COPPA AGOSTONI. SUL LISSOLO IL RICORDO DI UGO AGOSTONI, POI APPUNTAMENTO ALL'11 OTTOBRE

PROFESSIONISTI | 13/09/2021 | 09:58

Meno di un mese all’Agostoni. La Classica d’autunno riaccenderà i cuori degli appassionati lunedì 11 ottobre 2021, quando i professionisti delle squadre dell’UCI Europe Tour faranno capolino a Lissone, per la 74esima edizione della gara che porta la Brianza sul palcoscenico del grande ciclismo. 


L’edizione 2021 della Coppa Ugo Agostoni – Giro delle Brianze – Gran Premio Banco BPM, organizzata come sempre dallo SC Mobili Lissone, si svolgerà a 75 anni dalla prova inaugurale, disputata nel 1946.


 

Confermato il percorso, poco variato rispetto a quello consueto (fatta eccezione per l’edizione dell’anno scorso, quando a causa della pandemia da Covid-19 Agostoni, Bernocchi e Tre Valli Varesine si sono disputate in un unico evento con il nome di Grande Trittico Lombardo 2020): 180 chilometri, con partenza e arrivo a Lissone. Lo start alle 12.15 da via Catalani, il traguardo circa quattro ore e mezza dopo, in via Giacomo Matteotti. Dopo il via, un primo circuito di 37,5 chilometri che riporterà i ciclisti a Lissone, quindi il cuore della corsa, i quattro giri del Circuito del Lissolo, di 24 chilometri, con le asperità di Sirtori, Colle Brianza e appunto Lissolo, un saliscendi secco per un dislivello complessivo di 1836 metri che richiede cuore, testa e agilità, prima del traguardo cittadino che ama le ruote veloci. La lunghezza della gara è diminuita da 195 a 180 chilometri, perché sono stati eliminati i due giri finali intorno a Lissone.

 

La salita al Colle Brianza è lunga 4,08 chilometri, per un dislivello di 252 metri con pendenza media del 6,14% e punte massime del 12% nei primi 1.200 metri.

La salita del Lissolo è più breve ma più impegnativa, perché caratterizzata da improvvisi cambi di pendenza, con strappi molto ripidi alternati a tratti in falsopiano e anche in discesa. Il tracciato classico, che caratterizza la Coppa Agostoni, è lungo 1,64 chilometri, con un dislivello di 167 metri, pendenza media dell’8,7% con punte massime del 15,0% nel tratto dopo il Monastero di Bernaga, quando la strada s’inoltra nel bosco e lo scenografico passaggio del gruppo rende l’immagine poesia pura.

 

Proprio al Lissolo, che dal 1987 non solo è parte integrante del percorso della Coppa Agostoni, ma ne è il cuore pulsante, lo SC Mobili Lissone dedicherà la prima iniziativa dell’edizione 2021. Domenica 26 settembre verranno inaugurati i cartelli, creati in accordo con il Comune della Valletta, che indicano l’inizio, la cima e la fine della salita. Il Lissolo, a pieno merito dopo tanta militanza ciclistica e per l’amore dei tantissimi ciclisti amatori e professionisti che lo salgono ogni anno, si è meritato l’attenzione che ricevono le più grandi salite del mondo.

La data del 26 settembre non è casuale: in questo giorno del 1941, 80 anni fa, scompariva il grande Ugo Agostoni, al quale la corsa è dedicata.

La cerimonia inaugurale, che avverrà ai piedi della salita, è prevista alle 11.00. Seguirà una pedalata aperta a tutti.

 

 

DICHIARAZIONI

 

“Siamo ritornati alla tradizione, alla nostra Coppa Agostoni come singolo evento, ma sempre nell’ambito del Trittico Lombardo”, dice Silvano Lissoni, presidente dello SC Mobili Lissone. “Infatti, come terza e ultima corsa del Trittico, lunedì sera premieremo non solo il vincitore dell’Agostoni, ma anche il vincitore del Trittico. Questa è un’edizione speciale, perché cade nel compleanno dei 75 anni della Coppa che coincidono con i 75 anni dello SC Mobili Lissone. Lo sforzo organizzativo è enorme, tanto per noi quanto per la città di Lissone, ma con il sostegno dell’Amministrazione comunale e degli sponsor siamo riusciti a dare vita come sempre alla nostra magnifica corsa. Rispetto alle precedenti edizioni sono stati tolti i due giri finali intorno a Lissone, per agevolare la viabilità in un giorno feriale: un percorso di 180 chilometri è sempre una distanza importante per i corridori a fine stagione”.

 

“Con grande gioia, nel 2021 la città di Lissone ritrova la Coppa Agostoni nella sua forma originaria più pura”, dichiara Concettina Monguzzi, sindaco di Lissone. “Anche quest'anno, come Amministrazione Comunale abbiamo voluto investire fortemente nella corsa ciclistica per professionisti più dura del famoso Trittico Lombardo, assicurando il supporto economico necessario per sostenere una manifestazione che non è solo sportiva, ma rappresenta anche un segnale di ripartenza e di ripresa. Al tempo stesso la Coppa Ugo Agostoni rappresenta un'occasione di visibilità per la nostra Lissone e per le sue peculiarità artigianali, imprenditoriali e associative che negli anni l'hanno portata ad essere conosciuta a livello italiano come Città del Mobile, dell'arredo e del design”.

 

“Siamo orgogliosi di essere a fianco della coppa Agostoni da oltre un decennio; in particolar modo in questa stagione agonistica in cui si ritorna finalmente a disputare tutte e tre le gare del Trittico Lombardo”, commenta Marco Aldeghi, responsabile Direzione Territoriale Milano e Lombardia Nord di Banco BPM. “Il nostro è un impegno che si è sviluppato negli anni e che testimonia l’attenzione verso una competizione sportiva prestigiosa. Affiancare queste manifestazioni è per noi un momento di condivisione con le Comunità dei territori in cui operiamo. Un’occasione importante di crescita e aggregazione”.

 

 

LA COPPA AGOSTONI

75 anni di storia. La prima Coppa Agostoni è stata organizzata dallo Sport Club Mobili Lissone nel 1946, qualche mese dopo la fondazione del club. È stata dedicata al più grande campione lissonese di ciclismo, Ugo Agostoni, vincitore tra l’altro del Giro dell’Emilia nel 1912 e della Milano-Sanremo del 1914, secondo al Giro d’Italia del 1912 (classifica a squadre). Col tempo l’Agostoni ha guadagnato gradi e importanza, passando da gara riservata alla categoria indipendenti a quella dei professionisti e dei professionisti internazionali. I più grandi campioni hanno firmato il suo albo d’oro: da Gimondi a Merckx, da Zilioli a Bitossi, e poi De Wlaeminck, Moser, Saronni, Battaglin, Fondriest, Konyshen, Bugno, Cassani, Tafi, Ullrich, Casagrande, Jalabert. Visconti, Gavazzi, Modolo, Pozzato, Rebellin, Colbrelli, Moscon, fino all’ultimo vincitore, Alexsandr Riabushenko, che ha firmato l’edizione 2019. Con la Tre Valli Varesine e la Coppa Bernocchi, fa parte del Trittico della Regione Lombarda. Dal 1996 al titolo “Coppa Agostoni” si è aggiunto quello di “Giro delle Brianze”, perché è l’unica gara con percorso interamente brianzolo-monzese e lecchese.

coppaagostoni.it

Copyright © TBW
COMMENTI
Che tempi
13 settembre 2021 10:28 titanium79
Quando Tre Valli, Agostoni e Bernocchi si facevano in fila ed erano un trittico per testarsi in vista del Mondiale. Ora sono disgiunte, lontane e con percorsi spesso piu' noiosi. Un vero peccato.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Jannik Steimle regala un altro successo alla Deceuninck Quick Step vincendo la seconda tappa del Giro di Slovacchia, la Spišské Podhradie - Dolný Kubín di 179, 7km. Peter Sagan ha provato in tutti i modi a vincere, ha attaccato prima...


Jasper Philipsen mette a segno la volata vincente sul traguardo del Kampioenschaap van Vlaanderen, una classica dedicata ai velocisti. Il belga della Alpecin Fenix ha contenuto il tentativo di rimonta di Dylan Groenewegen con l’estone Laas al terzo posto e...


Mattia Cattaneo è al settimo cielo per un successo che ha inseguito a lungo e che finalmente è arrivato a premiarlo: «Sono così felice, perché ho lavorato molto nella cronometro e ottenere finalmente la mia prima vittoria in questa disciplina...


Non vinceva da due anni e mezzo (Giro dell'Appennino 2019) e da professionista un acronometro non l'aveva mai conquistata: Mattia Cattaneo sorride e si aggiudica il successo nella crono di Dudelange (25, 4 km), valida cone quarta tappa dello Skoda...


Quando si dice che «i ciclisti sono come i gatti...». Le immagini che state per vedere sono impressionanti: lui è bauke Molle, impegnato nella crono di Dudelange al Giro del Lussemburgo. L'olandese della Trek Segafredo approccia una curca troppo velocemente,...


Più che un pranzo di lavoro, è stata l'occasione di incontrare degli amici e parlare di una passione comune: la bicicletta. Oggi a Milano, al ristorante Al Tronco di Via Thaon de Ravel, c'erano il sindaco di Milano Beppe Sala,...


Nonostante la giovane età,  Samuele Bonetto ha già una storia importante da raccontare. Junior con l’UC Giorgione, il trevigiano di Montebelluna ha trovato nella bicicletta una vera e propria ancora di salvezza, dopo alcuni problemi personali che hanno caratterizzato i primi...


Ci sono arecchie incertezze nella Francia che vuole difendere la maglia iridata conquistata lo scorso anno da Alaphilippe: il selezionatore Thomas Voeckler ha fatto i nomi dei tredici corridori che potrebbero essere al via dei Campionati del Mondo su strada...


Archiviati Giro della Toscana e Coppa Sabatini, la Bardiani CSF Faizanè si appresta ad affrontare il doppio impegno di questo week-end con il Memorial Pantani e il Trofeo Matteotti. In ammiraglia a guidare il team Roberto Reverberi e...


L’intensa settimana di gare per l’Androni Giocattoli Sidermec sta per mandare in scena gli appuntamenti con Memorial Pantani (Uci 1.1) e Trofeo Matteotti (Uci 1.1). Domani sulle strade di Cesenatico il primo tifoso del team sarà Pino Buda, patron della...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI