OBIETTIVO TRICOLORE HA TAGLIATO IL TRAGUARDO FINALE A CATANIA NEL SEGNO DI ALEX ZANARDI

INIZIATIVE | 27/07/2021 | 07:45

I ragazzi di Alex Zanardi ce l’hanno fatta. I suoi 70 “discepoli” hanno attraversato l’Italia da nord a sud per dimostrare che anche le disabilità fisiche e mentali non sono un limite, ma una diversa opportunità di vita e soprattutto che è vietato arrendersi di fronte alle difficoltà.


Con questa convinzione, forza d’animo e carica positiva, 70 atleti, arruolati dallo stesso Zanardi nel suo progetto di avviamento allo sport paralimpico Obiettivo3, hanno dato vita alla seconda edizione di Obiettivo Tricolore: una staffetta durata tre settimane, dal 4 al 25 luglio, nella quale gli atleti hanno percorso lo Stivale da nord a sud a spinta di gambe, braccia e cuore, attraversando 18 regioni e 54 tappe e affrontando il caldo, le salite e gli imprevisti, senza mai mollare.


Profetiche sono state le parole di Michele Grieco alla partenza da Villa (Bz) “Alex ci ha consegnato un messaggio carico di speranza, coraggio e positività e noi dobbiamo portarlo in giro per l’Italia”. E così è stato. Obiettivo Tricolore ha raccolto entusiasmo ovunque e come ha ben sintetizzato il parroco di Piove di Sacco (Pd) riferendosi a Gabriele Scalise: “Gli handbiker pedalano sdraiati guardando sempre il cielo e ci insegnano a guardare la vita dal basso verso l’alto”.

Domenica, il testimone finale è arrivato da Messina a Catania, in Piazza Università, assieme alla ciclista catanese Francesca Caruso, new entry del gruppo ma atleta dalla lunga esperienza sportiva e ad un gruppo di altri ciclisti. Il loro arrivo, com’era immaginabile, è stato per tutti una grandissima festa, il capitolo finale di uno straordinario viaggio e l’epilogo di quel lungo e ideale abbraccio dell’Italia che Zanardi aveva immaginato lo scorso anno, inventandosi questa staffetta dopo il lungo lockdown, e che oggi è diventato realtà, perché ad abbracciare la Caruso sono giunti da tutta la Penisola molti dei suoi compagni di viaggio. Per Francesca, emozionantissima all’arrivo, questa staffetta è stata “un sogno che si realizza”.

Il loro ingresso in Piazza Università è stato applaudito anche dall’assessore allo sport del Comune di Catania Sergio Parisi, dal presidente del Cip Sicilia Salvatore Mussoni e dal delegato provinciale Cristina Greco, dal dirigente della Direzione Territoriale di Catania dell’Inail Claudia Villari, mentre per l’Anmil era presente il presidente regionale Antonino Capozzo e il presidente territoriale di Salvatore Platani.

Orgoglioso l’assessore Parisi, che è intervenuto anche in rappresentanza del sindaco Salvo Pogliese, nel vedere una piazza Università così gremita: “Oggi Catania dimostra davvero di essere una città che ama lo sport e siamo felici di aver ospitato l’arrivo della staffetta Obiettivo Tricolore e del villaggio sportivo di Giusy Versace. Da questa piazza lanciamo anche il nostro in bocca al lupo a tutti gli atleti catanesi e siciliani impegnati ai Giochi di Tokyo”.

Moltissime sono state le emozioni vissute in questa lunga traversata: dalle partenze dai tre diversi punti del nord Italia, La Villa (Bz), Lecco e Verrès (Ao), all’unione dei tre percorsi a Bologna e l’ideale passaggio di testimone a Niccolò Zanardi, figlio di Alessandro, la simpatia dei testimonial come Paolo Kessisoglu, Stefano Baldini, Daniel Fontana, Davide Cassani, Daniele Bennati e Simone Moro che hanno galvanizzato gli atleti lungo il percorso e i numerosi eventi ospitati nella città di Jesolo, Padova, Parma, Bologna, Catiglion Fiorentino, Montalcino, Roma, Benevento, Taranto e Corigliano-Rossano che hanno amplificato il messaggio di promozione dello sport paralimpico, anche grazie all’energia di Giusy Versace, che in alcune di queste città è riuscita ad organizzare dei veri e propri villaggi dello sport per atleti disabili.

Ma la grande staffetta ha centrato anche un altro importante traguardo: ha stimolato curiosità in persone nuove e questo rappresenta il traguardo più importante e socialmente più utile: diventare quel trait d’union tra il mondo sportivo e quello disabile, con il quale Alex Zanardi ha concepito la nascita di Obiettivo3 nel 2017.

Come sostiene anche la Versace: “Questi ragazzi con lo sport sono rinati, grazie allo sport hanno trovato un riscatto, una nuova opportunità di vita. Dietro ogni atleta c’è sempre una storia ed bello poterla raccontare affinché possa essere da stimoli per gli altri.”

Soddisfatta e molto emozionata anche Barbara Manni, cuore e anima di Obiettivo3: “E’ stato un viaggio lungo, a volte anche complicato, ma le emozioni provate e il calore raccolto lungo ogni metro di strada non hanno parole per essere descritte. Ringrazio di cuore tutti i comuni attraversati, le amministrazioni che hanno ospitato le tappe, le aziende che hanno creduto in questo progetto, ma soprattutto i nostri 70 meravigliosi atleti e tutto lo staff che ha reso possibile questa grandissima staffetta. Siamo stravolti dalla stanchezza, ma inebriati dalla felicità”. 

Obiettivo Tricolore è stato possibile grazie alla collaborazione di Unicredit, in qualità di Main Sponsor, e di importanti aziende che hanno deciso di supportare l’iniziativa.

Sponsor: Rio Mare, Bodega G&C Spa, Pfa Spa, Airoldi Metalli, Castelli, Consorzio Tutela Grana Padano, Del Colle, Allianz Partners.
Official sparkling partner: Consorzio di Tutela del Prosecco DOC.
Parter tecnici: Enervit, Kask, Koo, Ciacci Piccolomini d’Aragona, Garmin, Cetilar, Emporio Armani, Consorzio del vino Brunello di Montalcino, Acqua Lauretana, PMG Italia.

Official mobility partner: Bmw Italia.
In onda su: Sky Sport e Radio Deejay.
Con il sostegno di: Fondazione Vodafone Italia, Fondazione Amplifon.
Con il contributo di: Regione Veneto, Regione Emilia Romagna, Comune di Padova, Centro Protesi Inail.
In collaborazione con: Maratona dles Dolomites - Enel, Disabili No Limits, FITArco e FITRI.
Con il patrocinio di: Comitato Paralimpico Italiano, Federciclismo, Anmil, Regione Veneto, Regione Emilia Romagna, Regione Sicilia, Città Metropolitana di Bologna, Comune di Parma, Comune di Catania, Comune di Padova, Comune di Lecco, Comune di Rovigo, Città di Treviso, Comune Corigliano-Rossano.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Dopo le apprensioni degli organizzatori per la bufera di vento e pioggia del mattino scatenatasi nella zona, si è svolta regolarmente la 60^ Coppa Pietro Linari-Memorial Moreno Luchi, Silvano Cinelli e Poldo Rosellini, gara nazionale juniores organizzata dal Ciclistica Borgo...


Capolavoro della Jumbo Visma nella terza tappa del Giro di Danimarca, la Otterup-Herning di 239, 3 km: all'ultima curva Christophe Laporte ha pilotato talmente bene Olav Kooij al punto che i due hanno letteralmente fatto il vuoto in volata. Primo...


Diego Ulissi va a segno nella terza tappa del Tour du Limousin, la Donzenac - Malemort di 181, 7 km regolando allo sprint un gruppetto di attaccanti che hanno fatto la differenza nella prima tappa impegnativa della corsa francese. Tanti...


Ottimo secondo posto dell'azzurro Matteo De Monte in Ungheria. Il velocista del Borgo Molino Vigna Fiorita ha sfiorato infatti il succcesso nella prima tappa del One Belt One Road, da Nyíregyháza a Ibrány, prova della Nations Cup per la categoria...


Un campionato del Mondo su strada, una Vuelta, quattro Liege-Bastogne-Liege, cinque Flèche Wallonne, sedici vittorie nei Grandi Giri e molto altro ancora per un totale di centotrentatré vittorie in carriera. Lui è Alejandro Valverde, uno dei più carismatici campioni del...


Tutto è pronto per la Vuelta di Spagna e Primoz Roglic, super favorito per la vittoria finale, vuole essere cauto e punta il dito su Remco Evenepoel. «Remco non deve dimostrare niente a nessuno – ha detto Roglic –, è...


Il Covid 19 è un nemico subdolo e continua ad insinuarsi nelle nostre vite. Oggi, alla vigilia della Vuelta, ha colpito l'esperto spagnolo Angel Madrazo che è risultato positivo e, pur non presentando alcun sintomo ed essendo in perfetta salute,...


E quindi, siamo di fronte ad uno scandalo? Ce lo dirà il tempo, ce lo dovranno spiegare il presidente e - sottolineo - amico Cordiano Dagnoni e il Segretario Generale Marcello Tolu. Dovranno chiedere spiegazioni i vicepresidenti tutti e i...


«Annuncio che non parteciperò alla Vuelta per far valere le mie ragioni davanti al Tribunale Arbitrale dello Sport (CAS), tornerò al calendario delle gare a fine stagione». Con un comunicato stringato Nairo Quintana annuncia la decisione presa in extremis di...


Il 26enne scalatore belga lascerà a fine stagione la Lotto Soudal per accasarsi alla TotalEnergies. «Sono veramente felice perché sin dai primi contatti con lo staff tecnico della TotalEnergies ho sentito la loro fiducia e mi hanno presentato un ottimo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach