19:49 Àaaaaaa
10 + , moscon 9,9 perche' la sfiga ci mette lo zampino. MV poel un campione, sempre. Ma Sagan ????

Mozzato
3 ottobre 2021 19:53 Fuga da lontano
Direttore, mi permetta di promuovere una menzione per Luca Mozzato.
Arrivato 20° al traguardo questo ragazzo di 23 anni che corre prevalentemente in Benelux e Francia
e che è spesso nella TOP-10 di molte gare corse da quelle parti sta avendo una splendida stagione.
Lui e Rota corrono prevalentemente nelle gare del Nord Europa e i risultati sono eccellenti.

Un
3 ottobre 2021 19:54 Bicio2702
mostro! Colbrelli con questa impresa è entrato di potenza nell'olimpo, per aver vinto una Roubaix, per aver battuto il favorito senza limare, per aver vinto in condizioni climatiche difficilissime

Italiani
3 ottobre 2021 19:57 carloprimavera
Direttore, con grande affetto e stima mi auguro che ora ripensi a tutte le volte che nel passato recente ha difeso corridori amici affermando che c'era poca scelta, perché é da un po' che stiamo già tornando e non reciteremo il ruolo di comparsa. Abbia fede nei giovani e nei corridori al di fuori del solito giro. Cordialità

Tifavo Gianni
3 ottobre 2021 20:01 Angliru
Ci avevo sperato e a mio avviso, ci sarebbe riuscito senza foratura. Comunque grandioso Sonny !

Van der Poel
3 ottobre 2021 20:35 Ruggero
Certo il suo può essere un limite, ma diciamocelo chiaramente, se non era per lui oggi la corsa era finita a vantaggio della fuga.

Dispone Van Aert
3 ottobre 2021 20:50 Ale1960
I due italiani meritano 10 entrambi. Senza la foratura avrebbe vinto Moscon. Van Aert conferma il deludente mondiale, anche 4. Oggi,stranamente mi ha deluso la corazzata Deceuninck, alla quale darei 4.

il succhiaruote
3 ottobre 2021 21:00 alerossi
stasera dovrà dire tante volte grazie. grazie a moscon di aver forato ed essere caduto (oggi il più forte era lui, senza se e senza ma), grazie a mvdp, vermeersch, boivin per aver tirato nel gruppetto all'inseguimento di moscon mentre lui se ne stava a ruota senza mai dare cambi più lunghi di 20cm.

@ Ruggero
3 ottobre 2021 21:00 Albertone
sono in accordo con te. Van der poel ha fatto una gara immensa, pagando poi nel finale. Meglio per noi ! Moscon merita 10000 applausi, bravissimo. Per il futuro credici

Tifavo il mio corregionale
3 ottobre 2021 21:16 daminao90
Il mio pensiero va' tutto a Moscon. Sfortunato per la foratura e per la successiva caduta. Sembrava davvero essere uscito da un lungo letargo, un vero peccato.
Colbrelli con Van der Poel e il terzo , non aveva mai affrontato una Roubaix prima (questo l'ha detto il commentatore rai). Quindi ha comunque provato qualcosa che mai aveva affrontato prima.
Bravissimo

stiamo tornando
3 ottobre 2021 21:18 fransoli
non so, dubito seriamente che vedremo due italiani nei primi cinque al Lombardia... dubito seriamente che nel breve medio/termine vedremo un corridore italiano lottare per i primi 5 posti ad un Tour... diciamo piuttosto che i migliori nostri corridori nell'età della maturità prediligono il pavé alla salita o percorsi veloci con qualche salitella... e ci sono anche i risultati a confermarlo... prima di Colbrelli l'ultima vittoria in una monumento è stata quella di Bettiol nel Fiandre... Ballerini ha vinto sul pave.. alla Gand quest'anno ne abbiamo piazzati 3 fra i primi 4... di converso se si escludono le tappe nel WT l'unico scalatore capace di staccare i migliori in tempi rcenti è stato Caruso al giro... poi c'è il fenomeno Ganna per le crono... poco, tanto? Non so, certo il ciclismo adesso è globabilizzato, non ci sono più le sole 6-7 nazioni di vent'anni fa

Riscossa
3 ottobre 2021 21:32 ghisallo34
Finalmente una grande grande classica ! Bravissimo Sonny e bravo Gianni. Una Roubaix meravigliosa, come non se ne vedevano da anni !!!

@Ruggero
3 ottobre 2021 21:35 Robtrav
D'accordissimo con te. Meno male che allora qualcun altro ha visto la mia stessa corsa perché temevo davvero di aver visto qualche altra gara. D accordo anche con chi ha visto una Deceuninck da 4.

@Alerossi & C
3 ottobre 2021 21:40 max73
Vai a commentare il calcio x favore. Parlare di succhiaruote in una corsa come la Roubaix... Colbrelli ha attaccato sin dall'inizio... Forse Alerossi questo pomeriggio ha seguito la serie a oppure la pallavolo....

Cambio Bici
3 ottobre 2021 21:47 TourBike
Il cambio della bici dopo la foratura per Moscon è stato allucinante ed hanno perso un sacco di tempo per poi fornire una bici che non era la sua misura e non aveva le gomme giuste tanto che dopo poco è avvenuta la caduta. Ammiraglia Ineos voto 0 spaccato.

Spettacolo puro!
3 ottobre 2021 21:55 Massi1972
Bellissima giornata di sport, un grazie a tutti i protagonisti x lo spettacolo offerto in una giornata memorabile: l' Italia c'è, pur tra le tante difficoltà, un Moscon sontuoso che spero sappia valorizzarsi come merita nella prossima stagione e con la nuova squadra; un Colbrelli strepitoso, in formissima, sempre attento e che merita questi successi; il nostro movimento ne aveva proprio bisogno!!! Le polemiche lasciamole ad altri.

@canepari
3 ottobre 2021 22:02 IngZanatta
Non sono un supertecnico ma ti confermo che ho avuto la tua stessa impressione; spero che Moscon rilasci qualche dichiarazione per capire se la nostra impressione è corretta

@alerossi
3 ottobre 2021 22:35 Franco P.
E deve dire grazie anche a gente come te che, criticando pur capendo poco di ciclismo, dai a Colbrelli lo stimolo per fare sempre di più. Grazie davvero.

Xmax73
3 ottobre 2021 22:49 PIZZACICLISTA
che Colbrelli abbia attaccato sin dall'inizio l'hai visto solo tu, e che abbia succhiato la ruota di MVDP per 80 Km l'hanno visto tutti.L'olandese ha fatto la corsa il "furbo" l'ha vinta

@ Fransoli
3 ottobre 2021 22:57 Albertone
Contate per cortesia i post dell'utente Frasoli e relativi IP. Il suddetto utente ( che

Hai scritto il post, simile ad un altro utente. Facciamo che lo segnalo ?

Alerossi e C.
3 ottobre 2021 23:02 Finisseur
Sempre bastian contrari; capite veramente poco di ciclismo. Sicuro non avete corso

@pizzaciclista
3 ottobre 2021 23:04 Albertone
Hai ragione. Colbrelli ha usato la foga di MVP a suo favore. Puro opportunismo unito a intelligenza tattica. Ha vinto, l'altro spero per lui abbia imparato la lezione

Alerossi
3 ottobre 2021 23:13 Anbronte
Hai visto un altra corsa perché gli unici due che davano regolarmente il cambio a VdP erano proprio Colbrelli e Boivin. Fatti controllare la vista

Io
3 ottobre 2021 23:28 Robtrav
Lo confesso non ho mai corso una Roubaix. Al massimo qualche garetta da amatore, quelle con un salame di premio e peraltro con pessimi risultati. Quindi sicuro non ci capirò nulla ma oggi ho visto Moscon il più forte seguito da Van der poel che si è fatto carico almeno Dell 80 per cento dell inseguimento. Colbrelli sempre attento e sempre nelle prime posizioni del gruppo. È stato bravo? sì. Oggi è stato il più forte. Per me no. È stato scaltro? Si Ha fatto una stagione meravogliosa? Si sicuro. Poi questa è la mia opinione.

Wout & VDP
4 ottobre 2021 07:59 Lunona
Il cobra non ha assolutamente succhiato la ruota, ma ha collaborato anche troppo, VDP ha tirato come un ossesso quando ha visto Wout staccarsi, e questo e' stata la sua rovina!!

MVDP sempre da 10, Tuttobiciweb da 4
4 ottobre 2021 08:56 vecchiobrocco
Tuttobici: parliamo tanto di parità del ciclismo, blah blah e poi per la PR Femmes niente pagelle e un articolo con screenshot da Eurosport (stesso trattamento che il Giro della Croazia..). Il Ciclismo femminile non è ancora maturo come quello maschile, però si merita un trattamento adeguato visto che è in rapidissima crescita e rappresenta un "fetta di mercato" che diventerà sempre più importante.
MVDP: grazie, quando sei in gara è sempre spettacolo... e non solo gli ultimi 20km

Inutile polemica
4 ottobre 2021 09:46 GiorgioDF
Non riesco proprio a capire il senso di questa inutile polemica su Colbrelli, ha tirato, non ha tirato........Io credo che abbia fatto al sua parte, ha vinto da campione una Roubaix che passerà alla storia. Sicuramente VdP ha tirato di più, così come all'europeo Evenepoel aveva tirato di più, ma questi due fenomeni (così come Van Aert) peccano un pò di presunzione e ingenuità. In poche parole sono atleticamente fortissimi e tatticamente deboli, forse è proprio la loro forza smisurata che li porta a sbagliare...Sonny non è un fenomeno, è un campione che col tempo è cresciuto tanto anche di testa e sa sfruttare le occasioni nel modo migliore....e godiamocela questa vittoria !!!!!! E ricordiamoci che senza la sfortuna avrebbe vinto Gianni Moscon.

max73, franco p., finisseur e anbronte
4 ottobre 2021 10:01 alerossi
forse siete voi ad aver visto un'altra gara. a un certo punto c'era moscon con 1' sul gruppo mvdp e 2' su van aert. poco dopo la situazione era moscon con 1'30 su mvdp e 2' su van aert. significa che moscon e il gruppo van aert andavano uguale, mentre mvdp perdevano molto. è impossibile che in 4 perdeno da uno in fuga da molto tempo. se mvdp e gli altri avessero fatto come colbrelli sarebbero stati ripresi dal gruppo van aert.

La sfortuna toglie i meriti?
4 ottobre 2021 10:06 AleDavoli
Non capisco il 9 a Moscon. Cosa doveva fare di più? Per me voto 11

Mvp
4 ottobre 2021 10:49 Unaiggg223
Varn der Poel ha agitato e reso piu' dura la corsa. Purtoppo ha ecceduto il limite, ma dimostra cmq di essere un campione vero, senza mai nascondersi. Colbrelli ha sfruttato questa irruenza per accodarsi e fare il suo. Moscon e' da applaudire a ciclo continuo. In fuga da subito , stava per compiere un miracolo.

Una domanda
4 ottobre 2021 10:53 Ago
... per quanto inutile (perché "da divano") me la sono posta: perché Moscon ha continuato - dopo la caduta - per più di 10 km con gli altri sempre a 100/150 m.? Aspettarli, mettersi a ruota, mangiare e recuperare : una probabilità in più di giocarsela al velodromo.

@ ago
4 ottobre 2021 11:34 Cicorececconi
Ho avuto il tuo stesso pensiero. Ballava li davanti con pochi secondi. A dire il vero in volata con Sonny e Mvdp non avrebbe avuto scampo ( anche se dopo 260 kmt e ' ben diverso fare una volata), ma quantomeno poteva provare. Comunque bravi tutti in una giornata infame

Direttore
4 ottobre 2021 12:11 fedaia66
Stuyven sara' caduto chissa' quante volte...non credo si possa giudicare.

unaiggg223
4 ottobre 2021 13:33 alerossi
non è l'essere davanti dall'inizio alla fine quello che deve sorprendere di moscon. negli ultimi anni un componente della fuga del mattino è sempre arrivato a roubaix: 2016 hayman (1°), 2018 dillier (2°) e 2019 politt (2°). quello che sorprende è mantenere o guadanare sul gruppo inseguitore in un 3 vs 1

@albertone
4 ottobre 2021 18:08 fransoli
segnala segnala, sai che ridre... solo fino scorso anno non si contavano più di una decina di post a commento di una corsa.... oggi ci sono decine di commenti anche per per l'articolo sulla Qubeca con un proliferare mai visto di nuovi utenti... mi fa piacere che ci siano sempre pià appassionati di ciclismo ma poiché sono arrivati tutti insieme anche uno stupido capisce che c'è qualcosa che non va... però il mondo è bello perché vario, ognuno si diverte come meglio crede, sarà felice tuttobiciweb

Perplesso
4 ottobre 2021 19:52 Maranga75
Ma Colbrelli dovè stato tutti questi anni..?

tifoso
5 ottobre 2021 11:18 piero18
ho visto tutta la roubaix, poi l'ho riguardata. Non occorre essere un esperto, per vedere che van der poel tirava 2 km, mentre colbrelli e VERMEERSCH tiravano 100 metri. Poi chi vince ha sempre ragione, ma questo non cambia i fatti. Mi dispiace per Moscon, che avrebbe vinto senza la sfortuna. non condivido il voto a van der poel, aveva già corso il mondiale, risparmiando energie per il finale ed è andata male, oggi ha deciso di giocarsela. Se lui non tirava Colbrelli arrivava 20°

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Mentre scriviamo, i ragazzi neoprofessionisti e le ragazze "neo-WorldTour" del ciclismo italiano stanno seguendo i corsi organizzati, presso la sede del CONI Lombardia in via Piranesi a Milano, dalla Scuola Tecnici della Federazione Ciclistica Italiana, insieme all’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti...


Si svolge oggi a Milano il corso organizzato da FCI, ACCPI ed LCP, dedicato ai ragazzi neoprofessionisti e alle ragazze neo-WorldTour. Ad aprire i lavori, l'intervento di Daniele Bennati, nuovo c.t. della Nazionale italiana maschile di ciclismo: «Oggi si...


L’inverno non è amico della bici, questo è poco ma sicuro. Il freddo, lo sporco, la pioggia, il gelo e il sale distribuito sulle strade sono da sempre fattori che mettono alle strette le parti meccaniche delle nostre bici e...


Il titolo italiano, quello europeo e poi la vittoria alla regina delle Classiche, la Parigi-Roubaix: Sonny Colbrelli è stato protagonista di una stagione davvero indimenticabile. Sidi ha deciso di concentrare le emozioni delle più belle vittorie sulla tomaia della sua Wire 2, una scarpa alla...


Prima o poi si torna alle origini. Capita anche a Sonny Colbrelli, il miglior ciclista italiano dell’anno: presentandosi nella sede della Merida Italy, a Corte Tegge, per ritirare una mountain bike realizzata in esemplare unico per lui, il Cobra rivive...


A pochi mesi dell'inizio della nuova stagione, il team Caja Rural-Seguros RGA completa la sua squadra con la firma di un corridore del valore e dell'esperienza di Mikel Nieve (Leiza, 1984). Il ciclista della Navarra arriva con la motivazione di...


Non è stato lui a scegliere la bici, ma la bici a volere lui. Come una dea che s’impadronisce di un guerriero fino a renderlo eroico, leggendario, mitico. E Piero Marchesi, a suo modo, eroico, mitico, leggendario lo è. Anche...


Oggi inizia dicembre, ultimo mese dell'anno solare ma già il primo della nuova stagione agonistica. Il calendario di un ciclista professionista non è lo stesso di una persona che svolge un lavoro con ritmi più canonici. Noi corridori in genere...


È una storia che va avanti quella tra Drone Hopper Androni Giocattoli e Bottecchia. Saranno, infatti, le biciclette dell’azienda di Cavarzere ad equipaggiare il team. Sarà il sesto anno di una partnership solida come spiega Marco Bellini, il responsabile sponsor...


Astoria Wines è protagonista non solo sul podio del grande ciclismo (come avviene al Giro d’Italia, a La Vuelta Espana o in tante altre occasioni internazionali), ma stavolta anche in gara. Filippo Polegato, AD di Astoria Wines, è stato infatti...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI